Coronavirus Sardegna, ponte aereo o nave per turisti in isolamento

Cronaca

Diverse decine di persone sono rimaste bloccate dopo l'impennata di contagi sull'isola. La protezione civile ne organizza il rientro con dei mezzi dedicati

Partiti per una vacanza in Sardegna e rimasti bloccati dal coronavirus (LO SPECIALE - IL LIVE). Sono diversi i turisti e lavoratori in isolamento per cui la Protezione civile sta predisponendo un piano di rientro a casa. L'idea è quella di un utilizzo di navi o aerei dedicati, per le persone risultate positive al Covid-19 dopo avere eseguito il tampone rinofaringeo e che si trovano in isolamento nei luoghi di villeggiatura in Sardegna dopo l'impennata di contagi sull'Isola (COSA SAPPIAMO).

La richiesta dell'Unità di crisi nord Sardegna

approfondimento

Coronavirus: rischio chiusura anticipata hotel Sardegna

A sollecitare l'intervento è stato il coordinatore dell'Unità di crisi nord Sardegna, Marcello Acciaro, che oggi spiega: "La proposta non è caduta nel vuoto e ho notizia che la Protezione civile sta mettendo a punto un piano di rientro che sarà valutato e se ritenuto valido attuato nei prossimi giorni".

Da lunedì test gratuiti per chi parte da Civitavecchia alla Sardegna

Intanto, per chi parte da Civitavecchia verso la Sardegna, sarà possibile effettuare i test volontari e gratuiti a partire da lunedì 31 agosto. L'ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato: "Ai drive-in regionali, che rimarranno aperti anche al sabato e la domenica, sta entrando in funzione progressivamente la rete dei test rapidi gratuiti e validati con risposta entro la mezz'ora - prosegue D'Amato -. Presso ciascuna Asl nascono le equipe anti-COVID per le scuole per la gestione operativa del protocollo dell'istituto superiore di sanità". 

Cronaca: i più letti