Maltempo, albero su tenda a Marina di Massa: morte due sorelle di 3 e 14 anni

Cronaca
©Ansa

A causa del forte vento, nella notte, un pioppo è caduto sulla tenda di un campeggio dove dormiva la famiglia. Una 19enne ha riportato lievi contusioni e non è stato necessario il ricovero, mentre i genitori sono rimasti illesi. La Procura ha aperto un'inchiesta e sequestrato l'area. Marco Lucetti, presidente dell'associazione dei campeggi della zona: "C'è stata tromba d'aria"

Due sorelle di 3 e 14 anni, travolte dalla caduta di un pioppo sulla tenda nel campeggio dove trascorrevano le vacanze insieme alla famiglia, a Marina di Massa, sono morte (FOTO). Un'altra sorella, di 19 anni, ha riportato lievi contusioni e non è stato necessario il ricovero (I DANNI DEL MALTEMPO IN ITALIA - LE PREVISIONI DEL 31 AGOSTO). I genitori delle giovani sono rimasti illesi. Secondo quanto si apprende, erano in cinque nella tenda su cui, nella notte, si è abbattuto l'albero durante un temporale con vento forte. Aperta inchiesta e sequestrata l'area. "Stiamo cercando di capire se era prevedibile o meno che l'albero, per le condizioni in cui era, potesse cadere in caso di maltempo, visto che sotto c'erano spazi per le tende", ha detto il procuratore di Massa Carrara Piero Capizzoto.

Le due sorelle morte dopo la caduta dell'albero

vedi anche

Maltempo al Nord: grandinate, forti raffiche di vento ed esondazioni

Le condizioni delle due sorelle erano apparse da subito gravissime. La più piccola è deceduta poco dopo la caduta dell'albero, mentre la più grande era stata soccorsa e il personale del 118 era riuscito a portarla in ospedale dove però, a distanza di poche ore, per i gravi traumi riportati nell'incidente è morta. I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi.

Aperta inchiesta, sequestrata area

Sul crollo dell'albero nel campeggio Verde Mare, la Procura di Massa e Carrara ha aperto un'inchiesta. Ha anche disposto il sequestro giudiziario dell'area dell'incidente, dell'albero caduto, della tenda e di altri oggetti. I carabinieri hanno anche sentito il titolare del campeggio, come persona informata sui fatti: starebbe fornendo, con la massima collaborazione, tutte le informazioni. Proseguono anche i sopralluoghi nel campeggio. Dalle prime ricostruzioni, tutte al vaglio degli inquirenti, emergono come possibili cause del crollo il forte vento, una tromba d'aria che avrebbe raggiunto il camping Verde Mare e le condizioni della pianta caduta.

"La tromba d'aria c'è stata"

"La tromba d'aria c'è stata, mi è passata sulla testa stamattina verso le 7, ha attraversato lo spazio del campeggio Verde Mare, ha colpito fatalmente soltanto quel campeggio, senza creare nessun altro danno agli altri campeggi vicini", ha detto Marco Lucetti, presidente di Ageparc Massa Carrara, l'associazione dei campeggi della zona. "Capisco che in questo momento ci sono tanti dubbi cui rispondere, sulla sicurezza delle nostre strutture, sulla condizione della vegetazione che ci circonda, la manutenzione degli alberi, le comunicazioni sull'allerta meteo, ma non è il momento. C'è stato un temporale di entità eccezionale e una tromba d'aria che si è abbattuta su un campeggio", ha aggiunto.

In vacanza in Toscana da Torino

Secondo le prime informazioni, la famiglia delle giovani è di origine marocchina, residente in Italia nella zona di Torino. Stavano trascorrendo alcuni giorni di vacanza in Toscana. Oltre ad aver affittato un bungalow nel campeggio, avrebbero poi installato accanto allo stesso anche la tenda per avere altro spazio dove poter trascorrere la notte. È qui che le tre sorelle sono state colpite dall'albero. Secondo alcuni testimoni, la famiglia avrebbe dovuto lasciare il campeggio sabato pomeriggio, ma i genitori avrebbero deciso di rinviare di un giorno il rientro nel Torinese per non mettersi in viaggio col maltempo. Così la famiglia si è fermata un'altra notte. Sul posto, dopo il crollo, sono intervenute subito automediche del 118 da Massa e Querceta, un'ambulanza da Massa, carabinieri e vigili del Fuoco. È stato richiesto anche l'intervento dell'elisoccorso Pegaso, che però non è potuto intervenire per il forte vento.

Cronaca: i più letti