Napoli, bimba di 4 anni: “A scuola mi dicono cacca perché sono scura”

Campania
Foto di archivio (ANSA)
scuola_ansa

Il padre della piccola ha postato un video sui social, e spiega perché lo ha fatto: “È un modo per far capire agli adulti il male che possiamo causare con la nostra superficialità” 

"Papà perché sono nata tutta scura? A scuola mi dicono cacca, non voglio essere tutta marrone, voglio essere bianca come gli altri bambini". Nelle ore in cui fa discutere il video del diverbio su un treno della Circumvesuviana in cui una passeggera difende un immigrato cingalese dagli insulti razzisti di un giovane, ecco un altro filmato che tocca le corde dell'animo. Lo ha pubblicato sui social una settimana fa il papà di una bambina di 4 anni nata dall'unione tra un italiano e una connazionale di origini ghanesi. L'uomo, gestore di un bar nella provincia di Napoli, dice di averlo fatto per sensibilizzare l'opinione pubblica sul clima di crescente intolleranza. "Mai avrei voluto pubblicare un video del genere - scrive - ma da padre ho il dovere di farlo. Sia chiaro, non è un'accusa ai bambini nominati che non hanno colpe. È un modo per far capire agli adulti il male che possiamo causare con la nostra superficialità. La storia andava avanti almeno da un anno - dice il papà - il collegamento 'cacca-pelle scura' l'ha fatto lei da sola, è molto sensibile. Devo dire che le maestre dopo che hanno visto il video si sono commosse e hanno fatto una riunione in classe". 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24