Coronavirus Campania, De Luca: "Oggi abbiamo 14 contagi"

Campania
©Ansa

Il presidente della regione Campania ha affermato che "quattro sono relativi allo screening fatto sul Litorale Domizio presso un campo di extracomunitari, alcuni sono invece relativi a un focus che abbiamo a Pisciotta, nel Cilento di persone che erano proveniente da Capri e che avevano avuto contatti con il gruppo di ragazzi che venivano da Roma e risultati positivi"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

"Oggi abbiamo 14 contagi". Lo ha detto Vincenzo de Luca, presidente della regione Campania, parlando dei casi positivi al coronavirus. Di questi 14, fa sapere De Luca, "quattro sono relativi allo screening fatto sul Litorale Domizio presso un campo di extracomunitari, alcuni sono invece relativi a un focus che abbiamo a Pisciotta, nel Cilento di persone che erano proveniente da Capri e che avevano avuto contatti con il gruppo di ragazzi che venivano da Roma e risultati positivi". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:20 - Campania: 1.555 tamponi effettuati, zero decessi e un guarito

Sono 14 i casi positivi oggi in Campania su 1.555 tamponi esaminati. Lo rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania. Zero i decessi registrati ed una persona guarita. Ad oggi il totale dei positivi al Coronavirus è di 4.926 su 324.552 tamponi; 4127 le persone guarite.

15:57 - De Luca: "Covid arriva da paesi con forte epidemia"

"É chiaro che noi abbiamo un problema legato all'importazione, soprattutto da Paesi a forte epidemia in questo momento: Bulgaria, Romania, Serbia". Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. "Basta un minimo di senso di responsabilità - ha affermato - per poter governare con tranquillità in questa fase di transizione". "Dobbiamo continuare a far crescere il senso di responsabilità, la prudenza nei comportamenti - ha aggiunto - perché è evidente che nel momento in cui il Governo nazionale apre tutto, attività economiche di spettacolo, le frontiere, abbiamo un solo modo per tutelare garantirci: l'uso delle mascherine, lavaggio frequente delle mani, evitare assembramenti, in condizioni di non tranquilla sanitaria". "Mi auguro che soprattutto sui mezzi di trasporto si applichino le regole dell'ordinanza regionale in maniera rigorosa - ha concluso - Se su un autobus, su un treno, su un traghetto c'è anche una sola persona senza mascherina bisogna interrompere il servizio facendo scendere quella persona perché non possiamo far correre il rischio ad un'intera comunità per comportamenti irresponsabili".
"L'obiettivo di questa legge è duplice: da un lato il lavoro per giovani professionalizzati, dall'altro l'umanizzazione del servizio sanitario regionale". Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, parlando della legge, approvata all'unanimità, che istituisce lo psicologo di base. "Migliaia di giovani professionalizzati - ha affermato - sono spesso costretti ad alimentare il flusso della migrazione perché non hanno lavoro". "Il disagio mentale non fa notizia, si limita a rendere un calvario la vita dei pazienti e dei familiari - ha aggiunto - stiamo lavorando per potenziare i servizi e offrire una assistenza adeguata alle famiglie, processo di socializzazione". Lo psicologo di base lavorerà in un campo vastissimo - ha sottolineato - dall'uso improprio dei farmaci, alle tossicodipendenze, il disagio giovanile, come quelli alimentari". "E' una pagina di valore straordinario - ha concluso - quello che abbiamo fatto ci fa camminare a testa alta".

15:40 - De Luca: "Oggi abbiamo 14 contagi"

"Oggi abbiamo 14 contagi". Lo ha detto Vincenzo de Luca, presidente della regione Campania, parlando dei casi positivi al coronavirus. Di questi 14, fa sapere De Luca, "quattro sono relativi allo screening fatto sul Litorale Domizio presso un campo di extracomunitari, alcuni sono invece relativi a un focus che abbiamo a Pisciotta, nel Cilento di persone che erano proveniente da Capri e che avevano avuto contatti con il gruppo di ragazzi che venivano da Roma e risultati positivi". "I due fenomeni più rilevanti - ha aggiunto - sono i quattro del Litorale Domizio e i casi di Pisciotta, dove c'è un piccolo focolaio". "Per il resto - ha concluso - abbiamo una situazione assolutamente normale e tranquilla con 4 o 5 contagi in maniera sparsa sul territorio e non c'è alcuna preoccupazione a condizione che siamo responsabili".

14:42 - Ancora controlli e multe a Salerno 

Continuano i controlli a Salerno da parte delle forze dell'ordine sull'uso della mascherina. Ultima, in ordine di tempo, una multa da mille euro elevata questa mattina dalla Polizia Municipale in un bar cittadino. Tra venerdì e sabato, invece, da parte del personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Salerno e della locale Polizia municipale, sono stati elevati in totale sette sanzioni per violazione delle normative in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19 tra le quali anche per mancato utilizzo delle mascherine. 

13:15 - D’Amelio a consiglieri: “Mascherina anche in Aula o multa da 1000 euro”

"Consiglieri, indossate la mascherina, altrimenti scatta la multa da 1000 euro. L'ordinanza vale anche qui dentro". Rosa D'Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, apre così la riunione di oggi dell'assise regionale, ricordando l'obbligo della mascherina negli spazi chiusi e pubblici, richiamando l'ordinanza del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, sull'inasprimento delle pene per chi non rispetta le regole anti-contagio. L'ingresso negli spazi dell'Assise regionale è controllato dalle guardie giurate i quali si accertano che non ci siano troppe persone, così da evitare assembramenti.

11:34 - Il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri: "Multa da mille euro? Regole da rispettare"

"La multa di mille euro? Non è pesante. Le regole devono essere chiare, semplici e vanno rispettate". Così il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, in merito all'entità della multa per chi non indossa la mascherina nei luoghi al chiuso prevista dall'ultima ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. "Dobbiamo pensare alla mascherina come agli occhiali: se serve la infili - ha aggiunto - perché la mascherina al chiuso è necessaria e laddove non la si usa si mette a rischio la salute di chi si ha intorno ed è utile perché se si è positivo non si infettano gli altri. Ognuno di noi deve considerarsi potenzialmente a rischio. All'aperto invece, dove la distanza di sicurezza è mantenuta, la mascherina non serve ma se c'è movida, strade affollate allora la si tiene in tasca e si infila e poi la si toglie quando le condizioni lo rendono possibile", ha concluso. 

9:44 - Positivi sette stranieri ospiti di un centro accoglienza

Sette stranieri ospiti di una struttura di accoglienza di Villa Literno, nel Casertano, sono risultati positivi al Covid-19. I casi sono emersi in seguito a uno screening con test rapidi effettuato su tutti gli ospiti del centro. Secondo L'Asl la situazione sarebbe circoscritta e tutti i positivi sarebbero asintomatici. Il vice sindaco Valerio Di Fraia ha spiegato che "la struttura ospita 50 cittadini extra-comunitari con diritto di asilo politico e si trova in via delle Dune. L'assessore Raffaela Ucciero ha subito predisposto e firmato una ordinanza che obbliga alla quarantena per 15 giorni gli ospiti del centro che in questo momento si trova sotto sorveglianza h24 delle forze dell'ordine e dell'Esercito e si sta procedendo per gli ulteriori accertamenti sanitari". Altre due positività sono state inoltre registrate a Carinola e Piedimonte Matese; in questo caso, a risultare positiva è stata un'anziana ricoverata nel locale ospedale ma per altri motivi; la donna è stata trasferita al Covid Hospital di Maddaloni. 

9:30 - Troppa gente sul bus, in due inveiscono sul conducente

Troppe persone a bordo del bus e così scatta l'aggressione verbale nei confronti del conducente. A denunciare quanto accaduto a Napoli è l'Usb. Secondo quanto riferito dal sindacato, su un mezzo della linea 151 che si trovava all'altezza della stazione terminal della Circumvesuviana, due uomini "di grossa stazza" hanno rotto la catenella posta nei pressi dell'autista e hanno iniziato a inveire contro di lui per l'eccessivo numero di persone salite a bordo. A quel punto, erano le 7:30 circa, il conducente ha fermato il mezzo e ha allertato le forze dell'ordine che - riferisce il sindacato - "a distanza di un'ora non sono intervenute". Superato il momento di tensione legato all'aggressione l'autista ha riportato il bus al deposito. 

7:40 - In Campania 11 nuovi positivi su 703 tamponi

Sono undici i nuovi positivi al Coronavirus rilevati in Campania nelle ultime 24 ore, su soli 703 tamponi processati. Un dato che conferma la tendenza dei giorni scorsi alla crescita dei contagi: l'altro ieri i nuovi casi erano stati 21, ma su oltre 2.400 tamponi. Il bollettino giornaliero dell'Unità di crisi segnala che non si registrano né guarigioni, né nuove vittime.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24