Covid, in Campania 1.361 nuovi casi su 15.872 tamponi processati

Campania

Il rapporto tra positivi e test eseguiti resta sostanzialmente stabile, all'8,57% (ieri era dell'8,7). Nessun nuovo ingresso in terapia intensiva nelle ultime 24 ore

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Napoli

 

Sono 1.361 i casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Campania, di cui 167 sintomatici, su 15.872 tamponi effettuati. Il rapporto tra positivi e test eseguiti resta sostanzialmente stabile all'8,57% (ieri era dell'8,7). Nessun nuovo ingresso in terapia intensiva. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:29 - Focolaio in casa riposo a Torre de Greco, dirigenza: “Seguite procedure”

n relazione ai casi di positività al Covid 19 riscontrati tra gli ospiti del "Ricovero della Provvidenza" di Torre del Greco (Napoli) e al decesso di alcuni ospiti risultati positivi, il legale rappresentante della Fondazione Opera Pia (Ente morale), mons. Salvatore Ardesini, precisa che sin dalla prima ondata di contagio da Covid 19 (fine febbraio 2020) "sono state seguite, con particolare attenzione, tutte le prescritte procedure di prevenzione sia per gli operatori che per gli ospiti". La Fondazione afferma che "ai familiari degli ospiti è stato interdetto l'accesso dal giorno 8 marzo 2020 e solo dal 10 giugno scorso è stato data loro la possibilità di colloquiare con i propri congiunti attraverso un ingresso separato e schermato posto al piano terra con entrata dalla strada, previo appuntamento telefonico". "La stanza ha una suddivisione in plexiglas per evitare contatti e che l'ambiente veniva sanificato ad ogni cambio di visita", si legge in una nota. Misure sono state adottate anche nel refettorio dove "sono stati divisi i tavoli con pannelli di plexiglas per rispettare il distanziamento, che è stato poi rispettato anche nelle aree aperte”. "Inoltre, al fine di un costante monitoraggio oltre ai normali controlli, a partire dal marzo 2020, si è proceduto alla misurazione corporea e della saturazione di tutti gli ospiti; che all'insorgere di sintomi (che potevano essere riconducibili al Covid 19) da parte di alcuni ospiti sono stati eseguiti dapprima i test rapidi e successivamente, su richiesta dei medici curanti; i tamponi molecolari", prosegue la nota. Infine "agli operatori sono state consegnate apposite tute protettive impermeabili per l'accesso nelle stanze dei sospetti casi Covid e che per tutti gli ospiti risultati positivi sono stati attivati i medici di base per il Protocollo delle terapie. Sono state puntualmente somministrate e gli stessi ospiti risultati positivi sono stati isolati" Tutti gli operatori (muniti dei prescritti dispositivi di protezione individuali), prosegue la nota "sono stati sottoposti a tamponi rapidi Ag e solo 2 di essi sono risultati positivi e sono in isolamento domiciliare" .

17:12 - Napoli, 'tamponi solidali' nel quartiere Pianura

L'associazione Donne Meridiane, il Comitato Civico Pianura Libera e la parrocchia San Giuseppe Operaio promuovono per venerdì 11 e venerdì 18 'tamponi solidali' nel quartiere Pianura, "un'azione solidale di Salute di Comunità in una zona dove vivono molte famiglie povere che non hanno accesso ai servizi sanitari né possono pagare i tamponi privatamente", si sottolinea in una nota. I test saranno somministrati nei locali della Piccola Betlemme - Parrocchia di San Giuseppe operaio a Pianura. Il Comitato Civico e il Consiglio Pastorale parrocchiale indicheranno le persone e le famiglie più bisognose di aiuto invitandole in parrocchia per la somministrazione del tampone. Il via venerdì 11 dicembre alle 15.00, per gruppi di 50 persone cui sarà regalata una mascherina ffp3. Inoltre saranno acquistate e donate alla parrocchia 130 copie del mensile di strada Scarp de' Tenis scritto e venduto da persone senza dimora e con forte disagio sociale. L'intero ricavato andrà a tre venditrici del progetto seguite dalla redazione di Napoli. L'azione sarà finanziata con una raccolta fondi, per informazioni e donazioni contattare la pagina facebook Donne meridiane o chiamare il 339 4 48 72 78. 

17:05 - In Campania boom di guariti, stabile tasso positivi 8,57%

Resta sostanzialmente stabile, all'8,57% (ieri era dell'8,7), il tasso di incidenza positivi-test in Campania. Sono stati 1.361, di cui 167 sintomatici, i nuovi contagi rilevati ieri, su 15.872 tamponi. Ben 2.869 i guariti, e 43 le vittime (11 nelle ultime 48 ore e 32 precedenti ma registrate in ritardo). Continua il calo della pressione sugli ospedali: i posti letto di terapia intensiva occupati sono 138 su 656, quelli di degenza Covid 1.852 su una disponibilità di 3.160 tra strutture pubbliche e private.

14:52 - de Magistris: “Bene controlli a Natale ma ognuno collabori”

“Le forze di polizia faranno i controlli, ma i migliori poliziotti dobbiamo essere tutti noi: bisogna essere responsabili, maturi, attenti perché ne va della salute di tutti”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Canale 21, in merito alle misure anti covid che il Governo ha varato per le prossime festività natalizie, tra cui il divieto di spostamento tra Comuni nei giorni del 25 e 26 gennaio e 1 gennaio 2021. “Credo che il Natale può essere vissuto anche se con sobrietà e nonostante le difficoltà e l'affanno economico e sociale oltre che sanitario - ha aggiunto - ma dobbiamo stare attenti perché se ci lasciassimo andare a immagini sconsiderate come quelle estive, prima che il vaccino possa avere efficacia, ci troveremmo ad avere un gennaio e febbraio terribili. Evitiamolo”.

13:47 - Autisti scuolabus in piazza a Napoli: “Siamo in ginocchio”

Trasporto scolastico in ginocchio nella città di Napoli. Anche stamattina gli autisti di scuolabus in presidio in piazza Plebiscito. Assodiritti che punta il dito contro le istituzioni “colpevoli” di “aver impedito al settore e ai suoi lavoratori di poter lavorare onestamente distruggendo così intere famiglie”. La categoria rivendica come il trasporto scolastico sia “un servizio di eccellenza a Napoli che non è mai stato valorizzato dalla istituzioni. Si tratta - afferma Carlo Di Dato - di un servizio fornito da donne e uomini che godono di immensa fiducia da parte delle famiglie che ci affidano i loro figli per accompagnarli da casa a scuola a viceversa e a cui da marzo è impedito di lavorare”. In particolare l'associazione punta il dito contro la Regione Campania che “non si è preoccupata di chiedersi come questi lavoratori possano sopravvivere mentre si ha il dovere di portare un minimo di retribuzione nella case di queste persone”. 

12:55 - Sono 49 i detenuti positivi in Campania

Sono 49 i detenuti ristretti negli istituti di pena della Campania ad essere positivi al Covid. Il dato è stato reso noto da Samuele Ciambriello, garante dei diritti dei detenuti della Campania nel corso della presentazione dei "Quaderni di ricerca", un rapporto sulla situazione carceraria nella regione. Per due soli detenuti è stato necessario il ricovero in ospedale: uno è al "Cotugno" di Napoli, l'altro all'ospedale di Salerno. Il più alto numero di detenuti positivi, secondo i dati forniti dall'ufficio del Garante, si registra, nel carcere di Secondigliano, seguito a ruota da Poggioreale (15).

12:41 – A Napoli tombola a distanza per aiutare artisti strada

Parte da Napoli la Tad, la tombola a distanza, ideata da "Capitano" Picone e la sua compagna 'Perzechella' (questo il loro nome d'arte) autori dell' iniziativa in tempi di lockdown del ' Panaro solidale' che ha come missione aiutare gli artisti di strada rimasti senza lavoro a causa del coronavirus. "Distanti ma vicini è questo lo slogan della nostra iniziativa - spiega all'ANSA Angelo Picone - che ha lo scopo di far riunire in video chat le famiglie anche se residenti in paesi distanti per il tradizionale gioco di Natale. La tombola, come accade sempre, sara' il pretesto per parlarsi, farsi gli auguri condividendo l'intrattenimento che io ed altri artisti proporremo durante il collegamento". Il ricavato della Tad, che si può prenotare seguendo le istruzioni sul link https://fb.watch/2f5YyXCIAT/ , sarà devoluto agli artisti di strada dell'Associazione 'Perzechella e vico Pazzariello' rimasti senza lavoro a causa del blocco del turismo e della sospensione dei laboratori d'arte frequentati dai ragazzi del centro storico di Napoli. "Nello studio televisivo messo a disposizione dai Fratelli Roscico - spiega Capitan Picone - ci sarà la 'chiamata' dei numeri, animata da me e la mia compagna Giuseppina Andelora 'Perzechella', alternata dalle esibizioni degli artisti. il resto lo faranno gli ospiti della Tad distanti a causa della pandemia ma uniti, almeno per qualche ora, attorno alla mia tavolata virtuale". "La mia tombola, la mia Tad - tiene a precisare - oltre a fare il verso alla contestatissima Dad che ha costretto in casa i nostri bambini ha un' altra particolarità. Dal mio paniere ho messo via il 90 'a Paur. La paura per questa malattia che dobbiamo al più presto lasciaci alle spalle."

12:40 – In Campania 700 agriturismi ko a Natale

"La decisione di impedire gli spostamenti tra i comuni, senza alcuna distinzione. nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno" colpisce duramente le 700 strutture agrituristiche della regione Campania, che sono principalmente situate in piccoli centri rurali con una clientela proveniente dalle grandi città e dai paesi limitrofi. È quanto denuncia la Coldiretti nel sottolineare la necessità di adeguare le misure dell'ultimo DPCM per le feste di fine anno, al fine di evitare di favorire gli assembramenti in città con lo stop agli spostamenti nelle campagne. La possibilità per le strutture della ristorazione di rimanere aperti a pranzo durante le festività a pranzo è vanificata - sottolinea Coldiretti Campania - dai limiti agli spostamenti tra comuni che impedisce agli ospiti di raggiungere le campagne, riducendo peraltro la pressione e gli assembramenti nelle città. Un vero paradosso se si considera che gli agriturismi spesso situati in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all'aperto, che sono secondo www.campagnamica.it i luoghi più sicuri perché è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche. Si tratta dunque di una misura illogica ed insostenibile che colpisce gli agriturismi che - continua Coldiretti Campania -per la crisi generata dalla pandemia hanno giù perso oltre il 40% del fatturato annuale. I limiti imposti per le festività di fine anno arrivano dopo che il primo lockdown ha azzerato le visite in campagna nei tradizionali weekend di primavera e di Pasqua, mentre durante l'estate ha pesato l'assenza praticamente totale degli stranieri che in alcune aree rappresenta la maggioranza degli ospiti degli agriturismi. A rischio è un sistema che fattura in Campania quasi 30 milioni di euro all'anno tra ristorazione e ospitalità. Nella regione l'offerta agrituristica - prima delle prescrizioni anticovid - poteva contare su circa 24 mila coperti per la ristorazione/degustazione e circa 5 mila posti letto al coperto, a cui vanno aggiunte le quasi 700 piazzole per il camping. In provincia di Salerno gli agriturismi dispongono di 7.500 coperti e i 1.900 posti letto. Nel Sannio si superano i 5.000 coperti e si sfiorano i 1.000 posti letto. Poi Napoli con i quasi 3.900 coperti e 740 letti. Nelle province di Avellino e Caserta con circa 3.700 coperti e 690 letti ciascuna.

11:39 - Ad Ischia 5 comuni su 6 bloccano ripresa scuola

La ripresa della scuola in presenza slitta al 2021 in quasi tutta l'isola d'Ischia dove cinque comuni su sei hanno deciso di tenere chiusi gli istituti scolastici fino al 22 dicembre, l'ultimo giorno di lezione originariamente previsto dal calendario scolastico. Dopo Ischia e Barano è arrivato infatti lo stop anche di Casamicciola, Forio e Lacco Ameno i cui sindaci hanno emanato ordinanze con motivazioni simili: tenere chiusi gli uffici pubblici per limitare i contagi in attesa dei risultati dei tamponi volontari di docenti ed alunni effettuati dall'ASL Napoli 2. Unica eccezione Serrara Fontana dove il sindaco Rosario Caruso ha autorizzato la riapertura della scuola dell'infanzia e delle classi prima e seconda della primaria del suo comune da oggi, sottolineando che la situazione epidemiologica non è peggiorata.

9:54 - Napoli, test rapido molecolare in tre parcheggi bus

Da domani prenderà il via l'iniziativa organizzata dal Comune di Napoli e dalla Federazione nazionale Medici di famiglia presieduta da Luigi Sparano, che consente l'utilizzo di tre parcheggi Anm (Azienda napoletana mobilità) alle aggregazioni dei medici di famiglia per consentire di eseguire il test rapido molecolare ai loro pazienti e che devono essere sottoposti a screening. "Siamo soddisfatti - afferma Menna - di questa iniziativa che si va ad aggiungere alle tante già organizzate con la Federazione dei Medici di Famiglia, perché consente, anche grazie all'aiuto della nostra Protezione civile che ha allestito le tende, di sveltire le procedure di screening ovviamente solo per quei pazienti che hanno avuto un contatto diretto con una persona positiva al Covid-19. In questo modo contribuiamo a dare una mano al sistema sanitario e ai cittadini stessi costretti ad attese estenuanti a casa, perché faremo in modo che il tampone e il suo risultato si possano avere in tempi più brevi; inoltre si evita, in questo modo, che si creino assembramenti negli studi dei medici di famiglia rendendoli anche più sicuri verso tutti gli altri utenti che hanno bisogno di visite non collegate al Covid. I parcheggi messi a disposizione sono: Chiaiano, palazzetto ex palasport MarioArgento ed ex mercato ortofrutticolo". Sparano precisa che "i tamponi si effettueranno in modalità 'drive in' tutti i giorni dalle 10 alle 16, fino al 31 dicembre. È necessaria la prenotazione presso la sede di riferimento del distretto di appartenenza".

7:07 - in Campania boom di guariti, 1080 casi positivi

Sono 1.080 i casi positivi registrati nelle ultime ore in Campania, di cui 73 sintomatici, su 12.360 tamponi effettuati, il rapporto tra positivi e test eseguiti è pari all'8,7%. Trentacinque le persone decedute, mentre aumentano i guariti che raggiungono quota 2.575. Questo, invece, il report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 140; Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata); Posti letto di degenza occupati: 1.898.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24