Confindustria e sindacati, 'convocare tavolo crisi a Taranto'

Lavoro
Credits Getty Image
exilvaGettyImages

Ci sono imprese che rischiano la deriva e tenute occupazionali sempre più precarie.

 

Confindustria Taranto e i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto al Prefetto Demetrio Martino di convocare un ''tavolo di crisi'' per riunire le istituzioni del territorio, le parti sociali e i referenti di Arcelor Mittal Italia. La richiesta è stata presentata dal presidente di Confindustria Taranto Antonio Marinaro e dai segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil Paolo Peluso, Antonio Castellucci e Giancarlo Turi, nel corso di un incontro tenuto in Prefettura. Ciò ''alla luce di una trattativa, quella fra Governo e Ami, da cui il tessuto cittadino è di fatto escluso, che continua ad essere di esclusiva pertinenza dei tavoli romani e che non tiene conto delle istanze, e sono molteplici, che arrivano dal territorio'', fanno sapere Confindustria e sindacati. 

“Mentre a Roma si cerca di far quadrare il cerchio dell'accordo - sostengono - a Taranto ci sono imprese che rischiano la deriva e tenute occupazionali sempre più precarie, sindacati che proclamano stati di agitazione nel centro siderurgico ed aziende che incrociano le braccia a causa di pagamenti non ricevuti per commesse scadute'”.

 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24