Migranti, Viminale: nel 2017 sono sbarcati in 114mila, calo del 31%

Cronaca

Secondo i dati forniti dal Ministero dell’Interno, rispetto alla stessa data di un anno fa, sono arrivate sulle coste italiane 53mila persone in meno. Le Regioni che ne accolgono il maggior numero sono Lombardia, Lazio e Campania

Secondo gli ultimi dati aggiornati forniti dal Viminale, sono 114.606 i migranti sbarcati sulle coste italiane dall'inizio del 2017 ad oggi, 16 novembre. Si tratta di un numero che indica un calo degli sbarchi del 31,49% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati oltre 167mila. La flessione è di circa 53mila persone in meno, nel giro di 12 mesi, che sono approdate sulle coste italiane. 

I dati del Viminale

I numeri sono emersi dall'ultimo aggiornamento del Viminale, forniti grazie ad un “Cruscotto statistico giornaliero”, a cura del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione, che consente di mettere insieme i dati aggregati sul fenomeno migratorio e permette di avere un quadro aggiornato sull'andamento degli arrivi e sulle presenze dei migranti nelle strutture di accoglienza anche nell'ambito del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (Sprar).

L’accoglienza 

I dati del Viminale indicano che la Regione che accoglie più migranti resta attualmente la Lombardia (14%) davanti a Lazio (9%), Campania (9%), Sicilia (8%), Piemonte (7%), Veneto (7%), Emilia Romagna (7%), Toscana (7%) e Puglia (7%). I numeri in questione sono in linea con quelli resi pubblici pochi giorni fa dal Rapporto sulla Protezione internazionale, secondo cui nei primi dieci mesi di quest’anno sono arrivati in 111.302, con gli sbarchi in netto calo rispetto al 2016.

Cronaca: i più letti