Covid Campania, diretta De Luca: “Il Governo genera caos, meglio mandarlo a casa”

Campania

"Fatti salvi 3 o 4 ministri non è un Governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandarlo a casa", ha affermato De Luca

Si è tenuta oggi la diretta Facebook del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con gli aggiornamenti sulla situazione Covid nella regione. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - LA SITUAZIONE IN CAMPANIA)

16:31 - “Noi volevamo chiudere tutto ad ottobre”

"Noi eravamo per chiudere tutto ad ottobre, per un mese, per avere una operazione di fermo del contagio e che ci avrebbe fatto stare tranquilli a Natale. Da sempre abbiamo avuto una linea di rigore più degli altri, da soli. Il Governo ha fatto un'altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati, facendo la scelta della cosiddetta risposta proporzionale, più aumenta contagio più prendiamo provvedimenti. Una scelta totalmente sbagliata, perché il contagio non aumenta in modo lineare, ma esponenziale". Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb. "Questa scelta del Governo - aggiunge - ha fatto perdere due mesi preziosi, nel corso dei quali abbiamo avuto un incremento drammatico di contagi e decessi". Definisce una "scelta scriteriata la divisione in zone dell'Italia". E torna a parlare della scuola: "Hanno deciso che bisognava tenerle aperte. Ricordate le dichiarazioni della Azzolina supportate dal presidente del Consiglio. Ora hanno fatto ciò che noi abbiamo fatto un mese fa e nessuno ha chiesto scusa".

16:24 - “In tv camorrologo milionario vestito da carrettiere"

Il governatore della Campania se la prende anche con "il camorrologo di professione che, anche se milionario, è vestito come un carrettiere perché fa tendenza". "Continua a parlare di cose di cui non capisce nulla - ha aggiunto - lo invito a fare un dibattito".

16:07 - “C'è chi sta male se la Campania non è il peggio”

"Napoli e la Campania non possono non essere il peggio del peggio e se non lo siamo ci sta gente che sta male in Italia e qualche imbecille pure a Napoli". Così' il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, citando il caso del paziente ritrovato morto in bagno all'ospedale Cardarelli. "Ho letto sui giornali 'Negli ospedali della Campania si muore nei bagni' - ha sottolineato - una vergogna senza fine, non ci sono parole per quello che hanno scatenato contro di noi".

15:56 - “Il solo nome Di Maio mi procura reazioni”

"Di Maio era quello che ha criticato la nostra scelta degli ospedali modulari perché secondo lui si sprecava denaro pubblico - ha detto - è uno degli esponenti di Governo che avrebbe dovuto impegnarsi per fare arrivare il personale medico. Voleva continuare a tenere il commissario in Campania, così avremmo fatto la fine peggio della Calabria. E parla, parla. Mi voglio fermare perché il solo nome di questo soggetto mi procura reazioni di istinto che vorrei controllare almeno per le prossime ore".

15:49 - “Il Governo genera caos, meglio vada a casa”

"Fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo", ha poi affermato il governatore. "Se bisogna stare al governo con questi personaggi sarebbe meglio mandare a casa questo governo - ha sottolineato - perché non è tollerabile, ho detto a qualche esponente del Pd, alcun rapporto di collaborazione con ministri come Spadafora che ha raccontato bestialità o con il signore di cui ho fatto il nome (Luigi Di Maio, ndr) che ho sfidato ad un dibattito pubblico già anni fa e rinnovo l'invito in diretta tv sperando che non faccia il coniglio come ha fatto nei 3-4 anni precedenti".

15:38 - “Prenderemo provvedimenti rigorosi”

"Prenderemo provvedimenti rigorosi sul Lungomare di Napoli, le strade della movida, dovunque andremo avanti senza guardare in faccia nessuno". "Se il Governo assumerà misure di rigore - aggiunge - dico meglio tardi che mai".

15:27 - “De Magistris anziché chiudere sporca immagine città”

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, chiama di nuovo in causa l'immagine del Lungomare di Napoli affollato nello scorso weekend: immagini che "non motivano la zona rossa ma la zona strarossa, cose vergognose". "Il sindaco avrebbe dovuto decidere ma era impegnato a girare per le tv a farsi pubblicità - ha aggiunto De Luca- abbiamo avuto sindaci coraggiosi e responsabili che hanno chiuso perchè erano preoccupati e poi c'è chi girava per le televisioni a sporcare l'immagine di Napoli e della Campania. Non ci sono parole"

15:20 - De Luca: “Quella del Governo è stata una scelta sbagliata”

15:20 - “La Campania era per chiudere tutto a ottobre, il Governo ha fatto un'altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati, facendo la scelta della cosiddetta risposta proporzionale. Una scelta totalmente sbagliata, perché il contagio non aumenta in modo lineare, ma esponenziale", ha aggiunto De Luca. "Questa scelta del Governo - aggiunge - ha fatto perdere due mesi preziosi, nel corso dei quali abbiamo avuto un incremento drammatico dei contagi e dei decessi".

15:17 “Oggi fa il rigorista chi ha banalizzato il problema”

"La cosa intollerabile è che quelli che hanno banalizzato il problema, hanno perduto mesi preziosi e che non hanno mosso un dito sembra che oggi siano tutti diventati rigoristi", ha aggiunto De Luca citando i provvedimenti presi in tutti questi mesi e sottolineando come da parte del Governo e del Comune di Napoli non sia stato fatto lo stesso. In merito al Comune di Napoli, De Luca parla di "nullità assoluta".

15:12 - De Luca: “Da 3-4 giorni in calo la percentuale di positivi”

"Oggi in Campania sono 3.900 nuovi contagi con una percentuale di positivi su 25mila tamponi che è del 16,5%. Da 3-4 giorni la percentuale di positivi scende leggermente, speriamo sia una tendenza", ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "190 persone sono ricoverate in terapia intensiva, il 27% di occupazione delle terapie - ha aggiunto - I posti letto sono sufficienti oltre 500 disponibili per pazienti Covid". Ad oggi, la Campania, "continua ad avere il tasso più basso di mortalità per Covid".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24