Incendio, disabile imprigionata dal fumo: portata in strada a Napoli

Campania
Foto di archivio (ANSA)
volante_polizia_ansa

La donna, 86 anni, e il figlio erano rimasti bloccati nei rispettivi appartamenti. Il rogo è scoppiato al piano sottostante, a causa del cattivo funzionamento di un fornellino 

Un’anziana disabile di 86 anni e il figlio, rimasti imprigionati nei rispettivi appartamenti, a causa dell’eccessivo fumo causato da un incendio divampato in un’abitazione al piano sottostante, sono stati raggiunti dai poliziotti e portati in strada. È accaduto ieri sera a Napoli, in un edificio di Corso Italia, nel quartiere di Secondigliano. Una volta in strada, la disabile è stata sottoposta alle cure necessarie per le inalazioni di fumo.

Incendio causato da fornellino

Secondo quanto è stato accertato, il rogo sarebbe divampato a causa del cattivo funzionamento di un fornellino in un’abitazione al quarto piano, in cui vive una donna di 59 anni. Le fiamme hanno interessato la cucina, il corridoio e l’ingresso, sprigionando un fumo molto denso, che ha impedito agli inquilini degli appartamenti del piano superiore di abbandonare l’edificio.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24