Napoli, nascondeva in casa un’arma per conto del clan: un arresto

Campania

Un 38enne, incensurato, è finito in manette con l’accusa di detenzione illegale di arma e ricettazione. L’uomo sarebbe imparentato con un membro del sodalizio Ascione-Papale 

Gli agenti del commissariato di polizia di Torre del Greco (Napoli) hanno arrestato, nella giornata di sabato 13 luglio, un 38enne incensurato. L'accusa nei confronti dell’uomo è di detenzione illegale di arma e ricettazione.

La perquisizione e il ritrovo dell’arma

Durante una perquisizione nell’appartamento di corso Garibaldi, i poliziotti, agli ordini del primo dirigente, Davide Della Cioppa, hanno rinvenuto una pistola perfettamente funzionante: si tratta di una Beretta 92S Parabellum carica, con relativo munizionamento. Gli agenti hanno scovato, inoltre, una semiautomatica a salve, marca Bruni, priva di tappo rosso. L'uomo, senza precedenti penali, risulta imparentato con un esponente del clan Ascione-Papale, per contro del quale, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe custodito l’arma.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24