Coronavirus, in Campania 3.517 positivi, 238 decessi e 277 guariti

Campania

Sono i dati comunicati dall'Unità di Crisi regionale. Nel Salernitano tre casi in una casa di riposo: sono asintomatici e stanno bene: gli altri ospiti, una decina, sono negativi. Otto contagi anche in un'altra struttura per anziani a Marano

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

Salgono a 3.517 i casi di coronvirus in Campania. Lo comunica l'Unità di Crisi regionale, che sottolinea come nell'ultimo giorno si siano registrate più guarigioni (29) che decessi (7).
Nelle ultime ore, tre anziani della casa di riposo San Pio di Padula, in provincia di Salerno, sono risultati positivi. Le tre persone sono asintomatiche e stanno bene. Otto contagi anche in un'altra struttura per anziani a Marano.
Intensificati i controlli a Napoli e nella penisola sorrentina, dove per Pasqua e Pasquestta verranno utilizzati anche droni e motovedette. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:48 - de Magistris: "Aiutato oltre 14mila famiglie"

"Siamo molto soddisfatti perché in una settimana siamo riusciti a raggiungere oltre 14mila famiglie attraverso i buoni spesa e oltre 400 con il Banco alimentare. Ora siamo a lavoro per decidere come impegnare le risorse residue del fondo 'Cuore di Napoli'". Lo ha detto all’ANSA il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, facendo un bilancio a chiusura della procedura per ottenere i buoni spesa che si è conclusa alla mezzanotte. Del fondo comunale di solidarietà è stato utilizzato per i buoni spesa poco più della metà degli 8 milioni e 500mila euro derivanti da risorse nazionali e comunali. "In attesa che il Governo, come si è impegnato, entro fine aprile rifinanzi la misura dei buoni – ha sottolineato de Magistris – siamo a lavoro per individuare la strada con cui impegnare le risorse rimaste".

19:19 - Rafforzati i controlli della polizia di Stato a Napoli

In occasione delle festività pasquali la Questura di Napoli ha predisposto un'ulteriore intensificazione dei controlli, volta soprattutto ad impedire spostamenti non necessari verso le zone tradizionalmente frequentate a Pasquetta, quali il lungomare Caracciolo, la penisola sorrentina, le isole del golfo di Napoli, il Parco Nazionale del Vesuvio, l'area flegrea. A questo scopo, verranno monitorate tutte le vie di comunicazione con un dispositivo di cui, oltre ad equipaggi dell'Ufficio Prevenzione Generale e dei Commissariati, faranno parte la Polizia Stradale, la Polizia Ferroviaria e la Polizia di Frontiera Marittima e Aerea. A supporto di questo impianto, concorreranno un elicottero del 6°Reparto Volo, personale del Reparto Prevenzione Crimine Campania e del IV del Reparto Mobile, le unità cinofile e gli acquascooter dell’Ufficio Prevenzione Generale, le UOPI (unità operative antiterrorismo ) e i droni pilotati da personale del Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

18:45 - Otto positivi in casa di riposo a Marano

I sanitari dell'ASL Napoli 2 Nord hanno trasferito presso i reparti ospedalieri COVID19 otto ospiti di una casa di riposo privata di Marano, risultati positivi agli esami. Ieri, infatti, il personale dell'ASL si era recato all'interno della struttura ed aveva sottoposto a tampone sia gli ospiti che i lavoratori della struttura, per un totale di trentadue persone. A seguito degli esiti degli esami, l'Azienda Sanitaria ha disposto il ricovero ospedaliero per otto ospiti e l'obbligo di isolamento e sorveglianza sanitaria presso la struttura per tutti coloro che, pur essendo risultati negativi ai tamponi, avevano frequentato la casa di riposo negli ultimi 14 giorni. Alla proprietà della struttura è stato fatto obbligo di procedere immediatamente alla sanificazione degli ambienti. L'intervento dei sanitari è avvenuto su iniziativa dell'Azienda Sanitaria, a seguito dell'indicazione degli Epidemiologi dell'ASL. Nella giornata di giovedì, infatti, il servizio 118 aveva trasferito presso il Pronto Soccorso di Giugliano uno degli ospiti della Casa di Riposo, risultato poi positivo al COVID19. 

17:34 - In Campania 29 guariti e 7 decessi

Più guarigioni che decessi in un giorno in Campania: lo dicono dati dell'Unità di crisi regionale aggiornati alla mezzanotte scorsa. Si sono registrate infatti sette nuove vittime (totale complessivo 238) e 29 guarigioni (totale 277, di cui 205 totalmente guariti e 72 clinicamente guariti). Il totale dei positivi sale a 3.517 (contro i 3442 del giorno prima) su 33.781 tamponi eseguiti dall'inizio dell'epidemia. Il riparto per provincia dei contagi: Napoli: 1.809 (di cui 762 Napoli città e 1047 provincia); Salerno: 533; Avellino: 399; Caserta: 368; Benevento: 152. Altri in fase di verifica Asl: 256. 

16:37 - Sindaco del Napoletano chiude tutto per Pasqua

Il sindaco di Mugnano, un comune alle porte di Napoli, Luigi Sarnataro, ha firmato un'ordinanza con la quale dispone, per la giornata di Pasqua e Pasquetta, la chiusura di tutti gli esercizi commerciali, tranne che per le farmacie. Quindi, come si legge in una nota, serrande abbassate anche per distributori di benzina e per edicole. "Una decisione presa di comune accordo con la Task Force per l'emergenza e dovuta al serio rischio di spostamenti, con la scusa della spesa, per recarsi da amici e parenti per festeggiare. L’obiettivo - prosegue la nota - è quello di contenere il rischio di contagio, anche alla luce dell'aumento del numero dei positivi sul nostro territorio. Mi auguro che i cittadini mostrino senso di responsabilità e cura della propria salute, restando a casa".

16:33 - Droni e motovedette in Penisola Sorrentina per Pasqua

Controlli rinforzati in penisola sorrentina per le festività di Pasqua, con l'obbiettivo di contenere gli spostamenti, a norma delle disposizioni sul contagio da Covi-19. Esercito in campo a supporto di Polizia e Carabinieri, con l'impiego di droni e motovedette da parte delle forze dell'Ordine. Si punta a dissuadere i proprietari di seconde case a raggiungere la costiera, e a scoraggiare anche quanti vorrebbero fare una gita di qualche ora. Controlli specifici sono previsti sulle spiagge e lungo le coste. "A Sorrento abbiamo avviato, da oggi e fino alla fine del lockdown, un servizio di vigilanza con due droni - afferma il sindaco, Giuseppe Cuomo - sui piccoli aeromobili sono installate sia camere tradizionali che termiche che consentono il rilevamento di fonti di calore e la misurazione delle differenze di temperature per monitorare gli spostamenti sul territorio comunale e verificare che non si creino assembramenti". "I droni - aggiunge Cuomo - riescono a perlustrare le zone collinari e i luoghi poco accessibili. Le violazioni saranno comunicate alla centrale della polizia locale e delle forze dell'ordine. Il sindaco di Sorrento ha espresso il proprio ringraziamento a forze dell'Ordine, medici, farmacisti e volontari impegnati nel contrasto all'epidemia. 

15:43 - Vendeva uova di Pasqua, multa da 5 mila euro

A Sant’Antimo (Napoli), nei pressi di piazza della Repubblica, gli agenti della Municipale, impegnati in attività di controllo per garantire il rispetto delle misure anti covid19, hanno inflitto una multa da 5 mila euro al titolare di un negozio che vendeva uova di Pasqua. Il commerciante era privo della Scia (Segnalazione certificata di inizio attività). Sempre a Sant’Antimo, un autolavaggio non autorizzato, che era in attività nonostante il divieto imposto, è stato chiuso dagli agenti. L' impianto, sul corso principale, era privo delle autorizzazioni per lo scarico delle acque reflue e dell'impatto acustico. Il titolare è stato denunciato.  

15:12 - Bimbo scrive a sindaco di Caserta: "Fai scomparire contagio"

"Caro sindaco, sono tantissimi giorni che non vedo le maestre e i miei amici. E mi mancano per colpa di questo brutto virus. Ti volevo chiedere: perché non puoi fai sparire questo brutto virus?" Così un bimbo di sette anni, di nome Donato, si è rivolto al sindaco di Caserta Carlo Marino con una lettera scritta su un foglio di quaderno. Marino ha prontamente risposto su Facebook: "Caro Donato - scrive Marino - la tua lettera è un regalo bellissimo, che mi dà felicità e forza. Purtroppo, con questo virus in giro per la nostra città, dovremo fare ancora sacrifici, fino a quando sarà sconfitto in tutta l'Italia. Non posso farlo sparire, ma posso continuare a fare ciò che fai tu, ciò che fanno la tua mamma, la tua maestra Livia, le altre tue maestre, i tuoi compagni di classe e tutti i cittadini casertani responsabili. Possiamo e dobbiamo rispettare le regole e tutte le cautele che il Governo ci raccomanda di seguire. Tu - prosegue Marino - sei già un 'campione di responsabilità', devi essere orgoglioso dei sacrifici che stai facendo: quando tutto questo sarà finito, sarà più bello riabbracciare tutti quelli che ora non puoi incontrare. Ti mando un abbraccio forte e i miei sinceri auguri per una Pasqua di serenità con i tuoi cari”.

14:10 - A Napoli 18.239 domande per buoni spesa

Allo scoccare della mezzanotte di ieri, termine di scadenza per la richiesta dei buoni spesa, sono state 18.239 le domande arrivate al Comune di Napoli di cui circa 14.200 quelle accettate per un importo complessivo di circa 4 milioni e 500mila euro. La procedura era stata aperta sabato scorso e nella giornata di giovedì 9 aprile sono stati emessi i primi buoni attraverso l'invio dei pin ai cittadini. Sul totale delle domande arrivate il 15 per cento, pari a 2800 istanze, sono giunte attraverso il numero attivato dall'amministrazione, i Caf, associazioni e parrocchie che hanno aiutato i cittadini nella compilazione del modulo. “Questa percentuale - evidenziano dal Comune - dice che le persone non hanno riscontrato particolari difficoltà o problemi nell'uso del sistema informatizzato, scelto dalla maggior parte dei richiedenti”. Al momento risulta che siano stati già spesi il 25 per cento dei titoli di spesa emessi. I dati riferiscono che il maggior numero di buoni spesa sono stati utilizzati nei quartieri di San Giovanni a Teduccio e di Ponticelli dove si registra ci sia anche il maggior numero di buoni assegnati a famiglie con minori di 12 mesi e che quindi hanno un valore complessivo di 360 euro, per una spesa massima di 120 euro a settimana.  

13:43 - Del Giudice: "Igienizzato il 95% delle strade di Napoli"

"Stiamo proseguendo il lavoro di igienizzazione della città e abbiamo raggiunto il 95% di tutte le strade cittadine. Tra pochi giorni completeremo l'intero ciclo". Lo afferma l'assessore all'ambiente del Comune di Napoli Raffaele Del Giudice, impegnato con le squadre della municipalizzata Asia a igienizzare le strade come forma di protezione dal covid19. "In campo abbiamo 40 automezzi di Asia - ricorda Del Giudice - con una squadra di 50 persone dedicate, ma siamo sostenuti anche dalla polizia di stato che ha messo in campo i suoi grandi mezzi con le pompe e dai vigili del fuoco impegnati nell'igienizzazione con i pick up, piccoli e utili per le stradine che hanno anche i Naspo, dei tubi lunghi che permettono alle sostanze igienizzanti di raggiungere zone impervie. Stiamo igienizzando anche le scale, spesso con nostri addetti a piedi". Oggi le operazioni di igienizzazioni si stanno svolgendo nel quartiere di Pianura e al completamento dell'intera città le attività continueranno "facendo anche il lavaggio - prosegue Del Giudice - dei bidoni per la raccolta e tra poco parte il lavaggio di tutte le attrezzature di igiene urbana della città, compresi i mezzi".

13:16 – Il Papa dona ventilatori e dpi al Cotugno di Napoli

Dispositivi di protezione individuale, due ventilatori polmonari, uova pasquali: sono i doni di Papa Francesco per l'ospedale Cotugno di Napoli, consegnati oggi dal cardinale Crescenzio Sepe. A ricevere i doni Maurizio di Mauro, direttore generale dell'Azienda ospedaliera dei Colli che comprende, oltre al Cotugno, anche il Monaldi e il Cto, assieme al direttore sanitario del centro di riferimento regionale per le malattie infettive, Raffaele Dell'Aversano. Dal furgoncino venuto dal Vaticano sono stati scaricati e consegnati tutti i doni dal Papa, tra gli applausi dei presenti. "La vicinanza di Sua Santità è una grandissima emozione - ha detto di Mauro - un regalo inaspettato che dimostra la vicinanza di Papa Francesco a tutti noi. Sono grato al Pontefice e al cardinale Sepe per questo gesto e per essere sempre vicini al Cotugno". Per dell'Aversano, "il gesto di Papa Francesco è motivo di sostegno e incoraggiamento a servire sempre di più gli ammalati, visti come persone prima che come pazienti".

13:04 – De Magistris: “È una Pasqua di sofferenze”

“Auguro a tutti una buona Pasqua anche se quest'anno è davvero dura perché è una Pasqua di grandi sofferenze, difficile per la nostra città e per tutto il mondo. Mi sento di esprimere soprattutto vicinanza ai familiari delle persone decedute anche in questi giorni nella nostra città per questo terribile virus, ai malati che sono in terapia intensiva, in ospedale e presso le proprie abitazioni, a chi sta combattendo in prima linea: medici, infermieri, personale sanitario tutto che sono i nostri eroi, ma anche ai volontari e a tutte quelle persone che lavorano affinché si possa andare avanti e che garantiscono la tenuta democratica del Paese. Noi siamo soldati restando a casa''. Sono gli auguri che il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha rivolto ai napoletani attraverso un video su facebook in vista delle festività pasquali. Il sindaco, nell'evidenziare che si è già ''in epidemia sociale ed economica'', ribadisce che ''pur essendo preoccupati, lavoriamo non solo per reggere questa situazione sanitaria ma anche per preparare la migliore ripartenza possibile e per evitare che ci siano persone che non riescono a vivere perché non hanno un piatto di pasta e medicine. Ma è in questi momenti - afferma - che si vede la grandezza di un popolo e Napoli è città con una grande storia, è città di resistenza, che non molla mai, che può cadere ma che si rialza”. De Magistris si dice ''convinto che torneremo più forti perché più coesi, più uniti, con minori disuguaglianze e minore rancore. La Pasqua ci insegna questo: che si può cadere ma poi c'è la rinascita che vuol dire anche mettere da parte gli errori del passato ed essere migliori. Vi auguro la Pasqua più serena possibile, di pace, di armonia e rivolgo una carezza in particolare agli anziani, ai più fragili, ai diversamente abili e ai bambini che sono l'anima della nostra città. A ben rivederci e con più gioia di vivere rispetto a prima di questa terribile pandemia'', conclude.

12:59 – La Chiesa di Napoli offre alloggi a 50 senzatetto

Cinquanta senzatetto di Napoli saranno ospitati in una Casa di accoglienza organizzata dalla Chiesa di Napoli in collaborazione con i Gesuiti. Si tratta del progetto del Cardinale Crescenzio Sepe "Chiesa che accoglie", ed utilizzerà locali messi a disposizione dai Gesuiti a Cappella Cangiani, nella zona del Vomero Alto. L' obbiettivo - afferma un comunicato della Curia arcivescovile di Napoli - è quello di offrire un alloggio ai senzatetto, che rischiano il contagio nell'epidemia da Coronavirus. Il Cardinale Sepe ha comunicato al Prefetto ed al Sindaco di Napoli l'iniziativa, ed ha dato incarico alla Curia ed alla Caritas di dotare gli ambienti a Cappella dei Cangiani di quanto necessario per accogliere dignitosamente, a partire da mercoledì 15 aprile gli ospiti. I locali sono situati all'interno di un parco verde. I senza dimora ammessi fino ad esaurimento dei posti disponibili avranno in dotazione biancheria personale e da camera, e l'abbigliamento necessario. Oltre l'alloggio verranno assicurati vitto ed ogni possibile assistenza compresa quella sanitaria, ed animazione.  

12:12 - Rafforzati controlli "zona rossa" Vallo di Diano

Piano straordinario di controlli sulle strade del Vallo di Diano, a sud di Salerno, finalizzato a limitare gli spostamenti nei
giorni di Pasqua e Pasquetta.  Già da questa mattina 200 uomini delle Forze dell'Ordine presidiano le vie principali e secondarie soprattutto dei cinque comuni "zona rossa ": Auletta, Atena Lucana, Caggiano, Polla e Sala Consilina.

12:01 - In Campania niente pastiere, multe a pasticcerie

Resta proibita fino al 14 Aprile, in Campania, la produzione e la vendita di pastiere e dolci tipici delle festività pasquali.
La polizia delle comunicazioni di Napoli e Salerno ha identificato, attraverso le rispettive pagine web, numerose
pasticcerie delle due città che effettuavano la vendita on-line di tali prodotti offrendone la consegna sul territorio
nazionale. Ai titolari delle pasticcerie è stata notificata la multa prevista dall' ordinanza del 28 marzo del presidente della
giunta regionale Vincenzo De Luca. Inoltre la Polizia delle Comunicazioni ha cancellato dal web le loro pagine e ha imposto lo stop immediato alla vendita on-line

10:42 - Comune di Torre del Greco cerca camere per cittadini in quarantena

Un avviso pubblico per reperire la disponibilità di camere in alberghi e B&B da destinare alle persone poste in isolamento domiciliare e in quarantena a causa dell'emergenza epidemiologica legata al Coronavirus. È quello varato dal Comune di Torre del Greco (Napoli). Le proposte dovranno riguardare la messa a disposizione di camere e altri tipi di alloggi idonei a rispondere alla domanda abilitativa e all'accoglienza temporanea. A titolo di rimborso spese per pulizia e fornitura delle utenze, verrà attribuito un contributo di 16 euro al giorno per ogni persona ospitata.

10:34 - Detenuti donano 1.607 euro all'ospedale Cotugno

I detenuti del carcere di Napoli Poggioreale hanno donato 1.607 euro all'ospedale per le malattie infettive Cotugno. Lo rende noto il sindacato di polizia penitenziaria Osapp. La raccolta fondi è stata avviata tra coloro che sono detenuti in tre reparti della casa circondariale partenopea.  

10:06 - Stasera sanificazione nel centro di Caserta

Un'attività di sanificazione nel centro della città di Caserta sarà effettuata in funzione anti-Coronavirus dai pompieri. L'intervento, che partirà stasera alle 21, sarà realizzato sulla base di accordi con il comune di Caserta. La sanificazione riguarderà i marciapiedi, le panchine e in generale le parti che possono venire a contatto con le mani delle persone.

9:11 - Controlli in area nord di Napoli, 47 sanzioni

Sanzionate e segnalate alla Prefettura, al termine di circa 100 controlli, 47 persone prive di legittime motivazioni per gli spostamenti. Questo è il bilancio di una serie di controlli messi in atto dal gruppo della guardia di finanza nell'area a nord di Napoli per l'emergenza Coronavirus. 

8:05 - Nel Salernitano tre positivi in casa di riposo

Tre anziani della casa di riposo San Pio di Padula, in provincia di Salerno, sono risultati positivi. Le tre persone sono asintomatiche e stanno bene. Gli altri ospiti, una decina, sono negativi. Oggi si conoscerà l'esito dei tamponi effettuati agli operatori della stessa struttura.

8:02 - In Campania 75 nuovi positivi

Sono 75 i nuovi positivi al Covid-19 in Campania, secondo i dati resi noti dalla Unità di Crisi della Regione. Sono stati 2036 i tamponi eseguiti ieri. Il totale complessivo dei positivi in Campania è di 3.517 Il numero complessivo dei tamponi eseguiti e: 33.781.

Napoli: I più letti