Manuel Bortuzzo verso Tokyo 2020: "Sogno il podio alle Paralimpiadi"

Cronaca

Il giovane atleta e l'ambizione di sempre: "Per me tra Olimpiadi e Paralimpiadi non c'è differenza", spiega. E aggiunge: "Gli atleti paralimpici hanno molto da insgenare a tutti". Poi l'augurio: "Andare avanti col sorriso, perchè la vita è bella"

"Sogno il podio Olimpico da quando sono bambino, per me tra Olimpiadi e Paralimpiadi non c’è nessuna differenza". Manuel Bortuzzo (Il ritorno a casa) c’è, è determinato e pronto a tutto come sempre mentre parla di come si sta preparando ad affrontare i Giochi di Tokyo del 2020. 

"Livello veramente alto"

"Il livello nei giochi paralimpici è veramente tanto tanto alto e non me lo aspettavo, però so che con gli allenamenti che sto facendo e con lo stesso impegno e sacrificio di prima si può arrivare", spiega il giovane atleta. Che aggiunge: "Gli atleti paralimpici hanno tanto da insegnare, la chiave è restare se stessi e sorridere e andare avanti, altrimenti a piangersi addosso non si arriva da nessuna parte: mai fermarsi davanti a nessun ostacolo, avanti così, col sorriso, che la vita è bella". 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.