Napoli, sequestrata una discoteca: denunciato il titolare

Campania

La polizia locale è intervenuta la scorsa notte in un locale privo autorizzazioni previste per la sicurezza e l’agibilità. Gli addetti al bar sono stati sorpresi a servire alcol a ragazzi sotto i 16 anni. Tanti i controlli delle forze dell’ordine in città e in provincia 

La polizia locale di Napoli è intervenuta la scorsa notte nella zona collinare del capoluogo campano per porre sotto sequestro una discoteca, in cui era in corso un evento con 202 persone, in buona parte minorenni. Il gestore è stato denunciato per mancanza dell'agibilità del locale e sanzionato poiché senza licenza d'esercizio per serate danzanti.

L’ispezione della polizia locale

Il locale era privo delle autorizzazioni previste a tutela dell'incolumità degli avventori in termini di sicurezza e agibilità per le discoteche. Durante l'ispezione, gli agenti hanno anche riscontrato la presenza di grosse quantità di alcolici e superalcolici. Le forze dell’ordine hanno inoltre sorpreso alcuni addetti al bar che somministravano bevande alcoliche a minori di anni 16 e 18: per questo motivo, i soggetti che servivano i ragazzi sono stati denunciati e sanzionati con una multa di 300 euro. I minori sorpresi a consumare alcol, invece, sono stati affidati ai propri genitori.

L’attività delle forze dell’ordine durante il fine settimana

Nel fine settimana un gestore di bar del centro storico è stato denunciato per vendita di alcolici ai minori di 16 anni. Le forze dell’ordine hanno sorpreso il titolare di un altro locale mentre somministrava bevande alcoliche ai minorenni. Nella zona di Chiaia tre locali sono stati multati, due per musica percepibile all'esterno dopo la mezzanotte ed uno per vendita di bevande in vetro sempre oltre la mezzanotte. Tra piazza Dante e piazza Museo 5 persone sono state sorprese alla guida senza aver conseguito la patente e 4 auto sono state sequestrate perché sprovviste di copertura assicurativa.

Controlli su 300 persone

Sono 300, invece, le persone controllate dai carabinieri lungo le strade della movida a Napoli ed in alcuni Comuni della provincia. Nel quartiere del Vomero le forze dell’ordine hanno incentrato i loro sforzi nelle aree frequentate dai più giovani: su 182 soggetti controllati, 100 sono minori. Due sono stati denunciati perché nascondevano due coltelli a serramanico: uno dei ragazzi aveva 15 anni. I militari sono intervenuti anche nella zona della penisola sorrentina, sull’isola di Capri (nel Golfo di Napoli), a Sant'Antonio Abate e a Santa Maria la Carità (entrambi nel Napoletano). Un 27enne è stato inoltre arrestato per evasione, perché trovato dai carabinieri fuori dalla propria abitazione.

Le sanzioni su strada

Gli agenti hanno emesso oltre 150 verbali ad altrettante autovetture trovate sul perimetro del centro storico in sosta irregolare. Sono stati sanzionati 5 parcheggiatori abusivi, uno dei quali denunciato in per la sua reiterata attività. Sono state emesse 65 multe per un importo complessivo di 60mila euro. Nel quartiere Chiaia, i carabinieri hanno denunciato una 40enne del posto perché trovata in possesso di un coltellino a serramanico. Altre 3 persone sono state denunciate perché non regolari nel territorio italiano. Denunciati anche quattro parcheggiatori abusivi.  

Napoli: I più letti