Giugliano, bruciava rifiuti nel campo rom: arrestata 21enne

Campania
Foto di archivio (ANSA)

La donna, incensurata, è stata fermata per combustione illecita dei rifiuti. È stata posta ai domiciliari in attesa del rito direttissimo 

Una 21enne incensurata, residente nel campo rom di via San Francesco a Patria a Giugliano, nel Napoletano, è stata arrestata per combustione illecita dei rifiuti. Il fermo è stato eseguito dai carabinieri della stazione Varcaturo. L'arrestata è stata posta ai domiciliari in attesa del rito per direttissima. Gli uomini dell’Arma hanno sorpreso la 21enne mentre si trovava all’interno del campo rom e incendiava rifiuti come plastica, carcasse di mobilio verniciato, lamiere e polistirolo. I rifiuti erano stati abbandonati su un'area di circa 20 metri quadri. Il rogo è stato spento.
 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24