Nuovo Dpcm, Carpisa e Yamamay chiudono oggi alle 18 per solidarietà

Cronaca

"La chiusura alle 18 è un tentativo di spaccare il fronte dei lavoratori, metterli l’uno contro l’altro. È un tentativo che non riuscirà", ha detto Gianluigi Cimminio, CEO di Pianoforte Holding. Si tratta di un gesto di "solidarietà e fratellanza - spiega - ma anche la presa d'atto che la decisione del governo non è altro se non un coprifuoco mascherato"

Yamamay e Carpisa hanno deciso che oggi, mercoledì 28 ottobre, chiuderanno i negozi a gestione diretta dei due brand, oltre 300 sul territorio italiano, alle ore 18. Un modo per manifestare la propria solidarietà alle categorie di lavoratori più colpite dal nuovo Dpcm del 25 ottobre scorso (TUTTE LE MISURE) per evitare la diffusione del contagio da coronavirus (LIVEBLOG - SPECIALE). I due brand, attraverso questo gesto, vogliono mostrare la propria vicinanza ai settori più colpiti quali ristorazione, sport, spettacolo e molti altri, e così ai loro lavoratori, a tutti i livelli.

Un gesto di "solidarietà e fratellanza"

"La chiusura alle 18 è un tentativo di spaccare il fronte dei lavoratori, metterli l’uno contro l’altro. È un tentativo che non riuscirà", ha detto Gianluigi Cimminio, CEO di Pianoforte Holding. Si tratta di un gesto di "solidarietà e fratellanza - spiega - ma anche la presa d’atto che la decisione del governo non è altro se non un coprifuoco mascherato". Della Pianoforte Holding fanno parte i marchi Yamamay, Carpisa e  Jacked. L'imprenditore Cimminio, nei giorni scorsi, si era detto critico nei confronti delle misure prese dal governo e aveva definito il decreto per la seconda ondata di contagi da Covid-19 "una Caporetto".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24