Covid, in Campania 691 nuovi contagi su 9.662 tamponi

Campania
©LaPresse

Si registrano nelle ultime 24 ore 1.097 guariti. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656 mentre quelli occupati sono 120

I casi di positività in Campania oggi sono 691, di cui 596 asintomatici e 95 sintomatici, a fronte di 9.662 tamponi processati.

Sono risultati positivi al Covid due dei tre giocatori della Casertana sottoposti ieri a tampone dall'Asl prima della gara interna con la Viterbese (0-3 il risultato) valida per il campionato di Lega Pro.

All'età di cent'anni, dopo 33 giorni di malattia, nonna Anna, centenaria di Cava de' Tirreni in provincia di Salerno, ha sconfitto il Covid-19.

Sono sette i positivi individuati tra i passeggeri del volo atterrato ieri a Capodichino e decollato da Londra. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:43 - Sette positivi tra passeggeri da Londra a Capodichino

"In relazione agli immediati controlli fatti scattare ieri all'aeroporto di Capodichino", sono stati sottoposti a tampone molecolare i 245 passeggeri sbarcati dai due voli provenienti da Londra. Di questi 7 sono risultati positivi. Lo rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania. Il dato "conferma l'importanza della tempestività dell'intervento di filtro effettuato, e la necessità di mantenere alto il livello di attenzione, di rigore e responsabilità nella nostra regione. Seguirà l'esame per la caratterizzazione della tipologia di coronavirus”.

18:05 - Militari della 'Garibaldi' donano generi alimentari

I militari della brigata bersaglieri "Garibaldi", hanno donato oltre tre tonnellate di generi alimentari di prima necessità ed a lunga conservazione alla "Caritas" di Caserta. La consegna dell'ingente quantitativo di derrate è avvenuta alla presenza del Comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi Massimiliano Quarto e dei comandanti dell' 8° reggimento bersaglieri, del 21° reggimento genio e del Reparto Comando della Brigata, tutte unità di stanza a Caserta, che sono stati ricevuti presso la parrocchia del " Buon Pastore" dal presidente della "Caritas", don Antonello Giannotti. Attingendo dalla dispensa di casa o destinando alla raccolta parte della propria spesa, gli uomini e le donne della 'Garibaldi' hanno voluto avviare, spontaneamente e a partire dai giorni scorsi, una raccolta di beni alimentari da destinare alle famiglie che si trovano in situazione di necessità. Così, in meno di una settimana, la maratona della solidarietà ha portato ad accantonare ben oltre tre tonnellate di generi alimentari che sono stati consegnati alla "Caritas diocesana" con lo scopo di renderli disponibili per coloro che ne faranno richiesta. "I militari dell'Esercito - si legge in una nota - vivono quotidianamente con situazioni di difficoltà e necessità generate dall'emergenza sanitaria in atto, portando in diverse forme, il proprio contributo alla causa comune quale la lotta al più subdolo dei nemici. La brigata Garibaldi non è nuova a questo genere di attività nei confronti dei bisognosi della comunità di terra di lavoro, ma questi gesti compiuti in questo periodo di avvento caratterizzato soprattutto dai disagi e dalle grandi difficoltà dovuti alle eccezionali misure per il contenimento del Covid-19 assumono un significato ancora più profondo”.

17:59 - Morta in ospedale Napoli, mercoledì incarico autopsia

Sarà conferito mercoledì prossimo, negli uffici della Procura di Napoli, l'incarico per l'esame autoptico sulla salma di Giuseppina Liccardo, la 45enne affetta da gravi problemi renali, deceduta lo scorso 12 novembre nella terapia intensiva dell'ospedale Cardarelli di Napoli dove era stata trasferita dopo essere risultata positiva al Sars-Cov-2. Su disposizione del sostituto procuratore Eliana Esposito della VI sezione (Lavoro e Colpe Professionali, coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte) la salma della signora Liccardo è stata riesumata dal cimitero di Secondigliano, a Napoli, lo scorso 16 dicembre. Al momento gli inquirenti ipotizzano il reato di omicidio colposo contro ignoti. Le indagini scattarono dopo la denuncia presentata dai familiari della donna (rappresentati dall'avvocato Maria Laura Masi) che soffriva di patologie renali e che si recò nell'ospedale Cardarelli a causa di dolori al petto.

16:57 - In Campania 691 nuovi contagi su 9.662 tamponi

I casi di positività in Campania oggi sono 691, di cui 596 asintomatici e 95 sintomatici, a fronte di 9.662 tamponi processati. Sono 28 i deceduti (di cui 6 morti nelle ultime 48 ore e 22 deceduti in precedenza ma registrati ieri;) Il totale positivi è dunque di 18.1259 a fronte di 191.7679 tamponi esaminati. Si registrano nelle ultime 24 ore 1097 guariti. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656 mentre quelli occupati sono 120. I posti letto di degenza disponibili 3.160 (tra posti letto Covid e offerta privata) mentre quelli occupati son 1.571.

16:52 - Guariti il doppio dei nuovi contagi a Torre Annunziata

Segnale incoraggiante a Torre Annunziata (Napoli) sul fronte dell'emergenza Covid. Stando ai dati forniti dal sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, infatti oggi il numero dei guariti supera di oltre il doppio quello dei nuovi contagi. I negativizzati infatti, da quanto emerge nell'ultimo bollettino diramato dal Comune, sono undici, a fronte dei cinque tamponi risultati positivi. Sono dunque 191 i cittadini attualmente contagiati: di questi dodici risultano ospedalizzati.

15:44 - Voucher natalizi a quasi 1.500 famiglie a Torre Annunziata

Quasi 1.500 voucher per le famiglie più disagiate: è terminato a Torre Annunziata (Napoli) l'iter procedurale per l'assegnazione dei buoni spesa per le festività. ''Contribuire a rendere il Natale più sereno per tante famiglie di torresi è stato l'obiettivo che ci siamo prefissati in queste settimane - afferma l'assessore alle Politiche sociali, Luigi Cirillo - Su 1.689 istanze pervenute, 1.484 sono risultate idonee al termine dei riscontri effettuati. Sono 133 quelle rigettate perché prive dei requisiti necessari, mentre per le restanti siamo in attesa di ricevere la documentazione necessaria dai richiedenti''. ''Voglio ringraziare - prosegue il componente della giunta guidata dal sindaco Vincenzo Ascione - il personale dell'ambito sociale N30, che ha operato incessantemente, anche oltre il proprio orario di lavoro, per consentire la tempestiva distribuzione dei buoni spesa. In considerazione dell'elevato numero di domande pervenute e per soddisfare tutte le richieste risultate idonee, è stato applicato un ridimensionamento dell'importo assegnato pari a 10 euro, secondo il seguente valore d'acquisto: 190 euro per i nuclei familiari formati fino ad un massimo di due persone; 290 euro per quelli formati da 3-4 persone; 340 euro per quelli formati da oltre quattro soggetti''. I voucher spesa, prodotti in formato digitale, saranno inviati tramite sms direttamente sul numero di cellulare o all'indirizzo di posta elettronica forniti dal richiedente al momento della presentazione dell'istanza. I buoni, che saranno validi fino al 31 gennaio 2021, potranno essere utilizzati presso gli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa, previa esibizione di un documento di riconoscimento in corso di validità.

15:36 - Meno di 100 nuovi positivi nel Casertano

Scende sotto quota cento, come non accadeva da oltre due mesi, il numero di nuovi positivi giornalieri nel Casertano: nelle ultime 24 ore, certifica il report dell'Asl di Caserta, sono 98 i nuovi contagiati su 1049 tamponi effettuati (rapporto tra test e positivi al 9%). Altre 345 persone sono guarite, portando il totale dei guariti da inizio pandemia a quota 28mila (27958); di questi però, quasi ventimila sono guariti negli ultimi trenta giorni. Cresce lievemente il conto delle vittime: una persone è deceduta nelle ultime 24ore, per un totale da inizio pandemia di 362 morti causa Coronavirus. Il totale delle persone attualmente positive nel Casertano scende ampiamente sotto quota 6000 (5763), facendo respirare sia gli ospedali, lontani dall'emergenza di novembre, che l'assistenza domiciliare. Numeri ancora alti ma ormai sotto controllo nei vari comuni; ad Aversa sono 414 i contagiati, a Caserta 304. Si sta monitorando inoltre quanto sta accadendo tra Vairano Patenora e Caianello, nell'Alto-Casertano, dove un focolaio si è sviluppato in un call center, con trenta dipendenti positivi.

14:33 - Oliviero, condivido fino in fondo rigore di De Luca

"La coperta è estremamente corta, o si guarda all'aspetto della salute o all'economia, in questo momento dobbiamo sapere che senza salute non riparte l'economia". Lo afferma Gennaro Oliviero, presidente del consiglio regionale della Campania, commentando la proteste, in particolare dei ristoratori, pe la nuova zona arancione proclamata sabato dal governatore regionale Vincenzo e Luca. "Condivido fino in fondo - ha detto - il rigore di De Luca. Dobbiamo fare in modo che mantenendo il rigore in questo periodo di feste natalizie non paghiamo un prezzo salato dopo le feste. Se ci allarghiamo adesso lo pagheremo dopo le feste". 

13:16 - Casertana-Viterbese, il presidente dei campani: "Giocare un pericolo"

A comunicare l'accertata positività al Covid dei due calciatori scesi in campo ieri per Casertana-Viterbese è stato il presidente della società campana Giuseppe D'Agostino: "Due dei tre calciatori rossoblù - spiega -sottoposti ad urgente tampone dall'Asl di Caserta nell'immediato pre-partita del match con la Viterbese a causa dell'evidente stato febbrile, sono risultati positivi al Covid-19. Una notizia che non fa altro che aumentare amarezza e sgomento per la gestione non condivisibile, da parte degli organi preposti, dell'emergenza vissuta dal nostro club nell'ultima settimana. In campo con due calciatori positivi, nonostante la Casertana FC avesse chiesto almeno il posticipo dell'orario di inizio della gara in attesa di conoscere l'esito dei tamponi". "La partita di ieri - conclude il patron della Casertana - ha rappresentato e rappresenta un pericolo per i calciatori in questione, i propri compagni di squadra e gli stessi avversari. Restiamo increduli di fronte a ciò, con la speranza che ora altri abbiano il buongusto di non spendere più parole inutili".

12:50 - Casertana-Viterbese: positivi due calciatori scesi in campo

Sono risultati positivi al Covid due dei tre giocatori della Casertana sottoposti ieri a tampone dall'Asl prima della gara interna con la Viterbese (0-3 il risultato) valida per il campionato di Lega Pro. I due calciatori, che accusavano alcuni decimi di febbre, sono poi scesi in campo in una gara che la Casertana, causa 15 positivi emersi nei giorni precedenti al match, aveva chiesto di poter rinviare incassando il no della Lega Pro. Alla fine la Casertana è scesa in campo con nove uomini, tra cui appunto i due calciatori gravati da qualche linea di febbre, più un terzo che non stava bene ma che è risultato negativo al tampone.

12:12 - Focolaio in call center dell'Alto Casertano

Focolaio in un call center dell'Alto-Casertano, con una trentina di dipendenti positivi al Covid. Lo comunica su Facebook Bartolomeo Cantelmo, sindaco di Vairano Patenora, comune con poco più di 6500 abitanti, dove si contano 45 persone attualmente positive. "Circa 30 impiegati presso un call center sito in un vicino comune - scrive il primo cittadino - sono risultati positivi al Covid, alcuni di questi sono residenti a Vairano, in particolare nella frazione Scalo. L'Asl, con la collaborazione dei Comuni interessati, sta già provvedendo ad impartire le opportune indicazioni a tutti i positivi, con il tracciamento dei contatti. Vista la grave situazione, raccomando ancora di più il massimo impegno nel rispetto delle regole e delle norme che sicuramente sono gravose e complicate, ma rappresentano l'unico modo per contenere la diffusione del virus" conclude Cantelmo.

12:04 - Salerno, sconfigge il Covid a 100 anni dopo 33 giorni

All'età di cent'anni, dopo 33 giorni di malattia, nonna Anna ha sconfitto il covid-19: succede a Cava de' Tirreni, in provincia di Salerno, dove l'anziana potrà passare il Natale insieme ai familiari più stretti. 

11:28 - Napoli, controlli e sanzioni nel fine settimana

A Napoli la guardia di finanza ha rafforzato anche in questo fine settimana il dispositivo dei controlli del territorio, compresa la vigilanza fissa ai moli di imbarco, in aeroporto e sulle isole del Golfo, volti a monitorare il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus Sars-Cov-2. In totale, tra venerdì e domenica scorsi, sono state controllate tra il capoluogo e l'area metropolitana 868 persone e 140 attività commerciali, 33 le sanzioni complessive. Cittadini sopresi fuori dal proprio Comune di residenza, in orari non consentiti, senza un valido motivo e senza i dispositivi di protezione individuale o a consumare cibi e bevande all'interno di bar, queste le principali violazioni registrate.

10:22 - Sorrento, mancano anestetisti: reparto a rischio chiusura

A causa della mancanza di anestetisti è a rischio chiusura il reparto di Rianimazione dell'ospedale 'Santa Maria della Misericordia' di Sorrento. Nel caso si dovrà disporre il trasferimento dei pazienti attualmente ricoverati per l'impossibilità di garantire i turni dei medici anestesisti rianimatori. Il problema è esploso in tutta la sua gravità negli ultimi giorni e se non ci saranno interventi tempestivi da parte della direzione dell'Asl Napoli 3-Sud si rischia la chiusura.

9:36 - Controlli a Napoli, multati in 113 nel weekend

Milleduecento persone identificate e 113 quelle multate: è il bilancio dei controlli anti Covid effettuati dai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli nel weekend. Nel merito, le pattuglie dell'Arma durante i controlli in piazza San Pasquale a Chiaia hanno sanzionato per divieto di assembramento 10 persone; 87 invece i cittadini indisciplinati sanzionati perché non indossavano la mascherina e 16 perché non avevano rispettato l'orario di rientro presso il domicilio come previsto dalle recenti normative per il contenimento del fenomeno epidemiologico. Tra questi, 22 erano in zona Vomero. Tra le vie interessate dai controlli quelle che solitamente sono frequentate nel fine settimana: via Aniello Falcone, via Scarlatti, piazza Vanvitelli, piazza degli Artisti e piazza delle Medaglie d'oro. 

7:29 - Scatta la vendita "creativa" dei negozianti stabiesi

Colpiti dall'ennesima chiusura forzata, decisa questa volta dalla Regione Campania, i negozianti di Castellammare di Stabia, Pompei e di alcuni comuni della Penisola sorrentina, aderenti al Coordinamento dell'Ascom-Confcommercio, hanno deciso che attueranno una "vendita creativa". "Violeremo le regole attenendoci alle disposizioni imposte", spiega il presidente dell'aScom-Confcommercio di Castellammare di Stabia, il gioielliere Johnny De Meo. "In pratica - spiega - da domani terremo i negozi chiusi, ma le vetrine aperte. I nostri clienti che usciranno per altre commissioni auorizzate dai decreti regionali, potranno adocchiare nelle vetrine i prodotti di cui hanno bisogno. Ce li indicheranno a voce, o con un messaggio whatsapp o mediante la piattaforma online Localshop e noi invieremo a casa la merce che vorranno acquistare". Nelle vetrine saranno esposte delle locandine che spiegano il meccanismo e invitano a comprare anche se i negozi sono formalmente chiusi. "La vendita per corrispondenza, però è consentita - aggiunge De Meo - e noi ci dobbiamo attrezzare, diventare creativi, così come sono "creativi" i nostri amministratori, per poter sopravvivere. Perché la nostra domanda è sempre la stessa: perché il virus dovrebbe circolare proprio nel negozio del gioielliere o dell'abbigliamento o di scarpe e non nel megastore o nei negozi dei cinesi che a novembre sono stati sempre aperti e hanno venduto di tutto?".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.