Coronavirus: Istat, boom vendite alimentari in Gdo

Lavoro
Getty Images
GettyImages_istat_alimentari

Secondo l’Istituto l’aumento delle vendite al dettaglio a febbraio risente di quanto accaduto a livello nazionale “a partire dalla fine del mese, quando la diffusione dell'epidemia di covid-19 ha presumibilmente provocato una crescita degli acquisti in alcuni settori”

Boom delle vendite di beni alimentari nella grande distribuzione nel mese di febbraio. E’ quanto registra l’Istat secondo cui l’aumento delle vendite al dettaglio a febbraio risente di quanto accaduto a livello nazionale “a partire dalla fine del mese, quando la diffusione dell'epidemia di Covid-19 ha presumibilmente provocato una crescita degli acquisti in alcuni settori”.

Secondo l’Istituto emerge un incremento delle vendite dettaglio dello 0,8% su base congiunturale e del 5,7% su base tendenziale. L'aumento più significativo a livello tendenziale, sottolinea l'Istat, è registrato infatti dalla grande distribuzione, in particolare è la vendita dei beni alimentari a crescere con maggiore intensità (+9,9%).

Sull'incremento registrato a febbraio, spiega l'Istituto, ha contribuito anche la presenza di un giorno in più nel mese di febbraio di quest'anno. Anche per le vendite delle imprese operanti su piccole superfici si evidenzia una variazione positiva, soprattutto per il comparto alimentare (+5,3%).

I dati nel dettaglio

Secondo l’Istat a febbraio 2020 si stima, per le vendite al dettaglio, una variazione congiunturale positiva dello 0,8% in valore e dello 0,9% in volume. In aumento sia le vendite dei beni alimentari (+1,1% in valore e +1,2% in volume), sia quelle dei beni non alimentari (+0,5% in valore e +0,6% in volume). Su base tendenziale si registra una crescita del 5,7% in valore e del 5,8% in volume. L'aumento riguarda soprattutto le vendite dei beni alimentari (+8,2% in valore e +7,8% in volume), ma risultano in crescita anche quelle dei beni non alimentari (+3,8% in valore e +4,3% in volume).

Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per tutti i gruppi di prodotti. Gli aumenti maggiori riguardano generi casalinghi durevoli e non durevoli (+7,6%) e utensileria per la casa e la ferramenta (+6,3%) mentre l'aumento minore si registra per cartoleria, libri, giornali e riviste (+1,0%). Rispetto a febbraio 2019, il valore delle vendite al dettaglio aumenta dell'8,4% per la grande distribuzione e del 3,3% per le imprese operanti su piccole superfici. Le vendite al di fuori dei negozi calano dello 0,1% mentre è in crescita sostenuta il commercio elettronico (+15,3%).

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24