Banksy, nuovo murale a Nottingham

Mondo

L'opera, realizzata accanto alla carcassa di una bicicletta abbandonata sul marciapiede, ritrae una bambina che gioca all'hula hoop col copertone mancante

Una bambina che gioca all'hula hoop con il copertone di una bici abbandonata e distrutta per strada. La nuova opera di Banksy, il celebre artista britannico dall'identità sconosciuta, ha visto la luce a Nottingham, sulla Ilkeston Road. A darne conferma ufficiale, attraverso il suo profilo Instagram, lo stesso Banksy, che ha così rivendicato la paternità del murale. L'artista aveva recentemente perso i diritti d'autore sull'opera "Il lanciatore di fiori" di Gerusalemme.

Oltre 1 milione di like in tre ore

approfondimento

Scrive No Privileges su murales Random, riferimento a Banksy

Il post di Banksy ha ottenuto un successo immediato, totalizzando più di 1 milione di like nelle prime tre ore. Anche l’opera di Banksy, che come spesso capita integra elementi reali ai suoi disegni, in una sorta di realtà aumentata (il rottame della bicicletta è realmente parcheggiato sul marciapiede davanti al murale), è stata immediatamente bersagliata da curiosi e vandali. Il Comune di Nottingham è dovuto intervenire per invitare a evitare assembramenti e installando un pannello in plexiglas per proteggere l'opera, che poco dopo è stata vandalizzata con una tag. 

Forse un omaggio alla città più colpita dal Covid nel Regno Unito

approfondimento

Inghilterra, a Bristol spunta un nuovo murale di Banksy. FOTO

La realizzazione dell'opera ha avuto anche un testimone oculare, il proprietario di un negozio vicino che ha raccontato alla Bbc di aver visto un furgone coi vetri oscurati passare nella zona. Nessuna chance, però, di vedere il volto dell'artista: "Ho visto solo l’autista. Non sapevo cosa stesse succedendo o se dovevo chiamare la polizia", ​​ha detto l'uomo. Secondo alcuni abitanti, Banksy avrebbe voluto rivolgere un omaggio alla città, fortemente colpita dal coronavirus col più alto tasso di infezione nel Regno Unito. Per altri, invece, si tratterebbe di un riferimento a una famosa fabbrica di biciclette della zona.

Mondo: I più letti