Napoli, in piazza Municipio baby attivisti contro uso plastica. Presente anche il sindaco

Campania

L'iniziativa che si è svolta in piazza Plebiscito è nata dall'idea di un bambino di 7 anni, Enrico, che ha proposto di fare "un cartellone" o portare "un oggetto di plastica di cui potete fare a meno" per dimostrare "che si può vivere senza plastica"

L'appello del piccolo Enrico, il bambino di 7 anni che con il suo amico Jamal di 8 ha raccolto più di cento firme e organizzato una manifestazione contro l'uso della plastica, è stato accolto. Il bimbo aveva proposto di fare "un cartellone" o portare "un oggetto di plastica di cui potete fare a meno" per dimostrare "che si può vivere senza plastica". All'iniziativa, andata in scena oggi in piazza Plebiscito, si sono presentati molti baby attivisti. C'è chi ha promesso di non comprare più palloncini, chi di non utilizzare più la cannuccia o comprare bombolette per Carnevale.

Il sindaco de Magistris: "Continuate così"

All'iniziativa era presente anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che ha spronato gli attivisti: "Bravi, continuate così. Vi aspetto presto in Comune per riparlare del vostro impegno e di quello di tutti i napoletani per l'ambiente". Proprio al sindaco il piccolo Enrico ha esposto la sua teoria, quella dello strike. "Nel mondo, come avviene quando giochi a bowling, cadono prima i più deboli. Cadono ad esempio prima i grilli, gli animali più deboli e alla fine resta l'uomo. L'uomo cadrà solo con lo strike finale, ma sarà troppo tardi".

Napoli: I più letti