Coronavirus: per 82% italiani importante acquistare solo prodotti Made Italy

Lavoro
GettyImages_legacoop

Secondo un sondaggio Swg-Legacoop per l'82% degli italiani è importante acquistare solo prodotti made in Italy per sostenere la nostra economia in questa fase di grande difficoltà legata all'emergenza Covid-19

Per l'82% degli italiani è importante acquistare solo prodotti made in Italy per sostenere la nostra economia in questa fase di grande difficoltà legata all'emergenza Covid-19. Il dato emerge dalle risposte ad un sondaggio condotto nell'ambito dell'Osservatorio coronavirus nato dalla collaborazione tra Swg e area studi Legacoop, per testare opinioni e percezioni della popolazione di fronte ai problemi determinati dall'emergenza in corso. L'importanza dell'acquisto di soli prodotti made in Italy è stata espressa dall'82% del campione, con la percentuale più alta (86%) registrata nel ceto medio, seguito a ruota dal ceto medio-basso (82%) e, a maggiore distanza, dal 'ceto popolare' (72%).

Il commento

''La richiesta di sostegno ai prodotti delle filiere del made in Italy che sale dall'opinione pubblica è univoca'', afferma il presidente di Legacoop, Mauro Lusetti, in una nota.

''In questa fase di emergenza drammatica è evidente che i cittadini, che sono sia consumatori sia lavoratori, percepiscono il rischio di un arretramento del Paese ma pure le possibili risposte. Le nostre sensazioni al riguardo erano corrette, e anche per andare incontro a questo sentiment stiamo predisponendo proposte concrete a sostegno delle produzioni e delle filiere nazionali''.

''Le nostre cooperative sono profondamente radicate nei territori e nelle comunità'', sottolinea Lusetti.

''Anche per questo, laddove possibile e permesso dai provvedimenti del Governo, nelle scorse settimane le cooperative hanno sempre continuato a lavorare per la salute delle persone e per garantire prodotti e servizi necessari alle comunità. I risultati di questa indagine ci confermano che tale vicinanza è stata percepita dalla cittadinanza e lo sforzo di soci e dipendenti non è stato vano''.

I più letti