Operazione nel Beneventano, sequestrate due imprese ad Airola

Campania

Si tratta di un’azienda del settore raccolta e smaltimento rifiuti e di una conceria. Gli amministratori delle due società sono accusati di omesso versamento dell'Iva e delle ritenute Irpef per diversi anni 

Due imprese sono state sequestrate ad Airola nel Beneventano. Gli uomini della guardia di finanza e i carabinieri, al termine di indagini avviate nel 2017 dalla Procura di Benevento, hanno posto sotto sequestro un’azienda del settore raccolta e smaltimento rifiuti, che opera in diversi comuni di Campania, Calabria, Puglia e Basilicata. Nei confronti degli amministratori di fatto dell’impresa – di cui non sono state fornite le generalità – è stato disposto un sequestro preventivo per equivalente fino a nove milioni di euro, che include i beni personali. L’altra impresa sequestrata è una conceria. All’amministratore - del quale non è stato fornito il nome - è stata notificata una misura interdittiva di divieto di esercizio dell'attività imprenditoriale.

Le accuse

Le accuse nei confronti degli amministratori delle due società sono di omesso versamento dell'Iva e delle ritenute Irpef per diversi anni. Il titolare dell'impresa conciaria deve rispondere anche di inquinamento ambientale, stoccaggio illecito di rifiuti pericolosi e scarico di reflui industriali nel fiume Isclero.

Napoli: I più letti