Covid, in Campania 1.521 nuovi casi su 18.636 tamponi

Campania
©Ansa

Il totale dei positivi in Campania è di 16.3741 mentre dall'inizio della pandemia sono stati processati 1.677.237 tamponi. I deceduti sono invece 55

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 1.521 i pazienti che in in Campania nelle ultime 24 ore sono risultati positivi al Covid 19. Gli asintomatici sono 1383 mentre i sintomatici sono 138. I tamponi esaminati sono stati 18.636.

"Si tratta di una misura che abbiamo fortemente voluto e per la quale ho anche scritto personalmente al Presidente del Consiglio Conte - sottolinea il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito all'erogazione del bonus alimentare -. Raggiungeremo oltre 50mila famiglie alle quali consentiremo di respirare durante le festività natalizie. Sarà un Natale di cuore, solidarietà e concretezza". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:00 - In Campania 1.521 nuovi casi su 18.636 tamponi

Sono 1.521 i pazienti che in in Campania nelle ultime 24 ore sono risultati positivi al Covid 19. Gli asintomatici sono 1383 mentre i sintomatici sono 138. I tamponi esaminati sono stati 18.636. Il totale dei positivi in Campania è dunque di 163741 mentre dall'inizio della pandemia sono stati "processati" 1677237 tamponi. I deceduti sono invece 55 (15 deceduti nelle ultime 48 ore e 40 deceduti in precedenza ma registrati ieri;) mentre i guariti sono sono 1961. I posti letto di terapia intensiva, al momento, disponibili sono 656 mentre quelli occupati sono 165. I Posti letto di degenza disponibili sono 3160 e 1558 quelli occupati.

14:19 - Nel Casertano positivi attuali sotto quota dodicimila

Scende sotto quota dodicimila il numero delle persone attualmente positive nel Casertano. Emerge dal report giornaliero dell'Asl di Caserta, che certifica 240 nuovi positivi con 2359 tamponi effettuati, e un rapporto tra test e nuovi contagi di poco superiore al 10%. Ma il dato che desta sempre più speranze è quello dei guariti, molto alto anche oggi come avviene ormai da quasi due settimane: sono 853 le persone che nelle ultime 24 ore si sono lasciate alle spalle il Coronavirus, e proprio tale cifra ha ridotto drasticamente il numero dei positivi attuali, in calo costante da giorni. Un solo decesso si è verificato nelle ultime 24 ore, per un totale da inizio pandemia di 311 persone decedute causa Covid; il dato è importante, perché negli ultimi giorni il conto delle vittime era sempre molto salato.

13:54 – Ischia, l'appello della catena alimentare: 'Aiutateci'

Un appello diretto e senza giri di parole "Aiutateci" è quello che lancia la catena alimentare 'Nunzia Mattera' di Ischia nell'imminenza del Natale. L'associazione che da cinque anni aiuta gli isolani indigenti chiede oggi aiuto per le decine di famiglie messe in crisi dalla pandemia ed a cui, due volte al mese, distribuisce pacchi con generi alimentari di prima necessità e lo fa con un video diffuso attraverso i social network girato e montato da Luca Ricci (videomaker ischitano che ha collaborato tra l'altro a tutti i film girati ad Ischia negli ultimi anni) e narrato dalla voce di Massimo Pagano, attore teatrale napoletano da anni membro della compagnia di Luigi De Filippo. Un clip lungo un minuto realizzato con immagini girate durante l'ultima distribuzione di cibo di giovedì, in cui sono stati consegnati alimenti e pannolini ad oltre 150 famiglie ischitane. "La pandemia ha reso la vita difficile a tutti" dice Franco Di Noto Morgera, presidente della Catena Alimentare "a noi basta però anche un piccolo contributo, un aiuto minimo da parte di tanti può permetterci di alleviare le difficoltà di quelli di noi meno fortunati; Natale è vicino e col vaccino della generosità possiamo renderlo più dignitoso per tutti". Oltre che con donazioni in denaro gli aiuti alla Catena Alimentare possono essere dati con generi alimentari di prima necessità, consegnati alla sede di Casamicciola oppure acquistati e depositati negli appositi carrelli presenti in tutti i supermercati dell'isola.

12:48 - A Napoli mamme 'No dad' di nuovo in piazza

Al suono di un campanellino, a ricordare la campanella della scuola, ha preso il via il flash mob delle mamme No Dad. Tantissimi i cartelli che sfilano tra cui 'Usciamo dagli schermi', 'La scuola è a scuola', 'Tenimm' e scoll' n fronte', 'Rifugiati didattici'. In piazza Plebiscito, a Napoli, le mamme No Dad hanno formato un grandissimo cerchio e hanno intonato lo slogan "De Luca buffone, ridacci l'istruzione". Le mamme denunciano che "tutto sta ripartendo anche in Campania tranne la scuola". "Vorrà dire - dicono - che saremo costretti ad andare in altre Regioni per vedere garantito il diritto alla scuola per i nostri bambini. Chiediamo che qualcuno ci porti a scuola". E per rendere questa idea, mamme e bambini hanno portato con loro piccoli trolley o valigie realizzate in cartone.

11:42 - A Napoli via Ippocrate per operatori morti in servizio

A Napoli ci saranno strade intitolate ai Beatles, ad Alighiero Noschese, a Ippocrate (in memoria degli operatori sanitari morti sul fronte della lotta al Covid) e all'agente Pasquale Apicella, caduto in servizio. Lo ha deciso la Commissione consultiva per la Toponomastica cittadina, presieduta dal sindaco Luigi de Magistris con l'assessore Alessandra Clemente, nella seduta in cui è stata approvata la denominazione 'Stadio Diego Armando Maradona' per l'impianto di Fuorigrotta con l'esame e l'approvazione di altre proposte.

11:40 - Saues: "No indennità medici da Asl Napoli 3 e Caserta"

"Malgrado le nostre ripetute sollecitazioni di merito né l'Asl Napoli 3 né quella casertana hanno ancora provveduto a riconoscere l'indennità regionale ai medici convenzionati di emergenza territoriale". Lo denuncia il presidente nazionale del Saues, sindacato autonomo urgenze emergenza sanitaria Paolo Ficco che nelle scorse ore ha inviato al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e al ministro della Salute Roberto Speranza l'invito ad intervenire con "assoluta determinazione". "A prescindere dalla questione di carattere giuridico di difforme e penalizzante interpretazione di una norma regionale da parte di queste due Asl - sottolinea Ficco - è davvero sorprendente come neppure il prevedibile esodo di questi medici verso altri Servizi sanitari, sicuramente meno rischiosi e stressanti e più remunerativi, abbia portato al ravvedimento dei vertici delle due aziende sanitarie". "Eppure - rileva il presidente del Saues - parliamo di figure professionali assolutamente determinanti nella gestione del paziente affetto dal Covid-19, di professionisti impegnati anche in compiti di non propria competenza come quello dei trasporti secondari da un ospedale all'altro, del trasporto dializzati nelle strutture specializzate o dell'esecuzione dei tamponi presso il domicilio dei pazienti". Di qui l'appello al ministro Speranza e al governatore campano De Luca perché, "in coerenza con le proprie funzioni di vigilanza e controllo, intervengano tempestivamente scongiurando peraltro l'ulteriore grave impoverimento del servizio di emergenza 118 e pertanto ulteriori e gravi danni e disagi ai pazienti".

11:29 - Un palestra aperta a Napoli, clienti in centro benessere

Un cliente utilizzava la palestra mentre altri due erano nel centro benessere. Questo è quanto hanno scoperto i carabinieri nel quartiere Posillipo di Napoli. Nonostante le disposizioni anti Covid che determinano la chiusura delle palestre, il locale era aperto e ad al suo interno c'era anche il titolare. I militari, vedendo la saracinesca leggermente aperta, hanno pensato inizialmente ad un furto. Hanno, così, controllato ed hanno scoperto quello che invece stava accadendo. Il titolare è stato sanzionato insieme ai tre clienti per non aver rispettato le recenti normative anti-contagio. Il locale è stato chiuso temporaneamente per cinque giorni. 

10:42 - Luigi de Magistris, bonus alimentare per 50mila famiglie

"Si tratta di una misura che abbiamo fortemente voluto e per la quale ho anche scritto personalmente al Presidente del Consiglio Conte". Lo sottolinea il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito all'erogazione del bonus alimentare. "Raggiungeremo oltre 50mila famiglie alle quali consentiremo di respirare durante le festività natalizie. Sarà un Natale di cuore, solidarietà e concretezza", ha aggiunto. 

10:32 - Panini-Buonanno: "Pronti a erogazione bonus alimentari"

La Giunta comunale, su proposta del vicesindaco con delega al Bilancio, Enrico Panini, e dell'assessore alle Politiche Sociali, Monica Buonanno, ha approvato, ieri sera tardi, la Delibera che stabilisce le linee per l'utilizzo del Fondo di Solidarietà Alimentare di 7.625.344,16 euro assegnato con il Decreto Ristori Ter, di oltre un milione proveniente dal Fondo Comunale "Cuore di Napoli" e 80mila euro riconosciuti al Comune di Napoli dall'Anci Nazionale. Questo è quanto si legge in una nota del Comune di Napoli. "Se alla precedente ondata dell'operazione "Buoni Spesa", avvenuta durante la prima fase dell'emergenza da Covid-19, l'Amministrazione è riuscita a garantire buoni a circa 27.000 famiglie napoletane - si spiega - con il nuovo fondo a disposizione si prevede di aiutare oltre il doppio delle famiglie". "Dalle ore 12,00 di lunedì 7 dicembre e fino alle ore 14,00 di sabato 12 dicembre - dicono il vicesindaco Enrico Panini e l'assessore Monica Buonanno - sarà possibile richiedere il 'Bonus Spesa' collegandosi al sito del Comune di Napoli dalle ore 08.00 alle ore 20.00. Stiamo lavorando alacremente e celermente con tutti i servizi e il personale, oltre che con la commissione consiliare Welfare, per rendere immediatamente attiva la misura di sostegno, con la finalità di assicurare per le festività Natalizie un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà, alleviando i disagi causati della pandemia da virus Covid 19. Le economie locali, i lavoratori precari o non tipizzati e i cittadini particolarmente fragili si trovano a vivere nuove difficoltà nella 'zona rossa', affrontando una situazione di emergenza sanitaria e sociale di assoluta gravità". "Il 'Bonus Spesa' - chiariscono - presenta alcune novità rispetto alla fase del lockdown: abbiamo voluto agire secondo il principio di un welfare modulare, calibrato sui differenti bisogni e fragilità; confermiamo l'utilizzo della piattaforma digitale, che ci ha permesso di controllare a monte eventuali problemi, ma è stata resa più intuitiva e raggiungibile anche da cellulari e smartphone; la platea degli utenti, salvo disponibilità del fondo, è stata ampliata anche ai percettori di reddito di cittadinanza con un nucleo familiare più numeroso fino a quelli composti da tre persone, secondo i controlli dell'anagrafe cittadina". "Prima di Natale - concludono - contiamo di erogare i primi bonus: i beneficiari verranno informati tramite un sms in cui verrà comunicato il pin e la lista dei supermercati più vicini al luogo di residenza dove poter effettuare la spesa; basterà poi solo comunicare il pin alla cassa per usufruirne. Siamo costantemente al lavoro per far sì che tutti i cittadini possano uscire da questo duro periodo con le minori ripercussioni possibili e vivere un sereno Natale". Sarà possibile per i cittadini che hanno bisogno di assistenza per la corretta compilazione della domanda rivolgersi in maniera totalmente gratuita ai Caf che aderiranno, il cui elenco sarà pubblicato sul sito internet del Comune. "Si tratta di una misura che abbiamo fortemente voluto - afferma il sindaco de Magistris - e per la quale ho anche scritto personalmente al presidente del Consiglio Conte. Raggiungeremo oltre 50.000 famiglie alle quali consentiremo di respirare durante le festività natalizie. Sarà un Natale di cuore, solidarietà e concretezza".

8:22 - In Campania 1.651 nuovi casi su 18.733 tamponi

Continua a scendere, in Campania, la curva dei contagi. Ieri la percentuale positivi-tamponi esaminati è stata pari all'8,8%. Secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania sono 1.651 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore - 135 i sintomatici - su 18.733 tamponi esaminati. Alto, invece, il numero dei decessi 42 nelle ultime 48 ore e 43 deceduti in precedenza ma registrati ieri;. Questo, invece, il Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 166; Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata); Posti letto di degenza occupati: 1.999.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.