Fca: a febbraio in Ue 74.800 immatricolazioni, quota al 7%

Lavoro
fca_GettyImages

Aumenta volumi e quota per i marchi Fiat (rispettivamente +1,6% e +0,5 punti percentuali) e Lancia, in crescita dell'1,8% e di 0,1 punti percentuali

Sono oltre 74.800 le vetture immatricolate in Europa a febbraio da Fiat Chrysler Automobiles per una quota al 7%, stabile rispetto a un anno fa ma in crescita rispetto a gennaio quando era stata del 6% con 68 mila registrazioni. Complessivamente Fca aumenta volumi e quota per i marchi Fiat (rispettivamente +1,6% e +0,5 punti percentuali) e Lancia, in crescita dell'1,8% e di 0,1 punti percentuali.

Nei primi due mesi del 2020, Fca immatricola quasi 143 mila vetture, ottenendo un risultato migliore di quello complessivo del mercato, aumentando così la quota di 0,1 punti percentuali, al 6,5%. Con più di 54.200 registrazioni, +1,6% rispetto a un anno fa, il marchio Fiat ottiene a febbraio una quota del 5,1%, in aumento sia nel confronto con quella dell'anno scorso, che era stata del 4,6%, sia con quella di gennaio, quando il brand aveva ottenuto uno share del 4,2%.Nel progressivo annuo Fiat immatricola poco meno di 101.500 vetture, sostanzialmente le stesse di un anno fa e migliora la quota passando al 4,6% dal 4,3% di febbraio 2019.

Anche Lancia chiude il mese con un risultato migliore rispetto a quello del mercato: 5.950 immatricolazioni (+1,8%) e quota dello 0,6%, in crescita rispetto allo 0,5% di un anno fa. Nei primi due mesi del 2020 Lancia registra 12.200 vetture per una quota dello 0,6%, in crescita di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo di un anno fa. In febbraio Alfa Romeo immatricola 3.400 vetture, sostanzialmente le stesse di gennaio per una quota allo 0,3%. Nei primi due mesi del 2020 sono 6.800 le vetture registrate dal marchio, per una quota allo 0,3%. Infine, sono quasi 11 mila le Jeep registrate in febbraio che permettono al brand di ottenere una quota dell'1%. Nel primo bimestre del 2020 il brand registra 21.800 vetture con l'1% di quota.

I più letti