Air Italy: appello lavoratori ad Aga Khan per proroga cig

Sardegna
929f740ce834cc9c9c02875d5ad3ee9e

Presidio in Francia, domani nuova assemblea con sindacati

I lavoratori Air Italy sull'orlo del licenziamento - la cassa integrazione scade al 31 dicembre - non fermano la loro battaglia. Dopo essere stati ricevuti a Bruxelles da un gruppo di europarlamentari, oggi il comitato spontaneo si è presentato a Gouvieux, nel Domaine d'Aiglemont, in Francia, dove risiede il principe Karim Aga Khan - fondatore dell'ex compagnia Alisarda, divenuta poi Meridiana e quindi Air Italy - e dove ha sede anche il suo centro direzionale, head quarter delle sue società.

I lavoratori hanno consegnato una lettera al capo della sicurezza e indirizzata al principe, attualmente azionista al 51% di Air Italy, nella quale gli si chiede di dare mandato ai liquidatori di presentare l'istanza di proroga della cassa integrazione. "Sarebbe veramente inaccettabile che, delineandosi una volontà politica diretta alla concessione di un anno di Cigs che consentirebbe la conservazione delle licenze del personale e il riassorbimento dello stesso nelle aziende del settore, mancasse solo l'istanza formale da parte dei soci che hanno provocato il disastro industriale di Air Italy e l'espulsione dal lavoro di 1.322 lavoratori", spiegano i dipendenti ex Meridiana che si stanno preparando ad una nuova mobilitazione.

Per venerdì 3 dicembre è stata convocata dalle sigle sindacali Ap, Cobas e Usb un'assemblea dei lavoratori a Olbia, con un collegamento streaming per i colleghi di Malpensa, in vista della manifestazione a Roma prevista per il 9 dicembre, il giorno dopo la scadenza dei 75 giorni dall'avvio della procedura di licenziamento collettivo, nonché la data del prossimo confronto. 

Cagliari: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24