Napoli, infermiere insultato e aggredito all’Ospedale del Mare

Campania

L’uomo sarebbe rimasto ferito al labbro dopo che il familiare di un paziente lo avrebbe spintonato. A denunciare l’episodio è stata l’associazione "Nessuno tocchi Ippocrate". Si tratta del decimo episodio di violenza ai danni del personale medico da inizio 2020 

Ancora un’aggressione, la decima dall’inizio del 2020, ai danni del personale medico in servizio a Napoli. L’ultimo episodio, denunciato dall’associazione "Nessuno tocchi Ippocrate" sulla propria pagina Facebook, è accaduto all'Ospedale del Mare, dove il familiare di un paziente avrebbe aggredito con uno spintone un infermiere per poi insultarlo. L’uomo sarebbe rimasto ferito a un labbro, ma la dinamica dell’accaduto è ancora da accertare. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine.

Lamorgese: "Telecamere a bordo delle ambulanze"

Negli scorsi giorni, a seguito dell’ennesima aggressione, era intervenuta anche il ministro degli Interni, Luciana Lamorgese, affermando che "dal 15 gennaio saranno attive le prime telecamere sulle ambulanze in servizio nel territorio di Napoli" e che è inoltre "prevista la realizzazione da parte dei presidi ospedalieri di sistemi di videosorveglianza collegati con le centrali delle Forze di polizia". Nuove misure che Lamorgese ha definito "uno sforzo operativo che verrà rafforzato per garantire sicurezza e tutela al personale sanitario quotidianamente impegnato a servizio della comunità".

Napoli: I più letti