Covid Campania, 1.132 nuovi casi su oltre 14mila tamponi effettuati

Campania
©Getty

I nuovi ingressi in terapia intensiva sono 14, per un totale di 97 pazienti ricoverati

In Campania sono 1.132 le persone risultate positive nelle 24 ore a fronte di 14.611 tamponi effettuati. Si attesta al 7,74%, in calo rispetto a ieri (8,25%) il rapporto positivi-test in Campania. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:27 - Musei: scavi Ercolano e Museo Pietrarsa, lunedì si riapre

Da lunedì 18 gennaio riaprono i cancelli del Parco archeologico di Ercolano in linea con il nuovo Dpcm che prevede la riapertura dei musei in zona gialla nei giorni feriali. L'accesso al Parco, garantito nel rispetto di tutte le norme anti contagio, sarà consentito dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.00 (con ultimo ingresso alle 15.30). Le attività di bigliettazione saranno svolte esclusivamente in modalità online, con le stesse tariffe adottate nel 2020 in seguito all'emergenza sanitaria internazionale. ''Finalmente possiamo accogliere di nuovo in presenza il nostro pubblico'' dice il direttore del Parco archeologico, Francesco Sirano ''Siamo convinti che con il nostro servizio il sito Unesco di Ercolano contribuirà alla ripresa e al rilancio del nostro territorio e delle iniziative culturali a livello nazionale e internazionale. Nei mesi di chiusura abbiamo elaborato un metodo di lavoro che ci permette di passare facilmente e rapidamente dal virtuale al reale valorizzando tutti gli elementi positivi che emergono dall'interconnessione tra queste due modalità operative''. Il flusso dei turisti sarà contingentato per fasce orarie di trenta minuti. E da lunedì prossimo anche il Museo Nazionale ferroviario di Pietrarsa, al confine tra Portici e Napoli, torna ad accogliere i visitatori all'interno dei suoi ampi padiglioni e dei giardini botanici. Qui sarà possibile ammirare l'intera collezione museale e godersi una passeggiata nelle aree all'aperto, nel pieno rispetto delle normative vigenti. Il sito sarà aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 Il costo del biglietto sarà di 3 euro per tutti. 

17:19 - In Campania 1.132 nuovi casi su 14.611 tamponi effettuati

Si attesta al 7,74%, in calo rispetto a ieri (8,25%) il rapporto positivi-test in Campania. I nuovi contagi censiti sono 1.132 (di cui 94 sintomatici) su 14.611 tamponi, di cui 11 antigenici. Il bollettino dell'Unità di crisi segnala 23 vittime, di cui 9 decedute nelle ultime 48 ore e 14 risalenti ai giorni precedenti; 1.488 i guariti. In risalita il numero dei posti letto occupati, 97 in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 1.432 quelli di degenza (+31).

17:13 - Scuola: De Luca firma ordinanza, riaprono le terze elementari

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha firmato l'ordinanza, annunciata già ieri, che prevede da lunedì 18 la riapertura delle sole terze elementari, oltre alla prosecuzione delle lezioni in presenza per le prime e le seconde già in corso da questa settimana. Nell'ordinanza si ricorda che "restano comunque consentite in presenza le attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali e/o con disabilità, previa valutazione, da parte dell'Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto e in ogni caso garantendo il collegamento on line con gli alunni della classe che fruiscano della didattica a distanza". Inoltre "deve essere comunque assicurata, su richiesta, la fruizione dell'attività didattica a distanza agli alunni con situazioni di fragilità del sistema immunitario, proprie o di persone conviventi". De Luca chiede inoltre alle Asl di "assicurare ai Medici di medicina generale ulteriori test antigenici rapidi per l' attivazione, anche nelle more di successivi accordi di collaborazione, del monitoraggio dell'andamento dei contagi relativo al personale della scuola, docente e non docente- con priorità per le persone già impegnate nelle attività in presenza- da svolgersi, se del caso, anche presso gli Istituti scolastici, previo accordo con le Autorità scolastiche competenti".

16:01 - Asl Napoli 1 Centro, in Rsa un anziano su 10 rifiuta iniezione

Su 109 ospiti nelle tre Rsa napoletane dove stamane la Asl ha somministrato la prima dose di vaccino Pfizer, dieci - direttamente o tramite i loro tutori - hanno scelto di non aderire alla campagna vaccinale. E' il dato che emerge dal report della Asl Napoli 1 Centro in relazione alle Residenze Sanitarie Assistite aziendali di via Padula 1 (Posillipo), via Modugno (Scampia), va Comunale del Principe (Frullone) e via Longo (Secondigliano). "Le immunizzazioni consentiranno ai nostri utenti di tornare ad abbracciare presto i propri cari", dice il direttore generale Ciro Verdoliva, che ha visitato stamane le strutture. "Voglio ringraziare - ha aggiunto - tutto il personale che si prende cura dei nostri anziani e che lo fa non solo con enorme professionalità, ma anche con amore. Mi ha colpito molto il clima accogliente e familiare che caratterizza queste nostre strutture".

15:33 - Nel Casertano positivi superano di nuovo i guariti

Nella provincia di Caserta per il secondo giorno di fila il numero dei nuovi positivi al Covid supera quello dei guariti, non accadeva da oltre un mese. E' ancora presto per dire che il trend si stia invertendo, visto che l'Asl parla di dati "altalenanti", e dunque da prendere con le molle. Nelle ultime 24 ore, attesta il bollettino Asl, sono 155 i nuovi contagiati a fronte di 136 guariti; con 1833 tamponi processati, il tasso di positività scende però all'8%, due punti in meno rispetto a ieri. Il computo totale delle persone attualmente positive nel Casertano è dunque di 3333 (undici in più di ieri). Sale ancora il conto dei decessi legati al Covid: il report giornaliero parla di otto persone decedute, per un totale di 562 decessi da inizio pandemia.

14:53 - Unità di crisi Campania: "Solo 7 giorni ritardi, Pfizer rassicura"

Il calo della fornitura dei vaccini da parte di Pfizer colpirà anche la Campania ma la Regione ha avuto rassicurazioni sulla decisione dell'industria farmaceutica di riprendere la spedizione normale a partire dalla settimana del 25 gennaio. "Stamattina - spiega all'ANSA Ugo Trama, dell'Unità di Crisi della Regione Campania - Pfizer ha comunicato un piano per non ridurre le quantità consegnate all'Europa, e infatti anche io ho avuto un contatto con un responsabile della Pfizer che mi ha rassicurato. Evidentemente le pressioni del commissario Arcuri hanno avuto effetto. Ieri anche il presidente della Regione De Luca aveva avuto un contatto con Arcuri per esprimere la preoccupazione della Campania". Una riduzione ci sarà dunque nella consegna a inizio settimana: era previsto l'arrivo di 36.000 dosi, ne arriveranno circa 32.000. Un calo che non preoccupa l'Unità di Crisi a patto che dal 25 gennaio tornino le dosi pattuite. "Le rassicurazioni ricevute - spiega Trama - sono importanti perché in caso di un forte slittamento delle consegne avremmo dovuto rallentare la somministrazione della prima dose di vaccino per conservare quello necessario per il richiamo a chi l'ha già fatto. Ora invece possiamo tornare nella piena programmazione e speriamo che per metà febbraio si possa passare alla fase due"

13:33 – A Napoli con volo privato da Londra, due positivi

Due persone appartenenti ad uno stesso nucleo familiare provenienti da Londra e giunte ieri con un volo privato all'aeroporto di Capodichino a Napoli sono risultate positive al tampone antigenico rapido e sono asintomatiche. L'accertamento è stato effettuato nell'ambito dei controlli dell'Ufficio di sanità aerea (Usmaf) dello scalo napoletano e rientra nelle verifiche in corso da tempo anche sui voli di linea provenienti dal Regno Unito. In tutto le persone sottoposte a controllo per il volo privato in questione sono state 6: si tratta di due membri dell'equipaggio e di quattro componenti il nucleo familiare. In applicazione dell'ordinanza ministeriale del 9 gennaio sono stati controllati tutti effettuando il tampone antigenico rapido. E' stato ordinato l'isolamento domiciliare della famiglia e sono stati posti in quarantena in un albergo i due membri dell'equipaggio. E' stata allertata l'Asl per il proseguimento dell'attività di sorveglianza sanitaria e per l'effettuazione del tampone molecolare al fine di accertare l'eventuale presenza della variante inglese del Covid. Ieri sono state controllate, in collaborazione con l'Unità di Crisi della Regione, i 135 passeggeri di un volo di linea proveniente da Londra e si attendono i risultati del tampone molecolare.

13:22 - Controlli a Chiaia, 12 multati

Due parcheggiatori abusivi sono stati denunciati dalla Polizia durante un' operazione di controllo condotta ieri sera nella zona dei "baretti" di Chiaia. I due - già diffidati e colpiti da divieto di accesso alle aree urbane - operavano in via Nisco ed alla Riviera di Chiaia. Gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno multato 12 persone per inottemperanza della normativa di prevenzione anti-Covid 19, che consumavano alcolici nei pressi di locali. 19 minorenni, che il 9 gennaio scorso avevano creato un assembramento in via Carducci, sono stati identificati e multati.

13:01 - Vaccini, De Luca: "Distribuzione è squilibrata"

"La Campania è la prima regione d'Italia per percentuale di utilizzazione dei vaccini, e questo è una cosa che deve farci inorgoglire perché dimostra l'efficienza del nostro sistema sanitario. Ma la sfida più importante, quasi al limite della follia, è di diventare per fine anno la prima regione d'Italia e d'Europa a uscire fuori dall'epidemia, ovvero completare la vaccinazione per tutti i campani". E' quanto ha affermato il Governatore della Campania Vincenzo De Luca. "La distribuzione dei vaccini in Italia è squilibrata. Abbiamo avuto meno vaccini di quanti ne dovessimo avere in base alla popolazione campana; dobbiamo dunque recuperare una quota in più di vaccini, ma abbiamo dimostrato di essere molto efficienti. Ora la sfida è completare per fine 2021 il programma di vaccinazione, ovvero rendere immune la comunità campana". "Sono fiducioso ma tutti i cittadini devono accettare tale sfida; mi appello soprattutto alle ragazze e ai ragazzi adolescenti, che già hanno perso un anno, il 2020, e perderanno il 2021, perché senza raccontarci frottole, ci vorrà un anno intero per fare quattro milioni e 200 mila vaccini ai campani, che vuol dire 8 milioni e 400mila dosi da utilizzare".

12:29 - De Luca: “Policlinico di Caserta è il simbolo della ripartenza della Campania”

"E' una giornata simbolica per tutta la Campania. Il Policlinico di Caserta è la prima grande opera che riparte nel 2021, la prendiamo come il simbolo di una rinascita, di una ripresa di investimenti, di sviluppo". Lo ha detto il Governatore della Campania Vincenzo De Luca intervenuto questa mattina al cantiere del presidio sanitario per inaugurare la ripartenza dei lavori, fermi da inizio 2018. Uno stop causato dai problemi della società costruttrice Condotte, salvata dal fallimento dal Governo, che l'ha commissariata affidandola a funzionari di nomina governativa (i commissari straordinari Giovanni Bruno, Gianluca Piredda e Matteo Uggetti). Per De Luca è la seconda inaugurazione al Policlinico, visto che già nel marzo 2017, dopo un altro stop ai lavori per problemi relativi ai pagamenti da parte della Regione (i ritardi riguardavano la giunta precedente guidata da Stefano Caldoro) e delle lentezze burocratiche dovute all'approvazione di varianti al progetto originario, De Luca venne al Policlinico per tagliare il nastro; di lì a pochi mesi però, i lavori si fermarono nuovamente per i problemi di Condotte. "Quello del Policlinico - ricorda De Luca - è un progetto partito 22 anni fa, ed è un po' il simbolo di un Paese che fa fatica a realizzare opere pubbliche; nel tempo ci sono state crisi aziendali, rescissioni contrattuali, ma anche un impegno straordinario del Rettore dell'Università Vanvitelli (proprietaria dell'opera, ndr) per far riprendere i lavori, un impegno del Comune di Caserta; inoltre c'è stato e ci sarà un impegno finanziario della Regione Campania per un importo di 50milioni di euro, che serviranno a dotare il Policlinico delle migliori attrezzature e delle tecnologie più all'avanguardia sia in Italia che nel mondo". "Dobbiamo fare in modo che il tempo perduto diventi un'opportunità. Abbiamo poi un accordo con il Comune di Caserta per realizzare le infrastrutture relative alla mobilità sia su strada che su ferro; sono opere fondamentali per evitare che il Policlinico sia un grande complesso in una specie di deserto - conclude - Questa opera, straordinaria per il sistema sanitario, deve essere integrata nel tessuto urbano".

9:10 - Buone condizioni per cardinal Sepe, ancora asintomatico

Sono buone le condizioni di salute del cardinale Crescenzio Sepe, che continua a osservare un periodo di isolamento, come prescritto, dopo essere risultato positivo al tampone anti Covid. Come già nei giorni scorsi, informa una nota dell'Arcidiocesi di Napoli, "l'Arcivescovo non avverte sintomi acuti propri del contagio e questo gli consente di celebrare nella cappella privata e di lavorare in vista della celebrazione del 24 gennaio e di quella del 2 febbraio, quando farà il suo ingresso in Diocesi il nuovo Arcivescovo di Napoli S.E. Mons. Domenico Battaglia". Intanto, continuano a pervenire numerosi messaggi di vicinanza e auguri al Cardinale Sepe, il quale, "nella impossibilità di farlo personalmente, ringrazia i sacerdoti, religiosi, cittadini, fedeli e esponenti delle Istituzioni che, anche in questa particolare circostanza, gli hanno voluto testimoniare il proprio affetto”.

9:05 - Sindaco annuncia ottantesima vittima a Torre del Greco

Ottantesima vittima causata dal Covid-19 a Torre del Greco (Napoli) da inizio pandemia. Ad aggiornare il già triste bilancio dell'emergenza sanitaria nella città vesuviana è il sindaco Giovanni Palomba, al termine del consueto punto al Centro operativo comunale. Stavolta a perdere la vita è stato un uomo di 75 anni; si tratta del dodicesimo decesso collegato al Coronavirus da inizio 2021. Sul fronte dei contagi, a Torre del Greco si segnalano 18 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore, a fronte di 15 accertate guarigioni. Numeri questi che portano il dato complessivo degli attuali contagiati a quota 363, con 26 persone che risultano ospedalizzate.

8:16 - In Campania 1.150 nuovi contagi su 13.929 tamponi

Cala leggermente, in Campania, la percentuale casi positivi-tamponi esaminati. Nel conteggio dei dati, resi noti dall'Unità di crisi della Regione Campania, ci sono anche i test antigenici rapidi. Nelle ultime 24 ore sono 1.150 (di cui 73 casi identificati da test antigenico rapido) i casi positivi - 99 sintomatici che si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare - su 13.929 tamponi (di cui 1.353 antigenici). La percentuale positivi-tamponi è, dunque, pari a 8,25%. I deceduti sono 37: 17 deceduti nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza ma registrati ieri, mentre le persone guarite sono 993.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.