Covid, in Campania 2.022 contagi su 19.063 tamponi eseguiti

Campania

Secondo i dati dell'Unità di Crisi i deceduti sono 36 (11 nelle ultime 48 ore e 25 morti in precedenza ma registrati ieri). I guariti sono 1.583

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 2.022 i positivi in Campania nelle ultime 24 ore (di cui 1.861 asintomatici e 161 sintomatici) su 19.063 tamponi con una percentuale positivi-test del 10,60 per cento (ieri era del 12,40%). Secondo i dati dell'Unità di Crisi i deceduti sono 36, 11 nelle ultime 48 ore e 25 morti in precedenza ma registrati ieri (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE DEL CONTAGIO).

18:09 - Sindaco Salerno chiude scuole fino al 7 dicembre

A Salerno, fino al 7 dicembre, resteranno chiusi asili nido e scuole d'infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni), mentre le prime classi della scuola primaria proseguiranno con la didattica a distanza. Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli lo ha disposto con una ordinanza firmata oggi. "La decisione - afferma il sindaco - è stata assunta al fine di uniformare la data di ripresa della scuola in presenza a quella disposta con ordinanza regionale per le classi della scuola primaria diverse dalla prima e per la prima classe della scuola secondaria di primo grado. La determinazione è altresì dovuta alla necessità di procedere alla compiuta valutazione dell'attività di monitoraggio dei dati di contesto, a garanzia della tutela della salute di alunni, personale scolastico e parascolastico." Il Comune di Salerno - aggiunge il sindaco - è impegnato per consentire quanto prima il ritorno in aula. Sarà intensificata in tale prospettiva l'attività di monitoraggio sanitario e la collaborazione con i dirigenti scolastici che, fin da subito, hanno dimostrato, unitamente al personale docente ed Ata, grande disponibilità ed abnegazione per contribuire a superare tutte le problematiche logistiche ed organizzative causate dal Covid-19 e garantire il rientro in sicurezza".

16:54 - In Campania cala ancora curva contagi, positivi sono 2.022

Sono 2.022 i positivi in Campania nelle ultime 24 ore (di cui 1.861 asintomatici e 161 sintomatici) su 19.063 tamponi con una percentuale positivi-test del 10,60 per cento (ieri era del 12,40%). Secondo i dati dell'Unità di Crisi i deceduti sono 36 (11 nelle ultime 48 ore e 25 morti in precedenza ma registrati ieri). I guariti sono 1.583. Il report posti letto su base regionale indica in 183 i posti di terapia intensiva occupati e in 656 i posti letto di terapia intensiva disponibili. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 (posti letto Covid e offerta privata), quelli di degenza occupati sono 2.165.

16:26 - Nel Casertano guariti ancora superiori ai contagiati

Per il settimo giorno di fila, i guariti dal covid superano i nuovi positivi nel Casertano. Dal report giornaliero dell'Asl di Caserta emerge che sono oltre seicento (619) le persone che nelle ultime 24 ore sono state dichiarate guarite, a fronte di 249 nuovi contagiati. Il saldo giornaliero tra i due dati fa dunque calare di quasi 400 unità (378) il computo totale, nel Casertano, delle persone attualmente positive, che sono oggi 14535; un numero ancora molto elevato, che però va letto tenendo conto che da giorni le curva epidemica è in discesa, e la stessa percentuale quotidiana di tamponi positivi si sta attestando intorno al 10% (oggi all'11,8%), dopo aver toccato quote molto alte, fino anche al 30%. Il dato che si mantiene costante è quello delle vittime: oggi sono otto, per un totale da inizio pandemia di 283 persone decedute a causa del coronavirus, due terzi delle quali - 187 - sono morte in questo "novembre nero". Sul fronte dei dati nei vari comuni, nel capoluogo Caserta i contagi sono scesi sotto quota mille (980), mentre resta Aversa la città della provincia con più persone attualmente positive (1002), anche se da giorni i numeri sono in calo.

14:51 - Nel Casertano associazione invia infermieri a casa

Parte domani a Cesa (Caserta), comune tra i più colpiti dal coronavirus (233 casi attuali e 10 morti), il progetto "Nurse at Home", che prevede il servizio di assistenza infermieristica domiciliare per i pazienti sospetti o infetti da Covid19. L'Amministrazione Comunale,guidata da Vincenzo Guida, ha concluso infatti una convenzione con l'associazione "Albero della Vita", che metterà a disposizione infermieri che potranno andare a casa delle persone per prestare assistenza. Tutte le iniziative saranno assunte dagli infermieri di intesa con i medici di base che hanno in cura il paziente; il progetto sarà attivo dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 19) ed il sabato (8-12). Potranno usufruire del servizio, gratuito per i residenti di Cesa, i pazienti affetti da Covid19 che non necessitano di ricovero ospedaliero, i pazienti che presentano sintomi in attesa del tampone o in attesa dell'esito già segnalati, e i conviventi di pazienti affetti da Covid19 già in isolamento.

14:11 - Sindaco di Torre del Greco, morta 52enne: è la 22ma vittima

Si aggrava il bilancio delle vittime da Covid-19 a Torre del Greco (Napoli). Ieri è morta una donna risultata positiva nei giorni scorsi e ricoverata in un Covid Center regionale. Con i suoi 52 anni, è la più giovane vittima della cosiddetta seconda ondata nella città vesuviana, che dal 23 ottobre ha contato 22 decessi mentre da inizio pandemia i morti sono stati 42.Ad aggiornare i dati è il sindaco Giovanni Palomba, a capo del centro operativo comunale. Stando ai dati forniti dal primo cittadino, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 17 nuovi casi a fronte di 25 guarigioni. Si attesta così a 965 il numero complessivo dei soggetti attualmente positivi al Coronavirus, 22 dei quali ospedalizzati. 

13:57 - Torre Annunziata, fa esplodere fuochi per nascita figlia: denunciata

Per festeggiare la nascita della figlia ha deciso di fare esplodere in strada una batteria composta da cento fuochi d'artificio violando le restrizioni legate alle normative anti-Covid. È accaduto a Torre Annunziata (Napoli) dove i carabinieri della locale compagnia hanno denunciato un incensurato di 27 anni: l'uomo ha infatti acceso gli artifizi pirotecnici per celebrare l'evento. Al momento dell'arrivo dei militari sono state trovate altre persone intente a godersi lo ''spettacolo'' che sono state sanzionate. Nel corso dei controlli i carabinieri hanno anche chiuso due bar: il primo a corso Umberto, sempre a Torre Annunziata, dove il titolare di una caffetteria è stato sorpreso mentre effettuava attività di ristorazione diversa dall'asporto. Il bar è stato temporaneamente chiuso. Stessa sorte per un locale in via Passanti Nazionale a Terzigno. Nove complessivamente le sanzioni notificate per violazioni alle norme anti contagio, gran parte delle quali per spostamenti tra Comuni non giustificati e assenza dei dispositivi di protezione individuali. 

13:14 - De Luca: "Sempre difeso lavoro straordinario dei nostri sanitari"

"Stiamo assistendo in queste ore a un ennesimo polverone mediatico fondato sul nulla. Premesso che abbiamo difeso e tutelato da sempre il lavoro straordinario fatto dal nostro personale sanitario, premesso che nessuno ha neanche citato la categoria degli anestesisti, ci troviamo di fronte, dopo 24 ore, a strani comunicati proposti da soggetti da nessuno chiamati in causa". Lo scrive su Facebook il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, replicando ai comunicati di tutti i sindacati dei medici di ieri in merito alle sue parole nella diretta fb di venerdì. De Luca ripubblica la parte del video in cui parla del "99% del personale medico che sta facendo un lavoro immane ma c'è una piccola percentuale di farabutti" che negli ospedali negherebbero di avere posti di terapia intensiva libera. E spiega: "Nel corso della periodica riunione con i direttori generali - afferma oggi - e l'Unità di crisi, è stato segnalato un episodio grave avvenuto nel pomeriggio del 17 novembre. I familiari di un giovane paziente Covid, ricoverato in una clinica privata e per il quale si richiedeva un ricovero in terapia intensiva, segnalavano che dal 118 territoriale arrivavano notizie sulla inesistenza di posti letto liberi. Questa notizia era falsa. I posti letto c'erano. Dopo numerosi interventi da parte dell'Unità di Crisi regionale, il paziente è arrivato in un ospedale di Napoli in tarda serata. Ancora una volta veniva opposto al personale dell'ambulanza la indisponibilità di posti liberi. Era un'ennesima comunicazione falsa. Tant'è che alle ore 23 il paziente è stato accolto nel posto libero di terapia intensiva". "A tutela - conclude il governatore - dei cittadini, dei pazienti, dei loro familiari e a tutela del lavoro e del sacrificio enorme di migliaia di medici e infermieri, è stato disposto di accertare chi aveva mancato al suo dovere elementare, dando notizie non vere. Questo è tutto. Veramente non ci sono parole. A conferma dell'ennesima strumentalizzazione mediatica, ripropongo le parole dette, a tutela del 99 per cento del personale e a tutela dei diritti dei cittadini".

12:26 - Piano di Sorrento, in Rsa 39 positivi: nessuno grave

Sono 39 le persone che hanno contratto, in varie forme, il Sars-Cov-2 nella casa di riposo San Michele Arcangelo di Piano di Sorrento (Napoli), di cui 32 ospiti e 7 persone impiegate, sotto varie forme, nella loro assistenza. La casa di riposo conta un totale di 25 persone addette tra cucina, pulizia, assistenza, tra queste 4 suore. Ieri sera sono stati reclutati 2 infermieri in sostituzione di quelli ammalati e ancora se ne cercano altri. I pazienti sono tutti sotto osservazione e al momento sono stati separati i positivi dai negativi grazie anche all'aiuto degli uomini della Protezione Civile e della Croce Bianca della Costiera Sorrentina in cui operano volontari. "Abbiamo fatto la suddivisione destinando due piani ai positivi e uno alle persone che non hanno contratto il virus" ha fatto sapere il direttore della casa di riposo Salvatore Aversa; "appena abbiamo riscontrato la positività di due ospiti abbiamo fatto fare il tampone a tutti e avviato la procedura di assistenza anticovid, questo senza dubbio ha aiutato i nostri anziani a non sviluppare forme aggressive del virus. Hanno sintomi leggeri, un po' di febbre, inappetenza, astenia. Da ieri sera siamo riusciti a recuperare infermieri in sostituzione di quelli ammalati per poter assistere tutti al meglio". Una situazione delicata visto che gli anziani sono ultraottantenni, (tra loro anche una persona di centodue anni e vari novantenni). La casa di riposo è una Fondazione onlus della Curia, con la partecipazione di alcuni privati, e presieduta dal parroco don Pasquale Irolla della chiesa di San Michele. "Sono tutti in condizioni cliniche stazionarie con discreti parametri vitali" ha detto il sindaco di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, medico: "li stiamo seguendo passo passo visto la vulnerabilità dovuta all'età".

11:35 – Napoli, festa in albergo interrotta dalla polizia

Una festa abusiva è stata interrotta dalla polizia ieri sera in un albergo nel centro di Napoli e 19 persone sono state sanzionate in base alla normativa anticovid. Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, sono intervenuti, infatti, in una struttura alberghiera di Corso Umberto per la segnalazione di una festa con musica ad alto volume e la presenza di numerose persone. I poliziotti, giunti sul posto, hanno appreso dall'addetto alla reception che si stava svolgendo una festa privata organizzata da alcuni ragazzi. Nell'area comune della struttura, adibita a discoteca, vi erano diversi giovani intenti a ballare creando un assembramento; erano anche privi della mascherina: Alcuni si sono allontanati mentre altri 18, tra i 19 e i 34 anni, sono stati identificati e sanzionati, insieme con l'addetto della reception.

8:07 – In Campania 2.729 contagi su 22.007 tamponi

Sono 2.729 i positivi in Campania nelle ultime 24 ore (di cui 2.461 asintomatici e 269 sintomatici) su 22.007 tamponi con una percentuale positivi-test del 12,4%. Secondo i dati dell'Unità di Crisi i deceduti sono 49 i decessi mentre i guariti sono 2.279. Il report posti letto su base regionale indica in 186 i posti di terapia intensiva occupati e in 656 i posti letto di terapia intensiva disponibili. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 (posti letto Covid e offerta privata), quelli idi degenza occupati sono 2.164.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.