Estorcevano denaro per conto del clan, due misure cautelari nel Napoletano

Campania

Secondo gli investigatori, gli indagati, in qualità di appartenenti al clan Nino, hanno avanzato reiterate richieste di denaro ai danni di un commerciante

Avevano preso di mira un commerciante di Camposano (Napoli) costringendolo a consegnare 400 euro per poter continuare a lavorare. Per questo e per altre richieste estorsive due uomini di Cicciano (Napoli) sono stati sottoposti alla custodia cautelare in carcere e al divieto di dimora in Campania, poiché gravemente indiziati, a vario titolo, di estorsione e tentata estorsione aggravate dal metodo mafioso. Le indagini, condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Nola, hanno consentito di accertare che i due, tra il 2018 e il 2019, in qualità di appartenenti al clan Nino, operante nel comune di Cicciano, hanno avanzato reiterate richieste estorsive ai danni del commerciante.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24