Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

#SayKobe, sui social il tributo dei fan di Bryant VIDEO

2' di lettura

Il foglio di carta che si accartoccia e diventa una palla, il tiro verso un canestro improvvisato cercando di imitare lo stile del proprio eroe, il nome gridato quando il colpo va a bersaglio. Tre gesti semplici, ripetuti chissà quante volte dagli appassionati di basket – a casa a scuola, in ufficio – che ora diventano omaggio, tributo, quasi una preghiera.

Il raduno allo Staples Center

Un modo di ricordare Bryant, nato proprio dove la leggenda di Kobe ha avuto inizio: a Los Angeles, allo Staples Center, il teatro delle gesta dei Lakers. È bastato un cestino della carta straccia, spuntato in mezzo ai fiori, le candele, le magliette lasciate nel memoriale improvvisato dopo la tragica morte del campione. Sul cestino un biglietto, un semplice messaggio: #SayKobe, you know what to do. Dì “Kobe”, sai cosa fare. E cos’altro, se non l’arte che ha visto Bryant tra i più grandi interpreti, il tiro a canestro?

Il passaparola sui social

Come spesso accade con le passioni e le grandi emozioni condivise, grazie al passaparola dei social il piccolo gesto in pochissimo tempo è diventato qualcosa di più, e poche ore dopo, sempre davanti allo Staples Center, quel tiro a canestro era già diventato un rito collettivo, con tanto di conto alla rovescia.

Nel nome di Kobe

Ma nel frattempo, in ogni angolo degli Stati Uniti e del mondo, grandi e piccoli appassionati si misuravano con il loro personalissimo #SayKobe. Ogni canestro, una lettera d’amore al campione: perché in molti, prima di accartocciarlo, sul quel foglio hanno scritto una dedica o un ricordo per Bryant.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"