Camorra, latitante del clan dei Casalesi catturato in Ciociaria

Campania
Foto di archivio (ANSA)
polizia_milano_ansa

Non è durata molto la fuga di Giovanni Diana, ricercato dallo scorso settembre, con lui è stato arrestato anche il proprietario dell'immobile in cui si nascondeva

La Squadra Mobile di Caserta ha catturato a Ceccano, in provincia di Frosinone, il latitante del clan dei Casalesi Giovanni Diana, 57 anni. L'uomo era ricercato dallo scorso settembre. Diana deve rispondere dell'accusa di estorsione aggravata dall'appartenenza ad associazione mafiosa. È il secondo latitante stanato in due giorni fuori dalla regione, ieri in Molise è stato catturato Vincenzo Della Volpe, ritenuto vicino all'ex boss Antonio Iovine, oggi collaboratore di giustizia.

Gli arresti
Nel corso dell'operazione, i poliziotti della questura di Caserta, assieme a quelli della Squadra Mobile di Frosinone, hanno arrestato anche il 51enne Franco Fabi, proprietario dell'immobile dove aveva trovato rifugio Diana. Fabi è ritenuto responsabile, in concorso con l'esponente del clan, anche di detenzione di arma clandestina, e in particolare di un fucile di fattura artigianale a canna unica sprovvisto di matricola e marca. Un altro 40enne, trovato in compagnia di Diana al momento della cattura, è stato denunciato per favoreggiamento personale.

L'uomo del boss
Per la Dda di Napoli che ha coordinato le indagini, Diana sarebbe uno stretto collaboratore e uomo di fiducia di Salvatore Nobis, di cui è il cognato. Nobis è un fedelissimo del boss Michele Zagaria. Diana, con due complici, avrebbe tentato di estorcere la tangente ad un imprenditore agricolo di Francolise. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24