Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sea Watch, Palazzo Chigi: "Condotta temeraria, sul caso decida la Corte europea"

Si va verso l'emergenza sanitaria. I pm escludono il sequestro dell'imbarcazione. Alla fine della visita della delegazione pd, Orfini: "Presenteremo esposto in procura". L'Italia porta il caso alla Corte europea dei diritti dell'uomo. GLI AGGIORNAMENTI

Leggi tutto
1 nuovo post
Sulla Sea Watch si va verso un'emergenza sanitaria: lo fa sapere il comandante della nave che spiega che i bagni a bordo sono quasi inutilizzabili. La notizia è arrivata mentre a bordo si stava svolgendo una visita di una delegazione del Pd costituita da Orfini e Martina che, di ritorno al porto, hanno fatto sapere di essere stati iscritti nel registro degli indagati per la loro iniziativa: "Riteniamo che quanto stia avvenendo è illegale. Saremo costretti a presentare domani un esposto alla procura della Repubblica perché riteniamo che la permanenza dei 47 persone in questo modo sia fuori da ogni norma. Per il rispetto dei diritti umani e delle leggi del nostro paese", ha aggiunto Matteo Orfini. A Roma, nel frattempo, davanti a Montecitorio, in centinaia si sono mobilitati per chiedere una soluzione per i profughi sulla nave. In mattinata la procura di Siracusa ha spiegato che l'imbarcazione non sarà sequestrata, perché non è stato commesso alcun reato. E in serata duro attacco di Palazzo Chigi contro la Sea Watch e l’Olanda, portata davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo.
 

Palazzo Chigi attacca l’Olanda e va alla Corte europea

 

“Una condotta temeraria” da parte della Sea Watch, che ha messo “a rischio l’incolumità dei migranti a bordo”. È durissimo l’attacco che arriva da Palazzo Chigi contro la nave umanitaria, ancora bloccata al largo delle coste siciliane. La sede del governo ha poi annunciato di essere disponibili “a offrire un corridoio umanitario al fine di consentire un trasferimento dei migranti verso l'Olanda". Olanda tirata nuovamente in ballo, visto che l’Italia ha portato il caso della nave all’attenzione della Corte europea dei diritti dell’uomo, poiché “ritiene che la giurisdizione appartenga all'Olanda, in quanto paese di bandiera della nave che ha effettuato il salvataggio in acque internazionali. Pertanto domani l'Italia depositerà una memoria davanti alla Corte, con la quale farà valere la giurisdizione olandese, contestando la propria legittimazione passiva".
 

Orfini: siamo indagati. Ma la procura di Siracusa nega

 

Nel pomeriggio una delegazione del Pd è salita a bordo della Sea Watch. Non è stato semplice, perché un’ordinanza della Capitaneria di Porto, in mattinata, aveva stabilito lo stop alla navigazione nel tratto di mare fino a mezzo miglio dalla nave della Ong tedesca. Gli esponenti politici hanno spiegato di essere saliti per verificare le condizioni dei migranti di cui hanno chiesto ancora una volta lo "sbarco immediato". La loro presenza sul natante è stata possibile all'esito di una riunione in prefettura a Siracusa, nel corso della quale la delegazione dem ha ottenuto una deroga al divieto. Tra i parlamentati Maurizio Martina e Matteo Orfini che, di ritorno al porto, hanno fatto sapere di essere indagati per la visita alla nave. "Io e Maurizio Martina siamo appena rientrati in porto. Ora stiamo facendo l'elezione di domicilio perché a quanto pare siamo indagati per essere saliti sulla nave", ha scritto, su Twitter, il presidente del Pd Matteo Orfini che poi ha aggiunto: "Ci contestano la violazione di un dispositivo di polizia, noi riteniamo di non aver violato alcuna legge che quello che abbiamo fatto è nelle nostre prerogative parlamentari. Riteniamo al contrario che il governo stia commettendo alcuni reati". Per questo i dem si sono detti pronti a presentare un esposto: "Quello che sta accadendo è grave e illegale". Poco più tardi, però, sulla questione è intervenuta la procura di Siracusa: "Nessuna iniziativa nei confronti dei parlamentari del Pd", ha detto categorico il capo Fabio Scavone.
- di Redazione Sky TG24

Il liveblog termina qui

 

Per tutti gli aggiornamenti vi invitiamo a seguire la diretta di Sky Tg24
- di Redazione Sky TG24

Sea Watch, Misericordie Ragusa e Siracusa offrono appoggio

 

Il coordinamento delle Misericordie di Ragusa e Siracusa si è messo a disposizione delle autorità, del sindaco e della Prefettura di Siracusa con "i mezzi e le risorse necessarie per fare fronte all'assistenza sanitaria in caso di sbarco ed accoglienza a Siracusa dei 47 migranti della Sea Watch 3". Lo affermato in una nota. Il coordinamento sostiene che "l'immigrazione è per i volontari della Misericordia, da otto secoli promotori e promulgatori della Carità, un fenomeno umano e sociale che ci impegna, in quanto cristiani, a rendere concreto il Vangelo dell'accoglienza" e che "quali difensori dei diritti primari dell'uomo, abbiamo da sempre promosso un'accoglienza dignitosa per uomini e donne in fuga dalla loro terra, alla ricerca di un futuro migliore per se' e per i propri figli, nel rispetto reciproco delle leggi e della cultura, conciliando le ragioni della legalità con quelle dell'ospitalità, le ragioni della sicurezza con quelle della solidarietà, forti dell'esperienza maturata durante i numerosi sbarchi avvenuti negli anni nei porti di Augusta e Pozzallo”.
- di Redazione Sky TG24

Il Confine, Buffagni su Sea Watch: non devono sbarcare

 


 
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: comandante doveva denunciare Olanda a Ue

 

“Il comandante della Sea Watch ha denunciato l'Italia alla Corte dei diritti Ue dicendo che serve una procedura immediata di sbarco – ha detto Luigi Di Maio - ma ha denunciato il Paese sbagliato, perché la sua nave batte bandiera olandese, quindi doveva denunciare l'Olanda".
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: pronti a incidente diplomatico con Olanda

 

"O l'Ue redistribuisce questi 47 o, ancor meglio, l'Olanda se li prende: la bandiera non è una cosa folklorstica, indica che quella barca è Olanda". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio - "Siamo pronti a un incidente diplomatico con l'Olanda: è tempo che rialziamo la testa e ci facciamo sentire".
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: Sea Watch viene perché Italia è palcoscenico

 

La nave Sea Watch "ha deciso di venire in Italia perché l'Italia è il palcoscenico dell'immigrazione, il loro sito internet raccoglie le donazioni...". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, sottolineando che "abbiamo scoperto che quella nave si trovava nel mare in tempesta, aveva Tunisi a 40 miglia, ha scelto di fare nel mare in tempesta oltre 200 miglia per arrivare a Siracusa".
- di Redazione Sky TG24

Prefettura: nessun ok, divieto noto a deputati

 

La Prefettura di Siracusa "non ha autorizzato alcun accesso alla nave, né ha il potere di farlo", ad alcuni parlamentari "tanto più in considerazione del provvedimento di interdizione dello specchio di mare circostante adottato dalla Capitaneria di porto". Lo precisa una nota di Palazzo di Governo sottolineando che durante "una riunione tenutasi nella giornata di oggi i parlamentari sono stati informati del divieto e delle eventuali conseguenze di legge per la sua violazione".
- di Redazione Sky TG24

Palazzo Chigi: da nave condotta temeraria

 
Si conferma la temeraria condotta della Sea Watch che, in condizioni di mare mosso, anziché trovare riparo sulla costa tunisina distante circa 40 miglia, universalmente considerata porto sicuro, si è avventurata in una traversata di centinaia di miglia mettendo a rischio l’incolumità dei migranti a bordo. È quanto si legge in una nota di palazzo Chigi. Rimane un quesito finale - si legge a conclusione della nota - l'obiettivo dell'azione della Sea Watch era salvare i naufraghi e offrire loro un pronto riparo nel primo porto sicuro (Tunisia) oppure creare un caso internazionale richiamando l'attenzione dei mass media?
- di monica.serra

Palazzo Chigi: pronti a corridoio umanitario verso Olanda

"Già da ora l'Italia si rende disponibile, una volta riconosciuta la giurisdizione olandese, a offrire un corridoio umanitario al fine di consentire un trasferimento dei migranti verso l'Olanda". Lo precisa una nota di palazzo Chigi. "Nel frattempo, abbiamo offerto la nostra totale disponibilità per assistenza in caso di richiesta, mettendo a disposizione due motovedette della guarda costiera e una della guardia di Finanza, che sono nei pressi pronte a intervenire".
- di monica.serra

Palazzo Chigi: caso Sea Watch all’attenzione della Corte Europea

 
"Il caso Sea Watch è all'attenzione della Corte europea dei diritti dell'uomo" e "l'Italia ritiene che la giurisdizione appartenga all'Olanda, in quanto paese di bandiera della nave che ha effettuato il salvataggio in acque internazionali. Pertanto domani l'Italia depositerà una memoria davanti alla Corte, con la quale farà valere la giurisdizione olandese, contestando la propria legittimazione passiva". È quanto precisa una nota di palazzo Chigi.
- di monica.serra

Il presidio a Roma: "Fateli sbarcare" 

 
- di monica.serra

Martina: non è vero che a bordo non ci sono minori

 
- di monica.serra

Sea Watch, verso l'emergenza sanitaria a bordo

- di monica.serra

Veronesi a sit-in davanti a Montecitorio: chiediamo commissione parlamentare di inchiesta su stragi nel Mediterraneo

 
 

- di monica.serra

Sea Watch, procura Siracusa: Parlamentari Pd indagati? Non da noi

 
"La procura di Siracusa non ha intrapreso alcuna iniziativa nei confronti dei parlamentari del Pd". Lo ha detto all'AGI il capo della procura di Siracusa, Fabio Scavone, dopo le parole dell'esponente del Pd, Matteo Orfini, che ha annunciato, poco dopo la visita sulla Sea Watch, di essere stato iscritto nel registro degli indagati insieme a Maurizio Martina.
- di monica.serra

Meloni: fare luce su complicità governi sinistra su invasione

"Il Pd vuole istituire una commissione d'inchiesta per capire le cause delle stragi di immigrati in mare. Bene, anche noi di FdI pensiamo che sia necessario fare luce sui rapporti torbidi tra scafisti e Ong, sulle infiltrazioni terroristiche negli sbarchi e sulle complicità dei governi di sinistra nel piano di invasione programmata dell'Italia". Lo dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.
- di monica.serra

Sea Watch, membri Pd a bordo. Lega contro processo a Salvini | Video Sky - Sky TG24 HD

video.sky.itVedi il video 'Sea Watch, membri Pd a bordo. Lega contro processo a Salvini' - Sky TG24 HD
- di monica.serra

Emergency: anche noi in piazza a Montecitorio 

- di monica.serra

Orfini: su Sea Watch illegale governo non noi

"Riteniamo che quanto stia avvenendo è illegale. Saremo costretti a presentare domani un esposto alla procura della Repubblica perché riteniamo che la permanenza dei 47 persone in questo modo sia fuori da ogni norma. Per il rispetto dei diritti umani e delle leggi del nostro paese".  Lo ha detto Matteo Orfini, presidente dell'assemblea del Pd, dopo la visita a bordo della Sea Watch. "Sbarcando dalla nave abbiamo scoperto di essere indagati perché a quanto pare la nostra presenza sulla Sea Watch costituirebbe un reato. Ci contestano la violazione di un dispositivo di polizia, noi riteniamo di non aver violato alcuna legge che quello che abbiamo fatto è nelle nostre prerogative parlamentari. Riteniamo al contrario che il governo stia commettendo alcuni reati".

- di monica.serra