Sommersa da domande di lavoro l'azienda che non trovava 70 operai

Cronaca
antonio_carraro_azienda

La "Antonio Carraro", impresa di trattori di Campodarsego in provincia di Padova, aveva lanciato nelle scorse settimane un appello per aumentare il proprio organico

Da alcune settimane l'azienda di trattori "Antonio Carraro" di Campodarsego a Padova aveva lanciato un appello per aumentare la pianta organica: 70 operai da assumere con urgenza. Dopo alcune difficoltà nel trovare candidati, la società si è ritrovata sommersa da domande di lavoro, circa cinquemila. Un successo testimoniato anche dall'enorme partecipazione riscontrata in occasione del "Job Day" promosso dalla ditta il 16 dicembre, al quale avrebbero partecipato centinaia di candidati provenienti da tutta Italia e di tutte le età.

Trecento curricula presentati in 4 ore

Nel "Job Day" promosso dalla "Antonio Carraro", lavoratori provenienti da tutta Italia e appartenenti a diverse fasce di età hanno potuto presentare il curriculum e avanzare la propria candidatura per l'azienda che in queste settimane era alla ricerca di 70 figure tra operai, ingegneri e impiegati da inserire per allargare il proprio organico. Sono stati quasi 300 i curricula presentati in quattro ore ai tavoli dove si sono svolti i colloqui con gli aspiranti dipendenti. Qualche giorno prima del "Job Day" l'azienda, dal sito internet, aveva ringraziato gli aspiranti lavoratori "per i numerosi curricula ricevuti".

Tempo indeterminato

L'azienda di trattori ha specificato che non si tratta di lavoro 'somministrato' da altri, ma di contratti a tempo indeterminato per completare la pianta organica. Il sindacato, però, si sarebbe mostrato scettico di fronte alla mossa della "Carraro". In particolare, la Fiom Cgil, che ha giudicato comunque positivamente la prospettiva di crescita, ha ricordato come l'azienda avrebbe disdetto nel febbraio 2017 gli accordi aziendali di secondo livello e teme che l'operazione di reclutamento non abbia gli effetti sperati.

Cronaca: i più letti