Coronavirus Campania, quarantena a Saviano dopo folla corteo funebre

Campania

È scattata dalla scorsa notte la quarantena per il comune del Napoletano dove ieri centinaia di persone si sono assembrate al seguito del feretro del sindaco-medico Carmine Sommese, positivo al coronavirus. Per blindare il Comune sono arrivati anche 33 militari

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

È scattata dalla scorsa notte la quarantena per il comune di Saviano (Napoli), dove ieri centinaia di persone si sono assembrate al seguito del feretro del sindaco-medico Carmine Sommese, positivo al coronavirus. È stata invece prorogata fino al 21 aprile la zona rossa nel comune di Paolisi (Benevento). Il provvedimento è stato preso con l'ordinanza firmata dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Il documento proroga anche il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui presenti, il divieto di accesso nel territorio comunale, la sospensione delle attività degli uffici pubblici fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. (DIRETTA)

18:08 - A Saviano militari per 'blindare' il Comune

Dalle 13 di oggi 33 militari dell'esercito sono arrivati a Saviano per blindare il Comune. I militari sono giunti con gli automezzi e si alternano insieme a carabinieri e polizia di Stato nei check point alle strade di accesso al paese. In particolare i militari hanno rimodulato le missioni che stavano svolgendo in Campania, sempre per il controllo delle norme sul covid19, e hanno presidiato oggi i varchi di via Saviano e via Torre, impedendo l'accesso o l'ingresso nel Comune a chi non aveva chiare esigenze lavorative o di salute. Altre strade di accesso sono state chiuse con i jersey.

17:36 - In Campania 4 nuove vittime e 60 pazienti guariti

Quattro nuove vittime e ben 60 guariti ieri in Campania: sono i dati, aggiornati alla mezzanotte scorsa, diffusi dall'Unità di crisi. Il totale dei positivi è 4.029 (41 i nuovi casi di ieri) su 49.187 tamponi. Le vittime sono finora 304 e i guariti 703 (di cui 589 totalmente guariti e 114 clinicamente guariti). Questo il riparto dei contagi per provincia. Napoli: 2.159 (di cui 833 nel capoluogo e 1326 nell'hinterland); Salerno: 607; Avellino: 427; Caserta: 397; Benevento: 170. Altri in fase di verifica Asl: 269.

16:33 - De Magistris: "Fiero del comportamento di Napoli"

"Quando la storia bussa Napoli c'è", ha dichiarato il sindaco Luigi de Magistris in collegamento con con Domenica In su RaiUno. De Magistris ha sottolineato il modo in cui la città ha reagito alla pandemia: "Ci sono stati vari contagi, ma il fenomeno è stato contenuto grazie al senso di responsabilità dei cittadini che rispettano le regole e hanno compreso il pericolo. Da parte su il Comune ha chiuso i cantieri e avviato la sanificazione delle strade prima che ci pensasse il Governo, visto quanto accadeva in Lombardia ci siamo posti in autoprotezione".
"Da sindaco di Napoli mi sento italiano, rinnovo la massima solidarietà al popolo lombardo e mi spiace aver assistito più volte al tentativo di criticare i napoletani per presunte violazioni delle regole. Non si conosce a fondo Napoli, ci sono mille vicoli e piazzette, se scende una persona da ogni 'basso' il vicolo si riempie e sembra che ci sia chissà quale assembramento".

13:46 - Asl Napoli 2, dalle 7 alle 11 servizio 118 fermo per mancanza di mascherine

Alle 7 di questa mattina il servizio del 118 dell'Asl Napoli 2 Nord ha comunicato la mancanza di tute e mascherine per alcuni dei propri equipaggi, poi i servizi farmaceutici si sono attivati per rifornire in modo rapido il personale. Bruno Buonanno, direttore del servizio 118 della Napoli 2 Nord, ha spiegato: "Si è trattato di un problema temporaneo determinato da un numero di interventi superiori rispetto a quelli abituali e prevedibili. Alcuni mezzi sono rimasti sforniti temporaneamente di tute e mascherine, ma nell'arco di poco meno di quattro ore la situazione è tornata alla normalità, dopo un rifornimento immediato. Le attività dei Pronto Soccorso non sono mai state sospese." Alle 11 tutti i mezzi sono tornati pienamente operativi. La direzione dell'Asl ha richiesto relazioni di servizio per verificare la corretta adozione delle procedure.

12:45 – Borrelli: “Punire organizzatori del corteo funebre”

"Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha dichiarato il comune di Saviano 'zona rossa' dopo il clamoroso corteo funebre di sabato mattina per il compianto sindaco Sommese. Un provvedimento giustissimo per evitare che scoppi un focolaio di contagio dopo il massiccio assembramento che possa danneggiare l'intera area urbana del Nolano. E non solo. Ma adesso va fatta un'indagine approfondita sull'assurda vicenda. Molti cittadini ci hanno segnalato che il feretro avrebbe fatto tappa anche in altri comuni, tra i quali Baiano, in Bassa Irpinia. Ci hanno inviato video del carro funebre all'esterno della clinica Villa Maria, alla presenza di diverse persone e di alcuni sindaci della zona, con tanto di fascia tricolore, come riportato da diversi siti locali", ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi che ha redatto un dossier di foto e video inviati dai cittadini da presentare in Procura. "E' ormai chiaro che non può essersi trattato di un corteo spontaneo, come qualcuno ha voluto far credere, ma di una manifestazione organizzata che non ha reso per niente omaggio ad una persona perbene, ligia al dovere e alle leggi dello Stato. Chiediamo alla Procura di andare fino in fondo sui possibili organizzatori di questo funerale. Erano presenti tanti uomini dello Stato e forze dell'ordine che hanno agito contro lo Stato stesso. Va fatta chiarezza al più presto, per omaggiare, nel nome del rispetto, la memoria del sindaco Sommese. Siamo sicuri che sarebbe stato il primo a stigmatizzare e a punire tali scellerati comportamenti".

11:59 – Carabinieri donano tablet agli studenti di Poggioreale

I carabinieri della stazione di Poggioreale hanno consegnato 25 tablet ad altrettanti alunni dell'Istituto Comprensivo Statale "Radice - Sanzio - Ammaturo". L'iniziativa, nata dalla sinergia tra la dirigenza scolastica ed i carabinieri, consente di garantire agli studenti sprovvisti di dispositivi informatici di interagire con la piattaforma per la didattica a distanza. I ragazzi potranno così continuare a seguire da casa le lezioni nel rispetto del distacco sociale imposto dalla normativa anti-contagio. "Il gesto rafforza ancor di più il legame tra i Carabinieri e gli istituti scolastici del territorio, avviato da anni con incontri nell'ambito di un progetto finalizzato alla diffusione della cultura della legalità nelle scuole", si sottolinea dall'Arma.

10:52 - Folla a corteo funebre, De Luca: "Comune in quarantena"

E' scattata dalla scorsa notte la quarantena per il comune di Saviano (Napoli), dove ieri centinaia di persone si sono assembrate al seguito del feretro del sindaco-medico Carmine Sommese, positivo al coronavirus. "Una decisione inevitabile - spiega il governatore Vincenzo De Luca, che ha firmato la relativa ordinanza - per impedire il sorgere di un focolaio di contagio a tutela della salute dei cittadini di Saviano, di quella dei Comuni vicini, e di un intero territorio densamente abitato". La decisione "è stata anche un atto di rispetto per la figura di un grande medico e della sua famiglia, che avrebbe per primo sollecitato comportamenti responsabili", afferma De Luca. "E' una decisione che rende merito al sacrificio compiuto da tanti cittadini che hanno rispettato le regole. E' una decisione che ripristina la dignità e onora l'impegno civile di tutta la nostra comunità".

9:28 – Zona rossa a Paolisi prorogata fino al 21 aprile

Con l'ordinanza del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stata prorogata fino al 21 aprile la zona rossa nel comune di Paolisi (Benevento). In particolare vengono prorogate le misure disposte con ordinanza dell'8 aprile 2020: divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui presenti; divieto di accesso nel territorio comunale; sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.
E' fatta salva la possibilità di transito in ingresso e in uscita dal territorio comunale da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell'assistenza alle attività relative all'emergenza, nonché degli esercenti le attività consentite sul territorio ai sensi del Dpcm 10 aprile 2020 e quelle strettamente strumentali alle stesse, limitatamente alle presenze che risultino strettamente indispensabili allo svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia e sanificazione dei relativi locali e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Nel territorio comunale oggetto dell'ordinanza è disposta la chiusura delle strade secondarie, come individuate dal Comune sentita la Prefettura competente. L'Asl competente assicura il rafforzamento e l'ampliamento degli screening sanitari, dando priorità alla popolazione del Comune oggetto della presente Ordinanza rispetto a quelle degli altri Comuni

9:23 – In Campania altri 41 positivi, superati i 4000 casi

Sono 41 i pazienti risultati positivi al Coronavirus ieri in Campania, lo si apprende dall'Unità di Crisi della Regione. Il totale complessivo dei positivi in regione sale a 4.029, mentre i tamponi eseguiti oggi sono 2.893 per un totale di 49.187 tamponi fatti. Nel dettaglio all'ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 806 tamponi di cui 22 risultati positivi; al Ruggi di Salerno sono stati esaminati 821 tamponi di cui 4 positivi; al Sant'Anna di Caserta sono stati esaminati 157 tamponi, nessuno dei quali positivo; all' Asl di Caserta presidi di Aversa-Marcianise sono stati esaminati 124 tamponi di cui 3 positivi; all'ospedale Moscati di Avellino sono stati esaminati 149 tamponi di cui nessuno positivo; all'ospedale San Paolo di Napoli sono stati esaminati 74 tamponi di cui 2 positivi; all'azienda Universitaria Federico II sono stati esaminati 67 tamponi di cui nessuno positivo; all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno sono stati esaminati 517 tamponi di cui 8 positivi; all'ospedale di Nola sono stati esaminati 64 tamponi, di cui 1 positivo; all'ospedale San Pio di Benevento sono stati esaminati 79 tamponi, nessuno positivo; all'ospedale di Eboli sono stati esaminati 35 tamponi di cui 1 positivo.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24