Covid Campania, De Luca: “A oggi quadro e dati rassicuranti”

Campania
©IPA/Fotogramma

Così il governatore della Regione: “Non registriamo picchi di contagio, c'è un livello ancora elevato di mortalità ma non abbiamo ingolfamento dei reparti ospedalieri o delle terapie intensive”

Parla di "dati ad oggi rassicuranti sul piano nazionale e regionale", in merito alla situazione Covid il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella sua diretta settimanale sui social per fare il punto sull'emergenza. "Non registriamo picchi di contagio, c'è un livello ancora elevato di mortalità ma non abbiamo ingolfamento dei reparti ospedalieri o delle terapie intensive” (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA).

15:19 - De Luca: "A una settimana da inizio scuola no picchi Covid"

Non preoccupa, per ora, il mondo della scuola ad una settimana dalla riapertura. Lo dice, in diretta Fb, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca in merito alla situazione Covid: "Dopo la prima settimana non abbiamo registrato fenomeni particolarmente preoccupanti". "Dovremo aspettare altre due settimane per un quadro di maggiore certezza ma ad oggi il quadro è rassicurante", dice.

15:18 - De Luca su campagna vaccini: "Livello alto di lavoro nero e reddito cittadinanza"

In Campania, in merito alla campagna di vaccinazione che per il governatore Vincenzo De Luca ha subito un blocco, la "situazione è particolarmente critica - dice il presidente della Regione - perché abbiamo un livello molto elevato di economia sommersa - tanti vanno a lavorare in nero quindi non hanno problema per la sospensione della retribuzione - più un livello alto di reddito di cittadinanza e chi lo ha non ha nessuna preoccupazione di perdere la retribuzione se non è vaccinato". Ad oggi si stanno effettuando "17mila vaccinazioni al giorno, eravamo arrivati a70mila" e "non è stato raggiunto l'obiettivo dell'immunità di gregge entro ottobre". Per De Luca, il blocco della vaccinazione è determinato anche da una situazione attuale tranquilla ("i cittadini non vedono immagini drammatiche") e anche per "opportunismo". "La prima dose è stata fatta dal 90% cento dei cittadini sopra i 12 anni, una buona percentuale anche per gli over 65 per la seconda dose - spiega in diretta Fb - perché dunque precipitarsi a fare la vaccinazione, aspettiamo. La ragione non è legata alla preoccupazione ma è opportunistica: siccome si sono vaccinati molti, io mi godo la situazione di tranquillità".

15:11 – De Luca: “Disinformazione incivile, è neo Medievo”

Per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, si sta registrando un blocco della campagna di vaccinazione. E tra le motivazioni c'è una "campagna di disinformazione vergognosa, irresponsabile, incivile, emerge un movimento neo medievale". "Siamo veramente alla stregoneria dei tempi del medioevo, le cose più stupide sconcertanti, le invenzioni più inimmaginabili - dice in diretta Fb - spero non abbia ricadute pesanti sull'obbligo di vaccinazione per i bambini. Se poi abbiamo deciso di far ritornare la poliomielite, beh, più che mettere in guardia le famiglie non possiamo fare. Vi prego di aprire la testa e gli occhi".

14:57 – De Luca: “A oggi dati rassicuranti”

Parla di "dati ad oggi rassicuranti sul piano nazionale e regionale", in merito alla situazione Covid il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Non registriamo picchi di contagio, c'è un livello ancora elevato di mortalità ma non abbiamo ingolfamento dei reparti ospedalieri o delle terapie intensive - dice in diretta Facebook. - Dopo la prima settimana dall' inizio dell'anno scolastico non abbiamo registrato fenomeni particolarmente preoccupati, dovremo aspettare altre due settimane per un quadro di maggiore certezza ma ad oggi il quadro è rassicurante".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24