Coronavirus Campania, primo giorno senza vittime in Regione

Campania

I dati dell'Unità di crisi regionale, aggiornati alla mezzanotte, indicano come invariato il totale dei deceduti a causa dell'epidemia, 359. Ventidue i nuovi guariti 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

Ieri è stato il primo giorno senza vittime da coronavirus in Campania. I dati dell'Unità di crisi regionale, aggiornati alla mezzanotte, indicano infatti come invariato il totale dei deceduti a causa dell'epidemia: 359. Ventidue i nuovi guariti (totale 1.291). Il totale dei positivi aggiornato a ieri è di 4.423 su 76.108 tamponi eseguiti.
”Quest'epidemia rischiava di travolgere la Regione per la densità di popolazione e per l’intensità degli scambi commerciali, fattori che aumentavano il rischio contagio, ma credo che abbiamo retto bene e per tanti versi è stata fornita una prova di efficienza importante”. Sono le parole del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.
Sullo stato attuale dell'emergenza ha parlato in mattinata anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. "Cominciamo a liberarci, ma questo accadrà solo se siamo attenti e bravi; ci troviamo nel momento più delicato. I napoletani hanno avuto un comportamento responsabile e questo si è visto con un numero davvero ridotto di contagi nella nostra zona". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:19 - Calcio Napoli dona 10 tonnellate di alimentari

In questo periodo di emergenza, non solo sanitaria, attraverso il progetto Sscn Charity, il Calcio Napoli ripete la sua iniziativa di beneficenza a favore delle fasce più bisognose della popolazione, con l'obiettivo di assicurare la distribuzione di generi alimentari. Il club azzurro informa che ha stretto attorno a questo progetto alcune delle proprie aziende sponsor, operanti nel settore Food & Beverage, le quali hanno contribuito con importanti donazioni di prodotti alimentari. Complessivamente sono state raccolte oltre 10 tonnellate di generi alimentari, che si aggiungono alle oltre 32 distribuite nella settimana di Pasqua.
In considerazione dell'elevata quantità di cibo donato, il club ha organizzato un centro di raccolta logistica, preparazione e distribuzione di pacchi, assemblati con prodotti alimentari a lunga scadenza e non deperibili. Il Napoli ha individuato un totale di 14 soggetti per questa fase, operanti nel sostegno alle famiglie: si tratta di associazioni locali di volontariato e Parrocchie della Diocesi di Napoli, che si occupano di destinare gli alimenti alle famiglie più disagiate del territorio.

18:16 - Dal 4 al 17 maggio trasporto pubblico al 60%

I servizi di trasporto pubblico locale, finora ridotti al minimo indispensabile, da lunedì 4 e fino al 17 maggio saranno riportati in Campania ad almeno il 60% del livello ordinario, "ferme restando le misure statali e regionali vigenti". La nuova programmazione avverrà privlegiando le esigenze dei pendolari ad esclusiva mobilità lavorativa, privilegiando quindi le fasce orarie e le tratte di maggiore affluenza. Per il trasporto marittimo è garantito "un costante monitoraggio in raccordo con gli Enti locali interessati".

18:06 - Ingressi scaglionati per il personale degli uffici pubblici

Il 4 e il 5 maggio, primi giorni della Fase 2, il personale degli uffici pubblici della Campania entrerà in servizio in orari scaglionati. Lo stabilisce una ordinanza del governatore Vincenzo De Luca, che richiama tutte le amministrazioni pubbliche e gli enti collegati "alla stretta osservanza delle disposizioni di legge vigenti in tema di smart working, per limitare la presenza del personale e dell'utenza negli uffici, salvo che per i servizi necessari". Si raccomanda agli Enti ed uffici competenti di differenziare gli orari di servizio giornaliero del personale in presenza, per evitare picchi di utilizzo del trasporto pubblico collettivo e affollamenti. In particolare, per i soli giorni 4 e 5 maggio 2020, De Luca stabilisce che - fatto salvo il personale sanitario e sociosanitario e quello impegnato in attività connesse all'emergenza - il personale con iniziale del cognome A-D inizi il lavoro tra le 7.30 e le 8.30, quello il cui cognome E-O tra le 8,30 e le 9,30, mentre il cognome P-Z tra le 9,30 e le 10,30. L'orario di uscita sarà adeguato di conseguenza.

17:46 - Protesta dei commercianti a Caserta

Alcune decine di commercianti hanno manifestato questa mattina davanti al Comune di Caserta, dove si sono recati per consegnare simbolicamente le chiavi delle proprie attività al sindaco Carlo Marino, lamentando le gravi difficoltà economiche causate dall'emergenza Coronavirus. Gli esercenti, che hanno chiesto al primo cittadino interventi concreti come la riduzione di tasse comunali tra cui la Tari e quella sull'occupazione del suo pubblico, hanno esposto degli striscioni, uno dei quali recante la scritta "aiuti concreti alle famiglie".

17:24 - Primo giorno senza vittime in Campania

Ieri è stato il primo giorno senza vittime da coronavirus in Campania. I dati dell'Unità di crisi regionale, aggiornati alla mezzanotte, indicano infatti come invariato il totale dei deceduti a causa dell'epidemia (359). Ventidue i nuovi guariti (totale 1.291). Il totale dei positivi aggiornato a ieri è di 4.423 su 76.108 tamponi eseguiti.

16:52 - Capri: bonus una tantum di 300 euro per stagionali

La giunta comunale di Capri presieduta dal sindaco Marino Lembo ha approvato la proposta dell'assessore ai Servizi Sociali ed al Bilancio Salvatore Ciuccio, che prevede l'erogazione di un bonus di 300 euro una tantum ai lavoratori stagionali. A beneficiarne in particolare i lavoratori del comparto commerciale dove commesse e addetti alle vendite e distribuzione dei negozi e delle numerose boutique, sono fra le categorie che principalmente soffrono la crisi dovuta all'emergenza covid-19 ma nel beneficio rientrano anche le altre categorie di stagionali che alla data dell'8 marzo 2020 risultavano residenti a Capri.  

14:28 - A Napoli riparte delivery: il 35% ordina pizza

C'è la pizza in testa alle scelte dei napoletani alla ripresa della consegna a domicilio del cibo durante l'emergenza covid19. In Campania il delivery del cibo pronto è stato infatti vietato per tutta la prima fase del lockdown ed è attivo solo da lunedì, quando si sono riattivate le consegne a domicilio. In prima linea i rider delle compagnie come Deliveroo, che ha ripreso il lavoro a Napoli e Salerno e ha accumulato anche i dati sulle preferenze dei napoletani: da Chiaia al Vomero in testa c'è la pizza che monopolizza il 35% delle ordinazioni, seguita dagli hamburger al 15% e dai poke, al 10%.  

14:21 - Dal 4 maggio nuove regole su mezzi Eav

Stop alle vendita di biglietti a bordo, chiusura di dieci fermate delle linee ferroviarie, sanificazione a bordo, gestione dei flussi, misurazione della temperatura corporea al personale e incremento della corse sulle linee più frequentate. Sono alcuni degli accorgimenti adottati dall'Ente autonomo Volturno in vista della fase 2 in programma dal 4 maggio. Ad annunciarli il presidente di Eav, Umberto De Gregorio, che ha reso noto il ''piano operativo di azioni a contrasto del Covid-19” che entrerà in vigore lunedì. Viene ricordato come per ''il rispetto del distanziamento sociale, nel piano operativo è stata prevista la necessità di individuare una capacità di trasporto a bordo dei treni ridotta rispetta a quella attuale (circa il 25%)” mentre per gli autobus “la nuova capacità è pari a circa il 30% dei posti previsti dalle carte di circolazione”. 

13:55 - De Luca: "Campania ha offerto prova di efficienza"

"Quest'epidemia rischiava di travolgere la Regione Campania, se non altro per alcune ragioni oggettive: la densità della popolazione che abbiamo nella nostra Regione, in modo particolare nell'area metropolitana e nella fascia costiera e anche il dato oggettivo che la Campania è, tra le Regioni meridionali, la Regione che comunque aveva la maggiore intensità di scambi economici, anche internazionali, di scambi anche con altre realtà interne del nostro Paese, dunque era una Regione particolarmente esposta anche a possibili contagi". Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo de Luca, intervenendo ai lavori della seduta del Consiglio regionale. "Credo che abbiamo retto bene e voglio anche dire che per tanti versi è stata fornita una prova di efficienza importante e voglio anche sottolineare le realtà di assoluta eccellenza che sono emerse in quest’epidemia, in quest’emergenza, a cominciare dal Cotugno. Lo voglio dire come risposta oggettiva a cose davvero indegne che abbiamo ascoltato in queste settimane, relative all’inferiorità genetica dei meridionali. Abbiamo dimostrato che qui abbiamo delle eccellenze mondiali dal punto di vista dell’organizzazione ospedaliera e, in qualche caso, anche dal punto di vista di alcune terapie messe in piedi nel nostro territorio", ha aggiunto De Luca.

13:10 - Villa Margherita Benevento, quattro indagati

Quattro persone, oltre alla società che gestisce la casa di cura "Villa Margherita" di Benevento, primo focolaio di contagio da Covid-19 nel Sannio, sono indagate dalla Procura di Benevento in relazione alla morte di alcuni pazienti. Coinvolti nell'inchiesta sono i direttori generale, sanitario e amministrativo e il responsabile medico della Casa di Cura e i rappresentanti legali della società proprietaria della struttura. Le ipotesi di reato contestate sono di epidemia colposa, omicidio colposo e lesioni colpose. Le indagini hanno portato anche al sequestro di alcuni pc in dotazione alla struttura.

11:58 - Luigi de Magistris: "Tamponi per chi arriva dal Nord"

Tamponi per coloro che dal 4 maggio si recheranno dal Nord al Sud per tornare a casa. Lo chiede il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un video su Facebook dopo le notizie che annunciano un consistente flusso di persone dalle regioni settentrionali verso il Mezzogiorno. "Chiedo che per le persone che giungeranno in città siano fatti dalle autorità sanitarie regionali i tamponi a tutela dell'interessato, dei familiari presenti nel luogo di residenza o domicilio che magari sono anziani, della comunità. Non rendiamo vani gli sforzi che il popolo italiano e napoletano hanno fatto in tutti questi mesi". Gli spostamenti, ha ricordato de Magistris, sono possibili da lunedì, a seguito dell'ultimo Dpcm del presidente Conte. "Non facciamo l'errore dell'8 marzo, quando senza controlli preventivi migliaia di persone sono scese nel Meridione dove sono aumentati i contagi perché il virus era già molto forte in alcune regioni del Nord".

11:56 - Aci Napoli, dal 4 maggio uffici aperti al pubblico

Nel pieno rispetto delle norme vigenti per l'emergenza Coronavirus, gli uffici dell'Automobile Club Napoli, in Piazzale V. Tecchio n. 49/d (Fuorigrotta), riapriranno al pubblico dal prossimo 4 maggio, fornendo tutti i servizi istituzionali dell'Ente: assistenza automobilistica, assicurazione, associazionismo, rinnovi patente, versamenti con sistema Pago PA, riscossione ed assistenza tasse automobilistiche.

11:55 - Barbieri tagliano capelli in piazza a Napoli

Taglio di capelli in piazza oggi a Napoli per sollecitare una rapida apertura, dopo il lockdown del Coronavirus, di barbieri e parrucchieri. Il salone improvvisato è stato allestito per pochi minuti avanti alla sede della camera di Commercia in piazza Bovio dove una piccola rappresentanza della categoria aderenti alle associazioni Hair work team e Tricostyle, ha anche esposto uno striscione con la scritta "Fiducia a chi taglia in sicurezza no a chi di nascosto infetta". Il riferimento, come si legge in un volantino distribuito durante la protesta, è all'aumento di lavoratori abusivi che, approfittando della chiusura dei locali, stanno operando andando loro a casa dei clienti.

11:42 - Fase 2, controlli in aziende del Napoletano

Una task force dei carabinieri di Napoli ha effettuato controlli nelle imprese produttive per verificare l' applicazione delle norme di sicurezza previste dalla fase 2 dell' emergenza Covid-19, che comincerà il 4 maggio. Al momento i controlli riguardano le aziende delle filiere produttive di prima necessità, che sono rimaste aperte, e quelle in possesso del codice Ateco rilasciato dalla Prefettura che hanno riaperto o che sono state riconvertite per le esigenze dell' epidemia di Coronavirus. I controlli riguardano l'uso dispositivi di protezione individuale e il rispetto delle distanze di sicurezza. Le aziende sono monitorate anche sull' eventuale impiego di lavoratori "in nero" che non hanno tutela sanitaria, e diventano potenziali veicoli di epidemia e contagio.

11:30 - A Villa Betania da lunedì si riprenderà l'attività ospedaliera

Dal 4 maggio all'Ospedale Evangelico Betania di Napoli riprenderanno tutte le attività ospedaliere ordinarie mediche e chirurgiche, nonché le attività ambulatoriali. La decisione arriva in seguito alla comunicazione della Regione Campania che autorizza la ripresa delle attività di elezione e ambulatoriali negli ospedali. 

11:23 - Fase 2, nuova organizzazione per i bus Eav dal 4 maggio

Avvisi scritti che indicano il numero dei posti massimi, fermate cancellate qualora non vi sia possibilità di fare salire altre persone, servizi aggiuntivi offerti su prenotazione. L'Ente autonomo Volturno si prepara alla fase 2 e a partire dal 4 maggio annuncia le novità che riguarderanno il servizio bus. Anche sui mezzi Eav ''è previsto il rispetto del distanziamento sociale e, quindi, i posti offerti diminuiscono rispetto a quelli previsti dalla carta di circolazione', spiega 'il presidente di Eav, Umberto De Gregorio. Per facilitare gli utenti, ''sulle porte degli autobus sono affissi avvisi dove sono riportati il numero dei viaggiatori massimo a garanzia del distanziamento sociale. Altri avvisi saranno affissi all'interno degli autobus''. Ma Eav precisa: ''Del superamento del numero non è responsabile il conducente; né tanto meno è responsabile del mancato rispetto da parte di altri viaggiatori del distanziamento. Il conducente, inoltre, laddove necessario ed opportuno per non superare il numero di viaggiatori previsto, potrà non effettuare fermate per la salita di viaggiatori in attesa alla fermata; in tali casi, ai viaggiatori prenotati per la discesa sarà consentita la fermata appena possibile''. Da ciò che comunica De Gregorio, sugli autobus ''saranno individuati in maniera inequivocabile i posti non occupabili. È evidente che tale modello di gestione potrà essere mantenuto solo con il solito buon senso e senso di responsabilità di tutti i clienti. Lo stesso, ovviamente, vale per l'obbligo dell'uso della mascherina a bordo dell'autobus e la raccomandazione all'uso di guanti''.
Eav annuncia inoltre che verranno potenziati dal 4 maggio ''i servizi su gomma e, sul sito, saranno pubblicati tutti gli orari in vigore da quella data''. ''Inoltre, nel clima di incertezza che caratterizza l'avvio della fase 2, sono predisposti, sperimentalmente, servizi aggiuntivi 'da prenotare' da parte della clientela il giorno precedente, nel caso l'offerta al pubblico da orario presentasse delle mancanze. Ovviamente non si tratta di un servizio taxi e il servizio è offerto solo per alcune linee, da effettuare nei limiti delle risorse disponibili e solo se l'ordinaria offerta è incompatibile con l'esigenza del cliente''. Eventuali clienti potranno contattare i numeri 081 7354882 (terraferma); 081 7354796 (Ischia); 081 7354802 (Procida) indicando il tipo di servizio che si richiede per il giorno successivo. ''Entro un'ora - fa sapere ancora il presidente di Eav - il cliente sarà ricontattato per ricevere conferma del viaggio o diniego; in tal caso saranno offerte soluzioni alternative. Trattandosi di modalità sperimentale, è valida la normale tariffa ma il potenziale viaggiatore dovrà mostrare al conducente il titolo prima di iniziare il viaggio. In caso contrario, il servizio non sarà effettuato e il conducente tornerà al proprio deposito''. I servizi sui quali sarà possibile richiedere corse prenotate sono: Massalubrense-Sorrento-Meta; Napoli-Torre del Greco-Scafati; servizi del Vallo di Nola/Lauro; linea Nola-Napoli; Monte di Procida-Pozzuoli-Napoli; rete di Ischia; rete di Procida. Potranno essere richieste corse in partenza al massimo entro le ore 21.

11:14 - Il sindaco di Torre del Greco riapre cimitero

Il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, riapre il cimitero comunale, chiuso per oltre un mese a causa dell'emergenza Coronavirus. Il primo cittadino, con apposita ordinanza, ha infatti stabilito che da oggi è possibile accedere al camposanto cittadino ''per le sole finalità di culto''. L'accesso sarà possibile, come si legge nel provvedimento, ''tutti i giorni, escluso il martedì, giorno di chiusura, secondo l'orario consueto''. Il sindaco ha stabilito inoltre che i frequentatori dovranno ''evitare assembramenti, mantenere la distanza tra loro di almeno un metro, indossare dispositivi di protezione individuale''. A tal proposito ''è fatto obbligo alle congregazioni e alle confraternite di effettuare, prima dell'apertura, la sanificazione delle aree di pertinenza quale imprescindibile condizione all'accesso ai relativi spazi, conformemente alle normative del Ministero della Salute vigenti in materia''.

10:26 - Residenza per anziani sanzionata nel Napoletano

Una residenza per anziani di Bacoli, in provincia di Napoli, è stata sanzionata dai militari della Guardia di Finanza della Tenenza di Baia (Napoli) che, coadiuvati dall'Asl di Pozzuoli e dai servizi sociali del Comune, hanno riscontrato che nella struttura erano stati allestiti un numero di posti letto superiore rispetto a quello massimo previsto e che non c'erano servizi igienici per i disabili. Inoltre, pur trattandosi di una struttura "a residenzialità leggera", destinata cioè ad accogliere persone che non necessitano di assistenza sanitaria continuativa, ospitava anche anziani non autosufficienti. Le violazioni sono state segnalate al sindaco di Pozzuoli (Napoli) e il titolare è stato invitato a ripristinarne le condizioni organizzative previste, pena la revoca delle autorizzazioni.

10:25 - Droni a Polizia locale Napoli per assembramenti in fase 2

È stato firmato il protocollo di intesa tra il Comando di Polizia Locale di Napoli e la Tecnoshow Service per l'utilizzo di SAPR, ovvero sistemi aeromobili a pilotaggio remoto, (droni) a supporto delle attività espletate dalla Polizia Locale. La Giunta ha approvato la delibera di presa d'atto del protocollo, su proposta dell'assessore con delega alla sicurezza urbana e polizia locale Alessandra Clemente. L'accordo è stato condiviso con Questura e Prefettura ed è senza alcun costo per il Comune di Napoli. Il Comando di Polizia Locale impiegherà i due droni in particolare per l'emergenza epidemiologica da COVID-19, per individuare con maggiore precisione eventuali assembramenti di cittadini presso aree estese, così favorendo le attività del personale appiedato ed automontato. 

9:20 - Luigi de Magistris: "Più disoccupati che morti coronavirus"

"Mai come prima, il primo maggio rappresenta una data importante e di profonda amarezza. Conteremo molti più disoccupati e persone senza la possibilità di riprendere la propria attività economica che morti da coronavirus. Ci sarà un cataclisma sotto il punto di vista di sociale ed economico, ma possiamo farcela". Lo dice il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervistato da Radio Crc Targato Italia . "Cominciamo a liberarci, ma questo accadrà solo se siamo attenti e bravi; ci troviamo nel momento più delicato. I napoletani hanno avuto un comportamento responsabile e questo si è visto con un numero davvero ridotto di contagi nella nostra zona. Il caso, però, potrebbe generare una risalita di contagi e costringerci, quindi, a ritornare indietro. Se non cominciamo a indirizzarci, mano mano, verso una situazione di ripresa, non ci riprenderemo mai più e ciò non deve assolutamente avvenire, perché, dopo due mesi di reclusione, c'è la necessità psicofisica di uscire di casa. Se per metà maggio si raggiungerà il contagio zero, verso giugno riusciremo a fare discorsi ben diversi", ha concluso.

7:35 - Morto Raffaele Pempinello, ex primario del Cotugno

L'infettivologo Raffaele Pempinello, 76 anni, ex primario dell' Ospedale Cotugno di Napoli, è morto ieri pomeriggio nello stesso ospedale, dove era ricoverato da due settimane dopo aver contratto il virus Covid-19. Pempinello, nota figura di medico e studioso, epatologo e internista, era componente del Consiglio direttivo della Società italiana di malattie infettive

7:29 - In Campania 13 nuovi positivi

Sono 13 i nuovi casi positivi al Covid-19 in Campania, secondo i dati resi noti dall'Unità di Crisi della Regione. 3.014 i tamponi eseguiti nella giornata di ieri. Il totale dei positivi ammonta così a 4.423, i tamponi eseguiti finora sono 76.108.

Napoli: I più letti