Insularità:Brescia (M5s),da martedì 23 in commissione Camera

Sardegna
cagliari

Dopo ok unanime del Senato parte iter riforma a Montecitorio

Inizierà martedì prossimo, 23 novembre, in commissione alla Camera l'iter della proposta di legge di iniziativa popolare che riconosce l'insularità in Costituzione. Ne dà notizia Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali di Montyecitorio e deputato del M5s, a margine dell'ufficio di presidenza della stessa commissione.

"Dopo l'ok unanime del Senato - spiega - ho chiesto e ottenuto dai gruppi la disponibilità a un percorso rapido, senza il ricorso alle audizioni e alla presentazione degli emendamenti. Siamo di fronte a una svolta storica, partita da duecentomila firme raccolte con impegno trasversale. Sette milioni di italiani conoscono sulla propria pelle gli svantaggi di vivere su un'isola. È giusto dare loro una risposta - prosegue Brescia - coerenti con i principi discussi nell'Assemblea Costituente, poi cancellati dalla riforma del 2001. Abbiamo il dovere di arrivare fino in fondo e approvare la prima riforma costituzionale di iniziativa esclusivamente popolare nella storia della nostra Repubblica".

L'IMPEGNO DI FICO - Il presidente della Camera Roberto Fico ha garantito il suo impegno per accelerare l'iter di approvazione del riconoscimento dell'insularità in Costituzione che proprio oggi è stato inserito nel calendario dei lavori della commissione Affari costituzionali presieduta da Giuseppe Brescia (M5s). Durante un incontro con Michele Cossa, presidente della commissione Insularità del Consiglio regionale della Sardegna, Massimo Fantola e i deputati Nardo Marino e Alberto Manca, Fico ha sottolineato l'importanza del pieno coinvolgimento del Parlamento in quella che è una battaglia di civiltà.

"Si è trattato di un incontro molto positivo avvenuto in un clima di attenzione e collaborazione - commenta Cossa - Abbiamo condiviso con il presidente Fico la necessità di accelerare quanto più possibile l'iter di approvazione della legge, consapevoli che il riequilibrio della Sardegna dal punto di vista economico, sociale e di sviluppo futuro passi necessariamente per il riconoscimento dello svantaggio strutturale rappresentato dalla condizione di insularità". Il disegno di legge è stato approvato in prima lettura già al Senato.

Ora, scrivono in una nota i deputati Pietro Pittalis e Ugo Cappellacci, "la Camera accelera il percorso e lo fa con l'apporto determinante di Forza Italia: abbiamo garantito la massima celerità possibile, rinunciando anche alle audizioni e al termine per gli emendamenti". I parlamentari confidano in un'approvazione rapida, "possibilmente entro un mese per procedere immediatamente con i successivi passaggi". L'importante, aggiungono, è "fare squadra per arrivare a un obiettivo comune: questa è da sempre la nostra linea, chiara e coerente, su tutte le battaglie in cui al primo posto c'è la bandiera della nostra Isola e gli interessi del popolo sardo".

Cagliari: I più letti