Coronavirus, a Napoli subito 3.500 domande per i buoni spesa

Campania

Il quartiere da cui è arrivato il maggior numero di richieste è Pianura con 268 domande, seguito da San Carlo Arena con 265

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

Sono 3.455 le domande realmente accettate dal sistema perché corrette. Il quartiere da cui è arrivato il maggior numero di richieste è Pianura con 268 domande, seguito da San Carlo Arena con 265. Per quanto riguarda i dati dell'Unità di crisi, sono 132 i cittadini campani risultati positivi al Coronavirus che ha portato il totale a 2.960. I tamponi effettuati sono stati 1605 per un totale complessivo di 23139. Nel frattempo è emerso il primo caso di Covid-19 negli istituti penitenziari della Campania: lo ha reso noto Samuele Ciambriello, garante regionale delle persone prive della libertà. Nella regione i pazienti positivi sono 2960 a fronte di 23139 tamponi esaminati, secondo i dati diffusi dall'Unità di Crisi della Campania e aggiornati alla mezzanotte di ieri. I pazienti deceduti sonno 189 mentre quelli guariti sono 150 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI).

19:24 - Salerno, domani rimpatrio di 105 italiani da Tunisi

È previsto per domani mattina, tra le 9 e le 10, l'attracco al porto commerciale di Salerno della nave della Grimaldi Lines che, da Tunisi, riporterà in Italia 105 connazionali che erano rimasti bloccati in Africa in seguito all'emergenza Coronavirus. Si tratta della nave di linea che, ogni lunedì, collega la capitale tunisina con Salerno e che, per l'occasione, consentirà il rimpatrio degli italiani. La notizia è stata annunciata nei giorni scorsi dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca il quale aveva spiegato che è "doveroso riportarli in patria", ma che ci saranno controlli "per tutti i cittadini sia sulla nave che quando sbarcano". A coordinare le operazioni sarà la Prefettura di Salerno con il supporto della Questura, della Capitaneria di Porto, della protezione civile regionale e dell'Asl di Salerno. Come da protocollo potranno lasciare Salerno soltanto attraverso mezzi privati. Ad accoglierli, dunque, troveranno i loro familiari o, comunque, mezzi noleggiati per rientrare a casa.

18:45 - Cittadino di Caggiano deceduto a Madrid

Un cittadino originario di Caggiano, in provincia di Salerno, è deceduto a Madrid. L'uomo, residente a Caracas, è morto presso l'ospedale Infanta Cristina dopo essere risultato positivo al Coronavirus. "Ci stringiamo in preghiera intorno al dolore e porgiamo le condoglianze a tutta la famiglia e ai parenti che vivono a Caggiano", il cordoglio del sindaco, Modesto Lamattina. Il comune del Vallo di Diano pochi giorni fa aveva dovuto fare i conti con la scomparsa di un concittadino residente negli Stati Uniti d'America. Intanto nelle ultime ore a New York è deceduto anche un 72enne, originario di Stella Cilento, comune dove ancora vivono i suoi familiari.

17:54 - Vietri sul mare, 'fugge' in auto per andare dalla fidanzata: denunciato 17enne

Un 17enne di Vietri sul Mare, in provincia di Salerno, è stato denunciato la scorsa notte dopo essersi reso protagonista di una 'fuga' a bordo dell'auto che aveva sottratto di nascosto alla madre. Il minorenne, nonostante i carabinieri gli avessero intimato l'alt con luci, sirena e megafono, ha proseguito la corsa, dirigendosi verso Salerno dove ha imboccato le strade del centro storico. In via Portacatena ha perso il controllo dell'auto, impattando prima contro un muro e poi contro una vettura. È stato denunciato per resistenza e sanzionato amministrativamente sia per la violazione delle norme anti Coronavirus che per guida senza patente, fuga e velocità non commisurata. Ai militari dell'Arma ha raccontato che era uscito di casa per raggiungere la fidanzata.

17:12 - In Campania 2960 positivi, 189 morti

L'Unità di Crisi Regionale della Campania per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-2019 ha diffuso l'aggiornamento dei dati alle 23:59 di ieri. I pazienti positivi in Campania sono 2960 a fronte di 23139 tamponi esaminati. I pazienti deceduti sonno 189 mentre quelli guariti sono 150 (di cui 71 totalmente guariti e 79 clinicamente guariti). Il riparto per provincia è il seguente: Provincia di Napoli: 1.532 (di cui 671 Napoli Città e 861 Napoli provincia); Provincia di Salerno: 437; Provincia di Avellino: 355; Provincia di Caserta: 300; Provincia di Benevento: 108; Altri in fase di verifica Asl:228.

16:24 - Nel Casertano primo detenuto positivo in carcere campano

Primo caso di Covid-19 negli istituti penitenziari della Campania: lo rende noto Samuele Ciambriello, garante regionale delle persone prive della libertà. "Il primo detenuto contagiato in Campania, un siciliano, - ha reso noto Ciambriello - è l'ospite di un reparto di alta sicurezza nel carcere di santa Maria Capua Vetere. La persona detenuta è stata sottoposta a tampone ed è risultata positiva. Viste le sue condizioni di salute è stato trasportato al Cotugno, mentre all'interno del carcere sono state attivare le misure previste per contenere il contagio". Secondo i dati del Garante, il reparto è stato isolato, e sono iniziati i test rapidi per i 131 detenuti e per i 54 agenti che vi operano.

15:59 - A Capri reimbarco per i non autorizzati

Il comune di Capri ha intensificato le misure limitative per gli sbarchi sull'isola in prossimità delle vacanze pasquali. Stamattina il sindaco Marino Lembo ha firmato un nuovo provvedimento: è stata affissa all'albo pretorio l'ordinanza sindacale n.18 con la quale si dispone, oltre alla denuncia e alla sanzione penale, anche il reimbarco in caso di spostamenti non autorizzati. "Ancora una volta innalziamo - dice il sindaco di Capri - il livello di sicurezza sull'isola, anche in vista di possibili arrivi nel periodo di Pasqua".

15:44 - Napoli, protesta in carcere: "Siamo qui per pagare, ma non con la vita"

"Entrato il covid-19 nel carcere, aiutateci" e "siamo qui per pagare ma non con la vita": sono le scritte su due lenzuola bianche che i detenuti del carcere napoletano di Secondigliano hanno steso all'esterno delle celle a causa della presunta notizia, che sta circolando nell'istituto penitenziario, riguardante un caso di covid in carcere. I detenuti poco fa hanno attirato l'attenzione con la cosiddetta "battitura", cioè facendo rumore battendo oggetti metallici sulle sbarre delle celle. Secondo quanto si è appreso si tratterebbe di un detenuto con la febbre che la direzione ha messo in isolamento e sul quale nelle prossime ore saranno eseguiti accertamenti.

13:23 - Nel Napoletano arriva il kit per l'assistenza ai pazienti

Disinfettante per le mani, mascherine, pulsossimetro e farmaci che non si trovano in farmacia: è questo il kit predisposto dalla Asl Napoli 2 Nord che, su richiesta del medico di famiglia, sarà fornito a ciascun paziente Covid positivo assistito a casa. Sono 256 i pazienti postiti al Covid-19 del territorio della Asl Napoli 2 Nord, il 16,4% è ricoverato in ospedale, a fronte di una media regionale di ricoveri ospedalieri del 27% e italiana del 37%. L'obiettivo è supportare il ruolo dei medici di medicina generale nella gestione dei 256 pazienti positivi al Covid-19, attualmente assistiti a casa, stringendo ancora di più le maglie del sistema di sorveglianza domiciliare nel territorio della Asl Napoli 2 nord. Solo il 16,4% dei pazienti Covid positivi è ricoverato in ospedale, contro la media del 27% campana e del 37% italiana. Il protocollo adottato prevede che il medico di famiglia comunichi all'Asl la richiesta dei farmaci introvabili, del pulsossimetro e del kit. Entro 24 ore dalla comunicazione il Dipartimento farmaceutico dell'Asl provvede a consegnare al medico il kit dedicato al proprio paziente, comprensivo dei farmaci richiesti. Ai medici di famiglia sono stati riportati i riferimenti dei cardiologi che all'interno di ciascun reparto dei quattro ospedali aziendali (Pozzuoli, Frattamaggiore, Ischia e Giugliano) saranno a disposizione dei colleghi del territorio per consulenze su tali pazienti.

12:02 - Circolo "ricreativo" in box a Napoli: sei denunce

A Napoli la polizia ha sorpreso in via Labriola, al Lotto K, un gruppo di persone accalcate all'esterno di un garage che, alla vista della volante, si è dato alla fuga. Entrati nel box i poliziotti hanno bloccato intorno a un tavolo da gioco sei persone, tra i 25 e i 57 anni con precedenti di polizia, e li hanno sanzionati per aver violato le misure previste dal Dpcm del 22 marzo scorso.

11:58 - Cardinale Sepe: "Virus malefico e mortale"

Messa delle Palme in un Duomo di Napoli, che conserva i resti di San Gennaro, patrono della città e della Campania, senza fedeli. A celebrare il cardinale Crescenzio Sepe: "La bellezza spirituale e pastorale della liturgia è stata 'spogliata', come Cristo sulla croce, dal malefico e mortifero Coronavirus". Ha ricordato "fratelli e sorelle che stanno vivendo momenti di ansia, paura e abbattimento. Il virus che ci ha colpito è un male, un male che porta anche alla morte. Perché questo male? Ogni male nasconde sempre un mistero. Anche noi come Cristo risorgeremo se sapremo vivere questo momento doloroso della nostra vita, se non ci abbandoniamo alla solitudine, alla disperazione ma ci uniamo nella preghiera a Cristo".

10:53 – I pompieri ringraziano i sanitari all'ospedale di Polla

Le sirene dei mezzi di soccorso dei vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina (Salerno) accese assieme ai lampeggianti e poi un commovente applauso. Così questa mattina davanti all'ospedale di Polla si è svolto una sorta di flash-mob sia per ringraziare tutti gli operatori sanitari sia per salutare tutti i degenti ricoverati nell'area Covid ospedaliera. Alle finestre del nosocomio tanti i pazienti ed i sanitari che hanno ringraziato i caschi rossi. Un lutto ha colpito anche il distaccamento dei vigili del fuoco di Sala Consilina: il 24 marzo scorso è scomparso il comandante Luigi Morello, originario di Teggiano, ucciso dal coronavirus dopo un'agonia di due settimane presso l'ospedale civile di Scafati.

11:12 – L'Ordine degli architetti di Napoli dona 35mila euro al Cotugno

L'Ordine degli architetti di Napoli scende al fianco dell'Ospedale Cotugno di Napoli e dei suoi operatori impegnati nella strenua battaglia al Coronavirus. E lo fa decidendo di stanziare, dal bilancio dell'Ente, la somma di 35mila euro a favore del presidio ospedaliero cittadino, così come deliberato all'unanimità dal Consiglio dell'Ordine di Napoli nel corso dell'ultima seduta. "Abbiamo voluto manifestare la solidarietà di tutti noi Architetti napoletani a un Ospedale che oggi è in prima linea nella cura di questa terribile pandemia nella speranza che, tutti insieme, uniti, possiamo farcela, ed esprimere al tempo stesso la nostra vicinanza ai Medici, agli Infermieri e a tutto il Personale delle strutture sanitarie tanto impegnati in questa lotta", è la posizione espressa dall'intero Consiglio. L'Ordine ha inoltre predisposto un fondo di solidarietà destinato al sostegno degli architetti che, in questo momento, non possono contribuire alla propria quota di iscrizione all'Ordine. Fondo in cui potranno altresì confluire contributi facoltativi - corrispondenti a una ulteriore quota o parte di essa - offerti da colleghi in forma singola o associata. Infine, è stato costituito un tavolo tecnico-osservatorio sull'emergenza Covid-19 allo scopo di far fronte alle circostanziate esigenze attuali della professione e di pianificare il futuro prossimo della professione stessa, ma anche discutere delle trasformazioni che deriveranno da questa tragica esperienza al nostro modo di concepire le abitazioni, gli ospedali e l'ambiente urbano. Gli Architetti "sono gli artefici ed i custodi della bellezza urbana e devono essere pronti alla prossima sfida".

9:57 - Tre nuovi guariti a Torre del Greco

Tre nuovi pazienti affetti da Covid-19 tornati negativi e nessun nuovo caso di contagio. Notizie positive da Torre del Greco (Napoli), uno dei centri campani più colpiti dall'emergenza Coronavirus, con 13 decessi e 52 casi di persone tuttora positive. A comunicarlo è il sindaco della città vesuviana, Giovanni Palomba.

9:36 - Altri due morti nel Salernitano

Ancora due morti nel Vallo di Diano, nel Salernitano. Si tratta di due persone anziane ultra ottantenni, una donna e un uomo ricoverati all'ospedale di Polla ed entrambi con gravi patologie pregresse. La donna era una delle ospiti della casa di cura di Sala Consilina dove sono risultati contagiati 32 anziani ora trasferiti presso il Campolongo Hospital di Eboli. Salgono a 15 i decessi per Coronavirus nel Vallo di Diano.

8:07 - A Napoli subito 3.500 domande per i buoni spesa

Sono 3.455 le domande pervenute al sistema online del Comune di Napoli per richiedere i buoni per la spesa. Il numero si riferisce alle domande realmente accettate dal sistema perché corrette. Il quartiere da cui è arrivato il maggior numero di richieste è Pianura con 268 domande, seguito da San Carlo Arena con 265. 

8:01 - In Campania 132 positivi, totale sale a 2960

Sono 132 i cittadini campani risultati positivi al Coronavirus che portano il totale a 2.960. I tamponi effettuati sono stati 1.605 per un totale complessivo di 23.139.

Napoli: I più letti