Lecce, sindaco di Melendugno vieta pallone in piazza: ragazzi con smartphone per protesta

Cronaca
©Getty

Il primo cittadino ha incontrato i giovani manifestanti per spiegare loro le motivazioni della decisione e ha promesso: "L'anno prossimo avrete il campetto"

ascolta articolo

Vietato giocare a palla nella piazza del paese: è successo a Roca, una piccola frazione di Marina di Melendugno, in provincia di Lecce. Il sindaco Maurizio Cisternino ha chiesto l'affissione di un cartello che impedisce ai giovani cittadini di giocare con il pallone. Una decisione presa "per tutelare tutti", ha detto il primo cittadino: anziani, mamme con passeggini e persone infastidite dal rumore. I ragazzi però non ci stanno e mettono in atto una protesta silenziosa: hanno raggiunto tutti la piazza, occupato le panchine, e tirato fuori i propri smartphone. Ad accompagnare la scena uno striscione con la scritta: "Criticate tanto la nostra generazione ma ci avete tolto il pallone".

La promessa del sindaco: "L'anno prossimo un campetto da calcio"

leggi anche

Altofonte, vandalizzato parco giochi: danni a scivoli e altalene

La manifestazione dei ragazzi ha avuto l'effetto desiderato: il sindaco è rimasto colpito dalla protesta silenziosa e ha deciso di incontrare i suoi giovani cittadini. "Per tutelare tutti - ha spiegato loro Maurizio Cisternino - è stata presa questa decisione, che non vuole essere assolutamente punitiva". "Ora il divieto nasce per tutelare soggetti fragili come anziani e mamme con i passeggini. Mi sono giunte segnalazioni - ha aggiunto - da parte di persone infastidite da quanto avveniva all'interno della piazza. Così abbiamo deciso di apporre questo segnale di divieto, perché la piazza non può essere un luogo dove poter giocare a calcio, ma si passeggia si sta in comitiva". Il primo cittadino ha però pensato a un compromesso che possa soddisfare tutti: "A breve - ha affermato - individueremo un'area dove potranno giocare in libertà. Ho promesso a questo gruppetto di ragazzini che sarà interesse della mia amministrazione a stretto giro, ormai per questa estate non facciamo più in tempo, di attrezzare un'area dedicata a loro". 

Cronaca: i più letti