"Sisto V e Pericle Fazzini Gloria e Memoria", la mostra a Montalto delle Marche

Cronaca

L’esposizione  a partire dal  13 dicembre, giorno in cui 500 anni fa nacque quel papa Sisto V che nel seppur breve pontificato (1585-1590) diede un forte impulso  alle arti e alle opere pubbliche tanto da essere definito l’”Urbanista di Dio”

In occasione delle celebrazioni per il quinto centenario dalla nascita di papa Sisto V, la Regione Marche e il Comune di Montalto delle Marche, in collaborazione con la Fondazione Pericle Fazzini e il Comune di Grottammare e con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e il Ministero della Cultura, presentano la mostra Sisto V e Pericle Fazzini Gloria e Memoria.

Spettacoli, pubblicazioni, esposizioni, convegni, itinerari e questa importante Mostra sono al centro delle Celebrazioni sistine (1521-2021), grazie all’impegno della Regione Marche alla guida del Comitato promotore degli eventi. 

La mostra

approfondimento

Natale: mongolfiera, slitta e stelle illuminano centro di Ascoli

L’esposizione  nata da un’idea di Vittorio Sgarbi e Daniela Tisi, che si avvale di un illustre comitato di studio, vuole raccontare due figure - un Papa visionario e uno dei maggiori scultori italiani del Novecento - apparentemente distanti tra loro, ma che hanno vari aspetti in comune. Nascono entrambi a Grottammare – Sisto V nel 1521 e Fazzini nel 1913 –, entrambi operano a Roma ma non abbandonano mai le loro radici e l’amore per la terra natale, e si dimostrano molto legati al borgo di Montalto delle Marche - sede principale della mostra - città d’origine della famiglia di Sisto V, che lui stesso definì “Patria carissima”, e per cui Fazzini realizzò una delle sue ultime sculture, proprio dedicata al Pontefice.

L’ inaugurazione

Non è un caso, dunque, se l’esposizione si inaugura proprio il 13 dicembre, giorno in cui 500 anni fa nacque Felice Peretti, quel papa Sisto V che nel seppur breve pontificato (1585-1590) diede un forte impulso, tra le altre cose, alle arti e alle opere pubbliche - tanto da essere definito l’”Urbanista di Dio” - non solo a Roma, ma anche in altre città marchigiane, come nel piccolo borgo di Montalto delle Marche che ancora oggi porta i segni del suo operato e della sua grandiosa visione.

Ospitata nella splendida cornice di Palazzo Paradisi a Montalto delle Marche la mostra presenta oltre cinquanta opere di Fazzini tra sculture in bronzo e legno, studi, bozzetti, disegni, incisioni, alcune delle quali verranno esposte a rotazione nel corso dei mesi. Ogni opera racconta e rappresenta il dualismo tra spirito e materia sotteso in tutta la produzione dello scultore.

L’ omaggio a Sisto V e Pericle Fazzini

La mostra Sisto V e Pericle Fazzini Gloria e Memoria vuole rendere omaggio a questi marchigiani illustri ma rappresenta anche l’occasione, partendo proprio da Montalto, di scoprire la presenza di Sisto V tra le province di Ascoli Piceno e Fermo, in un percorso fatto di luoghi, opere ed evidenze monumentali da visitare che si snoda tra Grottammare, Montalto delle Marche, Fermo e all’interno dei Musei sistini del Piceno.

Cronaca: i più letti