Camorra, Napoli: scoperti mandanti e autori di due omicidi

Campania
Immagine d'archivio (ANSA)
polizia

Tre persone sono state arrestate con accusa di omicidio di Antonio Ruggiero e Andrea Castiello, uccisi il 13 e 14 marzo 2014 durante la guerra di camorra 

Tre persone sono state arrestate con l’accusa di omicidio di Antonio Ruggiero e Andrea Castiello, a Melito, comune della città metropolitana di Napoli. Ruggiero e Castiello erano stati uccisi il 13 e 14 marzo 2014 durante la guerra di camorra. I militari della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip su richiesta della sezione Dda, Direzione Distrettuale Antimafia, di Napoli.

Lotte intestine nel clan

L’arresto è il risultato di indagini fondate sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia e corroborate da intercettazioni e una rete di riscontri. I due omicidi, di cui uno con distruzione e occultamento del cadavere, rientrano nella guerra intestina scoppiata all’interno del clan Amato Pagano, scatenatasi all’indomani della cattura del capoclan, Mariano Riccio.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24