Merkel, Macron e May avvertono gli Usa: niente dazi o Ue si difenderà

2' di lettura

Durante una telefonata i leader di Germania, Francia e Regno Unito hanno concordato una posizione comune: “L’Unione sarà pronta a difendere i propri interessi”. Le nuove tariffe volute da Trump su acciaio e alluminio dovrebbero partire dal primo maggio

Gli Stati Uniti non impongano dazi alle merci dell'Ue oppure l'Unione si difenderà a tutela dei propri interessi. È questo l’ammonimento che Angela Merkel, Emmanuel Macron e Theresa May hanno lanciato alla Casa Bianca. La posizione comune, ha riferito un portavoce tedesco citato dai media internazionali, è stata concordata durante una telefonata tra i leader di Germania, Francia e Regno Unito. “Gli Usa non devono prendere alcuna misura commerciale contro l'Ue, altrimenti l'Ue sarà pronta a difendere i propri interessi nel quadro delle regole del commercio multilaterale”, ha detto.

Nuove tariffe dovrebbero partire dal primo maggio

La presa di posizione di Germania, Francia e Regno Unito arriva a pochi giorni dall’incontro tra Angela Merkel e il presidente Usa Donald Trump. Incontro, in un clima di sostanziale gelo tra i due leader, durante il quale la cancelliera - così come poco tempo prima Macron - non è riuscita a strappare al tycoon un passo indietro sui dazi. Il presidente ha respinto la richiesta di un’esenzione permanente e, salvo clamorose sorprese, dal primo maggio dovrebbe far scattare le nuove tariffe sull'import di acciaio (25%) e di alluminio (10%) anche nei confronti dell'Europa. Trump vorrebbe più concessioni dai partner degli Usa e senza di queste è deciso a tirare dritto sulla sua strada, anche a costo di una vera e propria guerra commerciale tra le due sponde dell'Atlantico.

Leggi tutto
Prossimo articolo