In Francia si torna a parlare di diritto al topless dopo la multa a due donne in spiaggia

Mondo
©Getty

I gendarmi hanno invitato le bagnanti a indossare la parte alta del costume mentre prendevano il sole sul litorale  di Sainte Marie de la Mer, nel Sud del Paese. A loro sostegno è sceso in campo il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, il quale ha sottolineato che "la libertà è un bene prezioso"

Si riapre in Francia il dibattito sul diritto al topless dopo l'intervento dei gendarmi che hanno obbligato due donne a indossare la parte alta del costume mentre prendevano il sole su una spiaggia di Sainte Marie de la Mer, nel Sud del Paese. A sostegno delle bagnanti è intervenuto il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, che ha ribadito il "diritto di prendere il sole in topless". A stretto giro sono arrivate anche le scuse della gendarmeria nazionale, tramite il suo portavoce Maddy Scheurer.

Contestazione al topless senza fondamento

"È senza fondamento - ha detto Darmanin - che sia stata contestata la tenuta da spiaggia di due donne. È anche normale riconoscere quando si fa un errore". Sempre via social, su Twitter, sono arrivate le scuse dalla portavoce della gendarmeria nazionale, Maddy Scheurer: "Mi vedrete sempre in uniforme, ma la pratica del topless è autorizzata". Sulla dinamica dell'episodio la direzione della gendarmeria ha comunque voluto precisare che gli agenti coinvolti sarebbero intervenuti a seguito della lamentela di una famiglia.

Il dibattito sui social

Il dibattito, però, si è comunque allargato sui social network, nonostante gli interventi del ministro e della gendarmeria. Centinaia sono stati i commenti in merito all'episodio. "Sainte Marie la Mer è ora diventata l'Arabia Saudita?", si sono chiesti alcuni utenti che hanno denunciato la "strisciante pudicizia" nel Paese. Proprio in Francia, in realtà, la fine del divieto del monokini, a partire dagli anni Settanta, è stata una delle tante conquiste del movimento femminista. Anche se, ad oggi, in particolare tra le giovani generazioni, è una pratica sempre meno diffusa. Il topless, quindi, a meno di specifici provvedimenti delle amministrazioni locali, è consentito. Rispetto a dieci anni fa, però, la percentuale delle donne sotto i 50 anni che prendono il sole a seno nudo è calata dal 28 al 20%, probabilmente anche per timore di molestie sessuali. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24