Maltempo, crolla facciata di uno stabile vicino Napoli. In Campania allerta arancione

Campania

L'incidente forse per effetto delle forti piogge cadute. Sul posto ci sono i carabinieri e i vigili del fuoco. Sono in corso verifiche ma non risulterebbero persone coinvolte

La facciata di un casolare disabitato e già in pessimo stato di conservazione è crollata questa mattina in via Castello a Bacoli, in provincia di Napoli, durante il violento nubifragio che si è abbattuto su tutta l'area flegrea. Sul posto ci sono i carabinieri e i vigili del fuoco. Tre famiglie sono state sgomberate in via precauzionale, tuttavia al momento, come informa il sindaco del comune flegreo, non risultano feriti. Le persone sgomberate, per lo più anziane, verranno ospitati presso i domicili dei propri figli o di parenti. Sotto la pioggia battente si sta scavando tra le macerie per verificare se sotto i detriti possa trovarsi qualche clochard che, occasionalmente, secondo quanto segnalato dai residenti, avrebbe potuto trovare riparo per la notte, in prossimità del luogo del cedimento. Il comune ha individuato i proprietari dell'immobile ed emesso un'ordinanza ad intervenire 'ad horas' per ripristinare la sicurezza. (IL METEO IN CAMPANIA)

In Campania allerta arancione fino alle 24

La Protezione Civile della Regione Campania intanto ricorda che è in atto l'allerta meteo arancione sull'intero territorio regionale, ad esclusione della zona 4 (Alta Irpinia e Sannio) dove la criticità è di colore giallo. In considerazione dell'attuale situazione è stata prorogata di ulteriori 24 ore l'allerta meteo su tutto il territorio regionale, anche se i fenomeni tenderanno ad alleggerirsi. Dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani si passa a una criticità idrogeologica gialla sull'intero territorio regionale ad esclusione della zona 4 dove, invece, si passa al Verde. La perturbazione persisterà sulla Campania anche nei prossimi giorni e non si escludono ulteriori proroghe dell'allerta meteo: sono previste nuove perturbazioni anche intense soprattutto nella giornata di martedì 8 dicembre. 

Mare mosso e allagamenti a Napoli

Nubifragio nella notte e nelle prime del mattino a Napoli: numerosi gli allagamenti di sottopassi e scantinati. Diverse le segnalazioni di alberi abbattuti e di cartelli stradali finiti a terra anche a causa del forte vento che ha flagellato in particolare l'area costiera provocando anche lo stop ai collegamenti marittimi. Mentre Ischia è stata collegata con alcune corse di navi traghetto tra ieri ed oggi, per l'isola di Procida nelle ultime 36 ore è stato effettuato un solo collegamento in arrivo ed uno in partenza, con nave. Il mare molto mosso previsto renderà difficili i collegamenti marittimi per il resto della giornata di oggi e per quella di domani.

Temporali nel Casertano e nel Napoletano

Precipitazioni anche a carattere temporalesco stanno interessando, in particolare, in Campania diversi Comuni del Casertano e della provincia di Napoli. Interventi da parte di squadre della Protezione civile della Regione Campania dotate di idrovore sono in corso a Torre del Greco. Sotto osservazione il fiume Liri-Garigliano. Prosegue il monitoraggio da parte del Centro funzionale e della Sala operativa, in stretto raccordo anche con il Dipartimento Nazionale: si è svolto questa mattina un comitato operativo e nel pomeriggio si terrà un nuovo brief. Si segnalano in diverse aree del territorio temporali anche di forte intensità, venti forti meridionali con raffiche e mare agitato. Un quadro meteo aggravato anche dalle precipitazioni degli ultimi giorni, che viene associato ad un rischio di dissesto idrogeologico diffuso. Attenzione anche a Sapri e Montecorice dove sono in atto due interventi di somma urgenza da parte del Genio civile di Salerno, proprio in conseguenza degli eventi dei giorni scors

Allagamenti e crolli, gravi disagi nel Salernitano

Tantissimi i disati anche in provincia di Salerno. Strade interrotte, cimiteri chiusi e allagamenti in scantinati e sottopassi. È questa la situazione che si sta vivendo in molti comuni della zona. A Salerno, Pellezzano, Scala e Sapri, è stata disposta la chiusura del cimitero, mentre a Sarno il sindaco Giuseppe Canfora ha invitato la cittadinanza a evitare l'uso dei sottopassi che risultano allagati. Il sindaco di Pellezzano Francesco Morra, invece, sul suo profilo Fb, ha avvisato che la strada statale 88 nei pressi del confine con il Comune di Pellezzano, all'altezza delle Fonderie Pisano è bloccata a causa della caduta di un albero provocata dal maltempo, che impedisce di proseguire lungo questo percorso. Allagamenti e disagi a Mercato San Severino, Scafati e a Pagani. A San Cipriano Picentino, in via Camporaso, c'è un albero caduto, per ora la strada è chiusa, gli operatori stanno intervenendo per la rimozione. Spostandosi a sud, a Sapri, per il momento la situazione regge. Il sindaco Antonio Gentile ha fatto pulire tutti i canali istruiti nei giorni scorsi dalle violente mareggiate e dalle forti piogge.

Ad Avellino il forte vento ha divelto le strutture per il drive-in allestite a Campo Genova da Asl ed Esercito per effettuare i tamponi: non sarà quindi possibile almeno nei prossimi giorni sottoporsi ai test

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.