Salerno, maltempo in Costiera Amalfitana: allarme per bombe d'acqua

Campania

Ad Atrani il fiume Dragone è uscito dagli argini facendo scattare il piano di emergenza

Forti disagi in Costiera Amalfitana a causa del maltempo che si è abbattuto tra le 14 e le 16 sulla provincia di Salerno. Intorno alle 16.30 la pioggia si è arrestata e l'emergenza, seppur costantemente monitorata, sembra essere rientrata. (LE PREVISIONI)

Fiume esonda ad Atrani

Ad Atrani il fiume Dragone è uscito dagli argini facendo scattare il piano di emergenza. dopo l'allarme innescato dal sistema di monitoraggio elettronico, è stata liberata dalle auto via dei Dogi, Alcuni ristoranti sono stati chiusi ed è stata sgomberata la piazza. Spiega all'ANSA il sindaco Luciano De Rosa Laderchi: "C'è stato qualche danno ma, fortunatamente, nulla di grave. Adesso stiamo provvedendo a tirare via un po' di materiale che è stato trasportato in strada dal fiume". "Siamo stati previdenti perché l'esperienza insegna", ha sottolineato il primo cittadino facendo indirettamente riferimento alla frana che nel settembre 2010 provocò la morte di una ragazza.

La situazione a Minori

Gravi disagi si registrano anche nel comune di Minori dove un fiume di acqua e fango ha otturato un canale del Genio Civile in località Villamena. L'abitato è stato invaso da fango, acqua e pietre. I vigili del fuoco stanno effettuando interventi di rimozione acqua dai locali interessati dagli allagamenti. Contestualmente sono in corso interventi per il ripristino della viabilità urbana e veicolare. Diversi locali ubicati al piano terra, infatti, sono stati raggiunti dall'acqua, anche in considerazione del fatto che i detriti avevano mandato in tilt il sistema fognario.

L'elicottero Drago 69 dei caschi rossi ha effettuato una verifica dei costoni a monte delle aree costiere per valutare se vi fossero elementi di pericolo che rendessero necessarie eventuali evacuazioni.

Frana a Ravello

La frana più importante si è verificata sotto l'area urbana del comune di Ravello ma, fortunatamente, non ha interessato o coinvolto abitazioni ma solo insediamenti agricoli situati sul costone. Il fango caduto è arrivato fino in mare, rendendo marrone lo specchio d'acqua antistante la statale 163 Amalfitana. La situazione, dunque, è rientrata ma l'allerta resta alta. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24