Sequestrata coltivazione di marijuana in provincia di Caserta

Campania

Il ritrovamento è avvenuto in un capannone agricolo. Il titolare dell'azienda, un 28enne con precedenti per droga, è stato denunciato

Oltre 300 chili di marijuana sono stati sequestrati dalla guardia di finanza in un capannone agricolo nelle campagne di Santa Maria la Fossa, nel Casertano. Il valore stimato della droga sul mercato è di circa tre milioni di euro.

La denuncia

Il titolare dell'azienda, un 28enne con precedenti per droga, è stato denunciato. I finanzieri hanno scoperto che la sua famiglia percepiva anche il reddito di cittadinanza e hanno informato l'Inps. Il 28enne ha provato a dimostrare che la coltivazione e la lavorazione della marijuana fossero regolarmente autorizzate e rientranti nei termini di legge, ma dagli accertamenti è emersa l'assenza dei requisiti mentre le successive analisi chimiche sui campioni prelevati ed eseguite dal laboratorio dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Napoli, hanno evidenziato la presenza di principio attivo (delta-9-tetraidrocannabinolo, comunemente detto THC) superiore al limite massimo consentito dal Testo Unico di legge sugli stupefacenti. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.