Benevento, incendiarono bus Trotta: arrestate tre persone

Campania
©Ansa

L'accusa per loro è di estorsione in concorso ai danni della Trotta Bus Service spa, affidataria del servizio pubblico di gestione di parcheggi a pagamento in varie aree del centro cittadino, nonché gestore del servizio di mobilità urbana

Tre giovani sono stati arrestati dai carabinieri a Benevento. Sono accusati di essere gli autori dell'incendio di tre minibus parcheggiati all'interno del deposito della Trotta Bus e del successivo incendio di due parchimetri in Piazza Cardinal Pacca a Benevento, gestiti dalla stessa società.

L'accusa

L'accusa per loro è di estorsione in concorso ai danni della Trotta Bus Service spa, affidataria del servizio pubblico di gestione di parcheggi a pagamento in varie aree del centro cittadino, nonché gestore del servizio di mobilità urbana. In manette sono finiti N.D.L. (29 anni), M.C. (22) e F.L. (27), tutti di Benevento. Le indagini sono state avviate nel mese di novembre 2019 in seguito all'incendio dei tre minibus parcheggiati all'interno del deposito della Trotta Bus. In particolare, dalle indagini sarebbe emerso che i tre arrestati avrebbero costretto la "Trotta bus service", in concorso tra loro, ad accettare un parcheggio, gestito abusivamente e non autorizzato, adiacente a quello della società allo stadio "Ciro Vigorito". In questo modo si sarebbero procurati "un ingiusto profitto" consistente nei soldi incassati per la sosta su un'area di duemila metri quadri. Diverse le minacce - secondo gli inquirenti - ricevute dalla Trotta bus da parte dei tre e, in particolare, da De Luca il quale avrebbe affermato "se mia figlia piange, piangeranno tutti. I Trotta si stanno prendendo tutto".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24