Ondata di freddo su Italia fino a Natale: temperature in calo e gelate

Cronaca
gelo2_ansa

Irruzione artica nel nostro Paese per la terza settimana di dicembre. Esposte alle correnti fredde anche le zone Adriatiche e meridionali, con nevicate fino a quote molto basse. Al Nord, in pianura, al mattino il termometro segnerà dai -2 ai -4 gradi - IL METEO

Sarà un’ondata di gelo quella che accompagnerà l’Italia verso le festività natalizie. La terza settimana di dicembre, infatti, corrisponde all’arrivo della terza irruzione artica nel nostro Paese (IL METEO). Secondo i meteorologi la penisola verrà attraversata da aria fredda in arrivo dal Nord Europa e venti come Tramontana, Bora e Grecale. La media delle temperature del periodo si attesterà intorno ai 6/8 gradi. Le zone più esposte saranno quelle adriatiche e meridionali, con nevicate fino a quote molto basse soprattutto in Abruzzo, Molise e Puglia.

Gelate mattutine al Nord, qualche grado in più sulle Isole

Al Nord le gelate mattutine saranno piuttosto estese, la prossima settimana, e le minime potranno raggiungere i -2/-4°C in pianura. Le massime, comunque, non supereranno i 10°C al settentrione e sulle zone adriatiche. Qualche grado in più, invece, su Isole e versanti tirrenici.

Tempo in miglioramento nonostante il freddo

Dopo le perturbazioni che hanno colpito in prevalenza Toscana, Umbria, Marche e Romagna, il tempo è in miglioramento nella maggior parte dell'Italia, nonostante l’arrivo delle temperature più rigide. Deboli precipitazioni sono previste solo su Abruzzo, Molise e Nord della Puglia oltre che in Sardegna. Nevicate fino a 500 metri sull’Appennino centrale e tra gli 800 e i mille metri al Sud. Fino a ridosso del giorni di Natale, al Nord non dovrebbero esserci piogge. Mentre al Centro-Sud la situazione sarà più instabile, soprattutto sulle Isole Maggiori e, il 18 dicembre, il maltempo dovrebbe interessare in prevalenza la Sardegna.

Cronaca: i più letti