Concorso Vigili del Fuoco 2022, 300 posti: prova selettiva dall'8 giugno

Lavoro
©Ansa

Nuovo concorso dei Vigili del Fuoco. Pubblicato il bando di selezione pubblica per titoli ed esami, destinato alla copertura di 300 posti nella qualifica di vigile del fuoco 

ascolta articolo

Dall’8 al 14 giugno 2022 si svolgerà per via telematica da remoto, la prova preselettiva per 300 posti dei Vigili del Fuoco. Nella pagina personale di ciascun candidato nel “Portale dei concorsi” è pubblicata la data e l’ora di svolgimento della prova preselettiva. Il candidato potrà collegarsi sia da personal computer sia da dispositivo mobile digitando il proprio codice fiscale, così come riportato nella domanda di partecipazione al concorso (utilizzando sempre Google Chrome per accedere con dispositivi mobili Android e Safari per accedere con dispostivi mobili Iphone). Nella Gazzetta Ufficiale n. 37 di oggi, oltre che sul sito del Dipartimento dei Vigili del fuoco, è pubblicato il diario della prova preselettiva.

Requisiti

approfondimento

Napoli: concorso per pronto soccorso Cardarelli, nessun iscritto

Per l’ammissione alla procedura concorsuale, gli aspiranti candidati devono essere in possesso alla data di scadenza del bando dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana; godimento dei diritti politici; età non superiore ai 26 anni. Il limite di età è fissato in trentasette anni per il personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, iscritto da almeno un anno negli appositi elenchi, in possesso degli altri requisiti previsti dal presente bando; possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali di cui al decreto del Ministro dell’Interno 4 novembre 2019, n. 166 e successive modificazioni; possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado; possesso delle qualità morali e di condotta di cui all’articolo 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53 nonché all’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. 

Procedura di selezione

approfondimento

Concorsi truccati Università: si dimette direttore Dipartimento

La prima fase di selezione concorsuale prevede l’espletamento di una prova preselettivache consiste nella risoluzione di quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie: storia d’Italia dal 1861 ad oggi ed elementi di chimica; di quesiti di tipo logico-deduttivo e analitico, volti a esplorare le capacità intellettive e di ragionamento; di quesiti finalizzati ad accertare la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.

Le prove motorio-attitudinali

approfondimento

Rogo in falegnameria, vigili del fuoco al lavoro da stanotte

Le successive prove d’esame sono costituite da tre prove motorio-attitudinali, dirette ad accertare il possesso dell’efficienza fisica e la predisposizione all’esercizio delle funzioni del ruolo dei vigili del fuoco, anche eventualmente con riferimento all’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi e sono finalizzate ad accertare la capacità di forza, di resistenza, di equilibrio, di coordinazione, di reazione motoria, di acquaticità, nonché l’attitudine a svolgere l’attività di vigile del fuoco.

 

I più letti