Turchia, un cane aspetta per giorni il padrone fuori dall’ospedale

Mondo

Si chiama Boncuk e il video che lo mostra in attesa di fronte all'ingresso è diventato virale in poco tempo. Dopo aver seguito l'ambulanza, si è recato tutti i giorni all'ingresso principale fino alla completa guarigione del suo proprietario

In Turchia un cane di nome Boncuk si è recato tutti i giorni all'ingresso principale dell'ospedale in cui era ricoverato il padrone colpito da un'embolia cerebrale. Il video che ritrae tutto l'affetto dell'animale per il suo proprietario è diventato virale in poco tempo. Ora che il padrone è completamente guarito, la pazienza di Boncuk è stata finalmente premiata e i due si sono ritrovati dopo un periodo certamente complicato.

Il giorno del ricovero

Cemal Senturk, il proprietario di Boncuk, che in turco significa 'perlina', era stato ricoverato lo scorso 14 gennaio presso l'ospedale della città di Trebisonda. In quell'occasione, il cane aveva seguito l'ambulanza fino all'ingresso e nei giorni successivi era tornato quotidianamente alla struttura per 'far visita' al proprio padrone. La figlia di Cemal ha raccontato di aver riportato Boncuk a casa, ma lui puntualmente finiva per tornare all'ospedale. Le guardie di sicurezza dell'ospedale hanno raccontato che il cane si presentava tutte le mattina alle 9.

Di nuovo insieme

La costanza e la pazienza di Boncuk, alla fine, sono state premiate. Lo scorso 20 gennaio, infatti, Cemal è completamente guarito ed è stato dimesso, così i due amici si sono potuti ritrovare, finalmente a casa dopo un periodo piuttosto complicato. In un momento complesso per tutto il mondo, arriva dalla Turchia una storia a lieto fine che non poteva certamente passare inosservata.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.