Taranto, case in vendita a 1 euro per ripopolare l'Isola Madre

Cronaca

Il Comune della città ha dato il via a un bando per la cessione di immobili a una cifra simbolica in cambio di ristrutturazioni. Si parte da uno dei borghi più antichi

Comprare una casa per 1 euro per restituirla agli antichi fasti. È l’iniziativa che il Comune di Taranto ha deciso di portare avanti con la pubblicazione di un bando per ripopolare l’Isola madre, uno dei borghi più antichi della città edificato nel 806 avanti Cristo. Si tratta di una cessione di immobili abbandonati a un prezzo simbolico con l’obbligo di insiediarsi nell'abitazione e di avviare ristrutturazioni a proprie spese per renderli agibili.

Saranno premiati progetti ecosostenibili

approfondimento

Sambuca di Sicilia, case a un euro: offerte da tutto il mondo

Ogni immobile ha una scheda allegata al bando e fino al 20 novembre imprese, agenzie, società e semplici possono presentare proposte per ottenere le abitazioni che desiderano comprare Il Comune ha specificato che la graduatoria sarà stilata «secondo tre parametri principali: ecosostenibilità, destinazione progettuale e contratto di sponsorizzazione. Gli aggiudicatari avranno un anno di tempo per avviare il cantiere».

Il sindaco: "Manifestato interesse anche dall'estero"

L’iniziativa del Comune di Taranto risale al 9 gennaio scorso e l’Isola Madre è la prima zona da cui comincerà la cessione di sette immobili, tre in Postierla Immacolata, due in via Di Mezzo, uno in Vico Serafico e uno in via Santa Chiara. "Il fascino di Taranto e della sua storia si è già rivelato un potente attrattore», ha detto il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, sottolineando che è stato manifestato già un interesse per l’iniziativa anche dall’estero. 

Cronaca: i più letti